lunedì 28 giugno 2021

Pino, sempre capace di coniugare competenza professionale e umanità

Il medico corleonese Pino Di Palermo recentemente scomparso

ANGELA PIZZITOLA

Il giorno dopo, nel silenzio dopo gli incontri, i numerosissimi attestati di stima,  le copiose parole di consolazione  e di conforto affiorano quasi spontaneamente i tanti ricordi della frequentazione con il carissimo cugino Pino. La sua disponibilità e professionalità che le tante voci e i tanti interventi hanno proclamato, Pino l'ha messa a frutto anche e soprattutto in famiglia,  i parenti di Angela che egli fin dal primo giorno ha considerato suoi anche se acquisiti. Non c'è stato membro di questa famiglia che non  ha fruito della sua assistenza , delle sue cure, delle sue costanti e premurose attenzioni. Anziani, da lui seguiti fino all'ultimo respiro, più giovani consigliati e curati in tutte le più svariate occasioni, sempre, in ogni circostanza,  in ogni problema era sicuro l'intervento affettuoso e professionale del carissimo Pino.  

Tutti ci siamo sentiti rassicurati, aiutati e sostenuti dalle sue visite scrupolose dalle sue prescrizioni dai suoi frequenti e costanti controlli. Ma oltre al medico attento ed eccellente, a me piace ricordare Pino come uomo di cultura. Quando ci incontravamo era sempre l'occasione per parlare delle ultime letture (leggeva moltissimo),  dei classici tra cui amava molto Dante di cui, nonostante non fosse un addetto ai lavori, ricordava moltissimi versi e che spesso provava piacere a commentare. Mi rendo conto che gli studi umanistici che ha perseguito con zelo ed amore  hanno determinato la sua humanitas e se nella professione di medico ha visto nei pazienti uomini e donne sofferenti e bisognosi non solo di farmaci ma anche di sorrisi è stato sicuramente frutto della sua accurata preparazione, testimonianza eclatante dell'importanza di coniugare scientia et humanitas nell'impegno di una professione scelta per vocazione e non per interesse. Pino era tutto questo medico ed uomo, cittadino responsabile e critico anche nei confronti di politici arrivisti ed affaristi. Dialogare  spesso con lui di cultura e di politica  era un arricchimento. Oggi  a noi  rimane un indelebile ricordo, a voi Maurizio ed Irene la responsabilità di vivere e testimoniare i grandi valori che vi lascia in eredità. Angela, cugina carissima, il conforto per te è sicuramente l'orgoglio di avere avuto un compagno di vita eccellente  che per moltissimi non sarà facile dimenticare. 

Grazie Pino per esserci stato.

Angela Pizzitola 

Nessun commento: