sabato 8 maggio 2021

AL VIA A LAMPEDUSA LA VACCINAZIONE DI MASSA: UN DICIOTTENNE TRA I PRIMI A RICEVERE LA SOMMINISTRAZIONE


PREVISTE ALTRE 1.000 DOSI ENTRO MARTEDI’

LAMPEDUSA 8 MAGGIO 2021 – Vincenzo, 18 anni compiuti lo scorso 10 gennaio, si è presentato davanti ai medici dell’Asp a Lampedusa convinto che l’incubo dell’epidemia da covid per lui fosse vicino al capolinea. Ha compilato i moduli per il consenso informato, ha risposto alle domande dei camici bianchi per l’anamnesi e poi ha ricevuto la prima dose di Pfizer. Vincenzo è il più giovane tra i vaccinati nel primo giorno della campagna aperta a tutti nelle Pelagie. Nelle 5 postazioni allestite nei locali del Poliambulatorio di contrada Grecale l’afflusso è stato continuo ed ordinato sin dalle prime ore del mattino. Sono stati oltre 400 i cittadini che hanno risposto all’appello nel primo giorno dedicato alla vaccinazione di massa a Lampedusa.

L’amministrazione Orlando incontra Cgil, Cisl e Uil Palermo. I sindacati lamentano l’assenza di confronto nel tempo e propongono i tavoli tematici: il primo si svolgerà il prossimo 21 maggio sulle Partecipate


“Bisogna rimettersi in marcia e guardare anche al 2022”. 

Palermo 8 maggio 2021 - Si è tenuto ieri in videoconferenza l’incontro convocato dal sindaco Orlando con gli assessori e i segretari di Cgil Cisl e Uil Palermo, Mario Ridulfo, Leonardo La Piana e Ignazio Baudo. Al centro del confronto, le problematiche dell’amministrazione della città e le prospettive per il futuro. Il sindaco, con la giunta presente, ha voluto ascoltare le organizzazioni sindacali confederali dopo la dichiarazione di preoccupazione sullo stato della città, sia in tema di bilancio comunale che di gestione delle aziende partecipate, rilasciate da lui in un’intervista. 

I Chiaroscuri: L’eredità che il Covid ci lascerà


di
 Giuseppe Savagnone

Ombre sul futuro

Nessuno più dubita che la pandemia sia tra quegli eventi che segnano un spartiacque nella storia dell’umanità, una svolta epocale. Forse neppure in tempo di guerra la vita era cambiata in modo così radicale.

È legittima la previsione che un cambiamento di questa portata sia destinato non solo a segnare il nostro attuale modo di vivere, ma anche a lasciare tracce profonde su quello che avremo quando la pandemia sarà superata.

Probabilmente queste tracce si depositeranno anzi sul nostro stesso essere. Come saranno, da grandi, i figli della generazione del lockdown, quella che non ha potuto frequentare, nel migliore dei casi, in modo regolare, la scuola, per un periodo di tempo ancora non determinabile? Che non ha potuto vivere quelle esperienze di relazioni, di svaghi, di viaggi, che le generazioni precedenti, ameno nei Paesi industrializzati, avevano vissuto?

venerdì 7 maggio 2021

Cgil, sul rilancio di Termini Imerese. Di Martino e Ridulfo: “Siamo a una svolta. Da qui dipende il futuro dell'intera provincia di Palermo

Laura Di Martino e Mario Ridulfo


Adesso un progetto condiviso che integri sviluppo dell'area industriale e nuovi porti commerciale e turistico

Palermo 7 maggio 2021 – La Cgil rilancia la vertenza su Termini Imerese. “Il futuro produttivo della nostra provincia riparte da qui”. Da una parte l'aerea industriale per cui si chiede il rilancio, a partire dalla soluzione della vertenza Blutec. Dall'altra la svolta, anche occupazionale, aperta dai progetti per il porto turistico e commerciale. 
In un incontro che si è svolto presso la Camera del Lavoro di Termini Imerese, la Cgil, con le sue categorie e le strutture di servizi (Sunia, Auser e Federconsumatori), ha preso posizione esprimendo le sue valutazioni sui progetti di sviluppo per la città. 

LAMPEDUSA: COMPLETATA LA VACCINAZIONE DELLA POPOLAZIONE NEL TARGET

Arrivati altri vaccini a Lampedusa 

ARRIVATE NELL’ISOLA ALTRE 1.170 DOSI. DA DOMANI AL VIA LA SOMMINISTRAZIONE A TUTTI GLI OVER 18 

LAMPEDUSA 7 MAGGIO 2021  L’Asp di Palermo ha completato a Lampedusa la vaccinazione della popolazione nel target nazionale (over 80, 60-79 anni e fragili, disabili gravissimi, operatori sanitari, forze dell’ordine, personale scolastico e lavoratori dei sevizi pubblici essenziali) che ha aderito alla campagna avviata  nell’Isola. Medici ed infermieri dell’Azienda sanitaria del capoluogo hanno somministrato complessivamente in 4 giorni 1.054 dosi, di cui il 25% di Janssen. Oltre al Poliambulatorio di Contrada Grecale, gli operatori dell’Asp, guidati dal Direttore sanitario aziendale, Maurizio Montalbano, sono stati anche a Linosa dove, nei locali del servizio di Continuità Assistenziale, hanno vaccinato i cittadini.

Corleone. Il presidente del consiglio Siragusa, l’assessore Scalisi e il consigliere Pascucci a Roma per rivendicare le “ZONE FRANCHE MONTANE”

Il presidente del CC Pio Siragusa e l’assessore Caligero Scalisi


Sono 110 gli amministratori locali, rappresentanti dei 133 Comuni delle Terre alte di Sicilia, che hanno partecipato ieri alla grande manifestazione in piazza Montecitorio a Roma.
Per la città di Corleone erano presenti l’assessore per l’Agricoltura Calogero Scalisi, il presidente del Consiglio comunale Pio Siragusa e il consigliere Maurizio Pascucci. L’iniziativa, voluta dall’Associazione Zone Franche Montane di Sicilia, è stata organizzata per sensibilizzare i senatori e i deputati italiani a riconoscere le Zone Franche Montane. La legge obiettivo è stata già approvata dalla regione Siciliana il 17 dicembre 2019, ma da allora è ferma in Parlamento per il via libera definitivo.

giovedì 6 maggio 2021

Fiom Cgil Palermo. Incontro con il presidente Monti sul bacino da 150 mila tonnellate del Cantiere Navale di Palermo e sul porto di Termini Imerese


Palermo 5 maggio 2021 - Si è tenuto questa mattina un incontro tra le organizzazioni sindacali di categoria e il presidente dell'Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti.
Al centro della discussione, l'aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto di ristrutturazione del bacino da 150 mila tonnellate del Cantiere Navale, opera strategica per poter ridare allo stabilimento di Fincantieri di Palermo il via libera alla costruzione di intere navi.

Cinisi, 7-8-9 maggio: con le idee e il coraggio di PEPPINO noi continuiamo!


PROGRAMMA
 7-9 maggio:

7 Maggio

Ore 10.00 iniziativa online “I crimini del 9 Maggio 1978”. Con Loredana Cascelli (Dirigente dell’I.C. Fiano), Giusto Catania (Dirigente I.C. Giuliana Saladino), Giovanni Impastato, Agnese Moro, Franco Casadidio.

8 Maggio

Ore 10:00 – Omaggio a Portella della Ginestra. Con Vincenzo Palermo (Pres. Auser Piana degli Albanesi), Adriano Sgrò(Coordinatore nazionale di Democrazia e lavoro CGIL)Ass.neCasa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Ass.ne Peppino Impastato, Centro Impastato – No mafia MemorialSerafino Petta(l’ultimo dei testimoni della strage di Portella).

Zone franche montane, la Cgil si batte perchè il parlamento approvi la legge


Ridulfo e Spitale (Cgil): “La manifestazione a Roma è stata necessaria per spingere la legge, con la richiesta di un'adeguata copertura finanziaria”. 

Palermo 6 maggio 2021 – “La protesta di oggi è stata un'iniziativa molto forte. La Cgil, che fa parte del comitato zone franche montane, chiede che il disegno di legge per l'istituzione delle Zfm venga approvato al più presto dal Parlamento nazionale”.

Al via la settima edizione del Festival “Mantova Poesia”. Premio alla carriera anche al corleonese Giovanni Perrino


Sabato 15 maggio nell’ambito della cerimonia conclusiva del Premio Nazionale di Poesia “Terra di Virgilio” saranno consegnati i Premi “Alberto Cappi” alla carriera ai poeti Ornella Fiorini e Giovanni Perrino. Siamo orgogliosi di poter sottolineare che Perrino è corleonese di origine

Il Festival Mantova Poesia, giunto quest'anno alla sua settima edizione, vivrà i suoi giorni più intensi dal 7 al 16 maggio in modalità online. La filosofia della rassegna si orienta sempre più verso l’elaborazione di idee nate a Mantova, sviluppate in seno al gruppo di studio dell'associazione La Corte dei Poeti e programmate grazie a contributi di ricercatori locali e internazionali. Una produzione originale che parte dal territorio, inteso come fucina laboratoriale, per arrivare al mondo culturale del Paese. Nella produzione di nuovi, concreti progetti legati alla poesia si rivela la vitalità dell’associazione: vengono organizzati convegni tematici, mostre, reading e si producono libri in linea con lo spirito di ricerca della rassegna.

mercoledì 5 maggio 2021

Il nuovo libro di Pippo Oddo: la terra in Sicilia, il miraggio di un bene alla base di drammatici conflitti sociali

GIUSEPPE ODDO: IL MIRAGGIO DELLA TERRA IN SICILIA (Istituto Poligrafico Europeo, 640 PAGINE, 25 EURO). Un lungo tratto della storia della Sicilia pone la terra al centro di un racconto drammatico di lotte, conquiste, sconfitte, tragedie. La ricerca storica ha ricostruito con grande attenzione le cause e i momenti cruciali di quelle vicende. Ma non tutto è stato svelato e interpretato. Per questo Giuseppe Oddo compie un lungo viaggio su quello che chiama "Il miraggio della terra". È anche il titolo di un volume edito dall'Istituto poligrafico europeo. La ricerca parte dal Settecento per arrivare agli anni Sessanta con la "scomparsa delle lucciole": il segno della fine della civiltà contadina che Pier Paolo Pasolini coglieva nel processo di cambiamento della società italiana. 

ASP DI PALERMO: IN FUNZIONE IL NUOVO HUB VACCINALE DI MISILMERI


DA DOMANI A DOMENICA DRIVE IN ALLA CASA DEL SOLE PeR OVER 80 E FRAGILI
PALERMO 5 MAGGIO 2021 – Otto postazioni per l’inoculazione del siero, cinque di anamnesi per i medici e quattro per gli amministrativi che si occupano di caricare i dati sul portale nazionale. E’ stato attivato questa mattina - alla presenza tra gli altri del Sindaco, Rosario Rizzolo, del Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, e del Dirigente generale del Dipartimento della Protezione civile regionale, Salvatore Cocina - il nuovo Hub vaccinale di Misilmeri.

ZONA ROSSA: LE NUOVE MISURE DEL COMUNE

La protesta dei commercianti di stamattina 

A seguito dell'istituzione della zona rossa a Corleone, in vigore da oggi al 19 maggio compreso, l'Amministrazione comunale ha adottato alcune ulteriori misure per contrastare la diffusione dei contagi, decisione ritenuta necessaria anche dal commissario per l’emergenza Covid a causa del cospicuo aumento di casi registrati dal 26 aprile al 2 maggio. 

Con l'ordinanza sindacale n. 22 del 5 maggio 2021, viene stabilito:

📌  il divieto di stazionamento e assembramento su tutte le aree pubbliche dalle 5 alle 22.

📌  La chiusura al pubblico di centri ricreativi e associativi, del cimitero, della villa comunale e delle Cascate delle Due Rocche.

📌  Il divieto di pic nic nelle aree verdi di competenza comunale di Ficuzza. 

Corleone: cosa si può fare e cosa no in “zona rossa”

Ieri ho scritto delle considerazioni, che ripropongo integralmente. Con l’aggiunta di una considerazione che mi stupisce molto e mi fa pensare ad una superficialità che non posso non indicare come colpevole. Possibile che il comune non abbia sentito il bisogno di indicare nuovamente e in maniera chiara COSA DI PUÒ FARE E COSA NO IN ZONA ROSSA? Qualcuno potrebbe dire: “ma di sa!”! Non ne sarei così sicuro. E poi in questi casi meglio abbondare. Repetita iuvant. E pazienza se per qualcuno stufant... io ripubblico l’elenco di cosa si può e cosa non si può fare in zona rossa:

martedì 4 maggio 2021

Rider, ricordato oggi anche a Palermo Antonio Prisco, il rider sindacalista. Un lenzuolo in piazza Castelnuovo, in contemporanea con il funerale a Napoli


“Ciao Antonio. Sarai sempre con noi”. Il saluto di Nidil e dell'Udu

Palermo 4 maggio 2021 – Ricordato anche a Palermo Antonio Prisco, il rider napoletano scomparso all'improvviso giovedì scorso. Prisco aveva organizzato il sindacato dei rider non solo a Napoli ma in giro per tutt'Italia e tante volte era venuto a Palermo per partecipare a manifestazioni e riunioni.

Emergenza coronavirus a Corleone: ancora 8 nuovi casi, per un totale di 97 positivi


🔴 #CoronavirusCorleone (4 maggio 2021) 

Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 8 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Una persona è stata ricoverata in ospedale. Rilevati 4 casi di sospetta variante inglese.

Ormai è chiaro che senza una presa di coscienza da parte dei cittadini le infezioni da coronavirus non si fermano. Bloccare il virus dipende da ciascuno di noi, che dobbiamo convincerci di rispettare le regole date dalle autorità sanitarie e statali. Invocare i controlli di polizia non serve: non si può mettere un poliziotto accanto ad ogni cittadino. Sono le famiglie che devono (dobbiamo fare) la loro (nostra) parte. Dobbiamo dire ai ragazzi (e agli adulti) di tenere la mascherina), di rispettare la distanza, di lavare le mani, di stare a casa il più possibile.

A questo punto sarebbe necessario anche un intervento deciso e chiaro da parte del sindaco, degli assessori, dei consiglieri comunali! Facciano sentire la loro voce! Facciano capire che la situazione è drammatica! Ancora questa consapevolezza non c’è! (dp)


Terre alte del Corleonese: Ridateci i nostri giovani!


Il prossimo 6 maggio, il Presidente del Consiglio Pio Siragusa, insieme all’Assessore Scalisi e al Consigliere Pascucci si recheranno a Roma per partecipare alla manifestazione indetta dall’Associazione Zone Franche Montane Sicilia.

Gli amministratori dei 133 comuni coinvolti, si raduneranno in Piazza Montecitorio per sensibilizzare la deputazione di Camera e Senato ad esitare la Legge obiettivo, approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana il 17 dicembre 2019, per il riconoscimento delle Zone Franche Montane.

La Cgil ricorda il giornalista di Termini Imerese Cosimo Cristina, ucciso dalla mafia il 5 maggio 1960 e si schiera con forza “in difesa della libertà di stampa”


Palermo 4 maggio 2021 - La Cgil Palermo e la Cgil Termini Imerese ricordano il giornalista termitano Cosimo Cristina, corrispondente del giornale L'Ora. Cosimo Cristina fu “suicidato” da Cosa Nostra 61 anni fa, il 5 maggio 1960.
La mafia in questo modo mise a tacere la voce scomoda di un cronista coraggioso che credeva fermamente nella libertà d’informazione. Cosimo Cristina Scrisse sulla mafia di Termini Imerese e delle Madonie, facendo luce su interessi e scavando su omicidi di mafia rimasti insoluti. Scomparso da casa, il suo corpo dopo due giorni venne trovato dilaniato nei pressi di una galleria, lungo i binari alle porte di Termini. Per anni negli atti processuali si parlò di suicidio. 

CGIL CISL UIL PALERMO SU APPELLO DEL SINDACO ORLANDO A LAVORARE PER IL BENE DELLA CITTA’


“SI COINVOLGANO LE FORZE SOCIALI E PRODUTTIVE. DA TEMPO SOLLECITIAMO UNA STRATEGIA CONDIVISA MA NON SIAMO STATI ASCOLTATI”. 

Palermo 4 maggio 2021 - “Noi siamo pronti e disponibili a lavorare insieme per il bene di Palermo e per costruire strategie e azioni condivise per consentire alla città di uscire dalla crisi che sta vivendo senza precedenti e di certo non solo per colpa degli effetti legati alla pandemia. Del resto lo abbiamo sempre fatto ma le nostre richieste di confronto rivolte al sindaco sono rimaste inascoltate. Purtroppo si è pensato di poter fare da soli, respingendo le critiche con fastidio. Si sarebbe dovuto fare sin da subito fronte comune e ora ne lamentiamo le conseguenze”. Così i segretari generali di Cgil Cisl Uil Palermo, Mario Ridulfo, Leonardo La Piana e Claudio Barone intervengono a seguito delle dichiarazioni del sindaco di Palermo Leoluca Orlando sulle condizioni della città rilasciate in un'intervista a La Repubblica Palermo.

Il 50° Anniversario dell’omicidio del Procuratore della Repubblica di Palermo Pietro Scaglione e dell’Agente Antonio Lorusso

Il delitto Scaglione in via dei cipressi

Il 5 maggio
 del 1971 fu ucciso, con il fedele agente Antonio Lorusso, in via dei Cipressi a Palermo, il Procuratore capo della Repubblica, Pietro Scaglione, definito – anche in sentenze irrevocabili – “magistrato integerrimo, dotato di eccezionali capacità professionali e di assoluta onestà morale, persecutore spietato della mafia, le cui indiscusse doti morali e professionali risultano chiaramente dagli atti” (V. Corte di appello di Genova, Sez. II penale, sentenza 1 luglio 1975 n. 319, passata in giudicato).

 In occasione del Cinquantesimo Anniversario, l’Amministrazione comunale di Palermo, con provvedimento del Sindaco, prof. Leoluca Orlando, ha deliberato di intitolare alle due vittime del dovere l’Atrio e le due aule didattiche del Palazzo comunale Gravina di Palagonia, in via IV di Aprile. La cerimonia si svolgerà, nell’osservanza della normativa Anticovid, mercoledì’ 5 maggio. Inoltre, nel giardino della Casa circondariale Pagliarelli, intitolata a Antonio Lorusso, si svolgerà un momento di ricordo, su iniziativa del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Infine, il Presidio Scaglione-Lorusso di Libera Genova promuoverà un incontro commemorativo su piattaforma on line, con studiosi e familiari delle 2 vittime. 

lunedì 3 maggio 2021

Corleone, il presidente e i consiglieri comunali chiedono al sindaco un capillare controllo del territorio per contrastare l’avanzare del coronavirus


Il presidente del consiglio comunale Pio Siragusa e i capigruppo consiliari hanno chiesto al sindaco Nicolosi una intensificazione dei controlli del territorio comunale mediante la Polizia municipale con l’ausilio di tutte le Associazioni di Protezione Civile. 

“Katuso”, il nuovo romanzo di Nonuccio Anselmo

vitelloni di paese siciliani sono diversi. Specialmente se guardano il mondo degli anni Cinquanta del Novecento da un Sud vuoto e senza tempo, da molto lontano. Hanno solo il loro bigliardo quotidiano e nei giorni di grande festa, quattro, cinque volte l’anno, in un casolare bianco celebrano i loro “schiticchi”, con la grande abbuffata di cibo e di sesso a pagamento

CORLEONE IN ZONA ROSSA DAL 5 AL 19 MAGGIO 2021


🔴 #CoronavirusCorleone (3 maggio 2021) 

Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 6 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Rilevati 8 casi di sospetta variante inglese.

Con ordinanza n. 51 del 3 maggio 2021 il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha istituito la zona rossa per Corleone. Il provvedimento sarà in vigore da mercoledì 5 maggio al 19 maggio compreso.

ASP DI PALERMO: OLTRE MILLE VACCINATI DA DOMANI A VENERDI’ A LAMPEDUSA

Il poliambulatorio di Lampedusa

AGLI OVER 60 (E FINO A 79 ANNI) SARA’ SOMMINISTRATO IL SIERO MONODOSE JANSSEN
PALERMO 3 MAGGIO 2021 – Oltre mille lampedusani verranno vaccinati entro la settimana. Medici ed infermieri dell’Asp di Palermo saranno impegnati da domani a venerdì 7 maggio nella somministrazione del siero, sia nella maggiore delle Isole Pelagie che a Linosa. A Lampedusa saranno allestite quattro postazioni nel Poliambulatorio di Contrada Grecale dove, mattino e pomeriggio, gli operatori dell’Azienda sanitaria del capoluogo vaccineranno i cittadini che rientrano nella popolazione individuata nel target nazionale. Sulla base di una preregistrazione curata dalla locale amministrazione comunale, sono circa 1.200 gli utenti che hanno aderito alla campagna rivolta ad over 80, soggetti fragili e cittadini tra 60 e 79 anni di età. Questi ultimi riceveranno il siero Janssen che necessita di una sola somministrazione per l’immunizzazione.

Giornalismo tra verità e impegno civile. A 61 anni dalla morte del cronista Cosimo Cristina. Convegno promosso da Esperonews e L’Informazione

Cosimo Cristina

Organizzata dai giornali online Esperonews e L’Informazione si terrà martedì 4 maggio 2021 alle ore 17,00 la conferenza “Giornalismo tra verità e impegno civile. A 61 anni dalla morte del cronista Cosimo Cristina”.
All’incontro prenderanno parte Gian Carlo Caselli, già Procuratore della Repubblica di Palermo, Giusi Conti, Dirigente scolastico, Claudio Fava, Presidente Commissione regionale Antimafia, Alfonso Lo Cascio, Direttore del Giornale online Esperonews, Luciano Mirone, Direttore del Giornale online L’Informazione, e  Riccardo Orioles, Cofondatore del Giornale I Siciliani. La regia sarà curata da Giovanni Azzara. E’ possibile seguire l’incontro sul sito e sulla pagina facebook dei giornali Esperonews e L’Informazione.

Sancito un significativo atto di gemellaggio tra le sezioni Avis di Corleone (Sicilia) e Locri (Calabria)

Alcuni dei protagonisti dell'atto di gemellaggio prima della pandemia

Ieri pomeriggio, su piattaforma online, è stato sottoscritto un importante atto di gemellaggio di alto valore etico e civile tra l'Avis di Corleone, presieduta da Enza Crapisi, e l'Avis di Locri, presieduta da Marina Leone.
Le due strutture Avis avevano già nel 2019 deliberato di stipulare il gemellaggio, ma a causa della pandemia l'iniziativa era stata rinviata. 
A Nessuno sfugge l'alto valore simbolico e pratico del gemellaggio sottoscritto tra due sedi Avis che operano in territori difficili ed emblematici a causa di una forte presenza della criminalità organizzata. Ma proprio questo gemellaggio ha l'obiettivo di mettere in primo piano il grande cuore e la capacità di esprimere solidarietà da parte dei cittadini onesti di Corleone e di Locri, di cui le due sezioni Avis sono espressione.

"La strage più lunga", il libro dedicato ai sindacalisti uccisi dalla mafia


Un dovere di memoria per Dino Paternostro che dà un volto ai caduti del movimento contadino in Sicilia, per lo più dimenticati e rimasti senza giustizia. 
Il SERVIZIO su Tgr Sicilia del 30/4/2021 di Elena Sorci, riprese Maria Luce Bondì, montaggio Daniele Marchese. GUARDA IL VIDEO

domenica 2 maggio 2021

ASP DI PALERMO: PROSEGUE AD OLTRANZA L’OPEN DAY


DA DOMANI ANCORA VACCINAZIONI SENZA PRENOTAZIONI PER TUTTI GLI AVENTI DIRITTO
PALERMO 2 MAGGIO 2021 – Prosegue ad oltranza l’Open Day delle vaccinazioni in tutti i punti di somministrazione dell’Asp di Palermo (vedi tabelle allegate). Il successo dell’iniziativa, con numeri record di adesione in città e provincia, ha indotto a dare continuità alla manifestazione che consente a tuti gli aventi diritto di potersi vaccinare, anche senza prenotazione.
Fino alle ore 17 di oggi, sono state complessivamente 33.237 le vaccinazioni effettuate durante l’Open Day in città e provincia da tutte le Aziende interessate dall’iniziativa, di cui 14.527 dall’Asp insieme ai Medici di Medicina Generale e di Continuità Assistenziale.
Basterà presentarsi in uno dei punti di somministrazione negli orari indicati –  a seconda della categoria di appartenenza - muniti di tessera sanitaria e documento di identità per ricevere il siero. Per velocizzare l’attività propedeutica alla vaccinazione, l’Azienda sanitaria invita gli utenti a scaricare la documentazione nell'apposita sezione del sito internet dell'Asp all'indirizzo  http://www.asppalermo.org/copertina.asp (compilando i fogli con tutti i dati richiesti). Il personale medico procederà poi all’anamnesi del soggetto, quindi avverrà la vaccinazione. Dopo il tempo di osservazione, l’utente potrà andare via.

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi ancora 13 nuovi casi: totale 83 positivi!


🔴 #CoronavirusCorleone (2 maggio 2021) 

Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 13 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Due persone sono guarite. Rilevati 9 casi di sospetta variante inglese.

Si ha l’impressione che i contagi siano ormai fuori controllo. E che le autorità assistano passivamente. Bisognerebbe parlare ai cittadini, dire loro in maniera autorevole di rispettare le disposizioni dello Stato e delle autorità sanitarie. Ma tutti tacciono. In attesa della “miracolosa” zona rossa... (Dp).

L'ADDIO A PIO TRA RABBIA, DOLORE E LACRIME, IN QUELLA TRAGICA ALBA DEL DUE MAGGIO CON PERTINI, BERLINGUER E DALLA CHIESA


di VINCENZO VASILE 

È l’alba di una di quelle domeniche di primavera che in Sicilia preludono all’estate. Ma si lavora con le lacrime agli occhi a piazza Politeama per un funerale, l’ultimo omaggio a Pio La Torre e Rosario Di Salvo, assassinati. Si fatica ad allestire i due grandi palchi, quello delle autorità e dei familiari, e quello del partito. Tra i volontari un signore alto ed elegante chiede con discrezione notizie sul programma. Lo riconoscono solo in ritardo. È Carlo Alberto Dalla Chiesa, il generale dei carabinieri per la cui nomina a prefetto e coordinatore della lotta alla mafia, è stata richiesta tanti mesi fa proprio da La Torre al primo presidente del Consiglio non democristiano, Giovanni Spadolini. 

sabato 1 maggio 2021

L’intervento del segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo oggi da Portella della Ginestra

L’intervento di Mario Ridulfo

Festa del Lavoro. Una ristretta delegazione della Cgil al cimitero di Piana degli Albanesi e poi a Portella della Ginestra ha deposto una corona di fiori in onore dei martiri della strage del primo maggio 1947. 
Anche quest'anno, a causa del Covid e per i divieti previsti, la Festa del Lavoro del Primo Maggio non ha visto il tradizionale appuntamento pubblico della Cgil con il raduno e il corteo che dalla Casa del Popolo sfilava fino a Portella, accompagnato dalla banda del paese. Alla cerimonia invece è stata presente una ristretta delegazione del sindacato. È intervenuto il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo Pubblichiamo una sintesi del suo intervento.

PORTELLA: DOPO LA STRAGE I LAVORATORI MISERO IN FUGA I MAFIOSI

LEANDRO SALVIA


PIANA DEGLIA ALBANESI. “Dopo la strage, tanti giovani di Piana, San Giuseppe Jato e San Cipirello ci riunimmo per setacciare le montagne. Ricordo che i mafiosi del paese scapparono per paura”.
Il 1 maggio del 1947 Antonino Leggio si trovava a Portella della Ginestra per festeggiare il 1° maggio insieme ad altri contadini e loro famiglie. Aveva 19 anni ed aveva già preso parte all’occupazione delle terre. Quel tragico giorno fu tra coloro i quali caricarono i cadaveri dei compagni e li portarono in paese. Da oltre 70 anni vive in provincia di Bologna. Ma non ha mai dimenticato quei momenti.

Emergenza coronavirus a Corleone: il sindaco Nicolosi spiega perché ha chiesto alla Regione l’istituzione della “ zona rossa”

Il sindaco Nicoló Nicolosi

In merito alla richiesta di zona rossa per Corleone al presidente della Regione Siciliana si precisa quanto segue. Sentite le autorità sanitarie, la Protezione civile, le forze dell’ordine locali in merito ai contagi, il sindaco è tenuto a far presente alla Regione la situazione, cosa che è avvenuta ieri al termine della riunione pomeridiana al Comune.
È poi il presidente ad istituire formalmente la zona rossa in base al decreto legge n.52 del 22 aprile 2021 che testualmente dice: 

Mosaico di storie corleonesi. LUCIA, LA CONZA PIATTI E LEMMA


Non so quanti a Corleone conoscano la storia di Lucia, una donna che ho sempre custodito dentro di me fin dalla tenera età, era una storia che mi piaceva e mi emozionava tanto,
man mano che son maturata in consapevolezza Lucia ha acquistato sempre più consistenza fisica, autorevolezza morale, forza combattiva ed è cresciuta in me la coscienza-piacere di raccontare e scrivere di lei, del suo vissuto reale mescolato a quello da me immaginato, perché io come voi non l’ho mai conosciuta e tutto ciò che di seguito racconterò l’ho appreso nelle sere d’estate della mia infanzia quando, io e mia madre, dopo cena, andavamo dalla nonna che abitava nel quartiere Pozzo Buono dove era abitudine delle persone residenti sedersi davanti la porta per beneficiare della frescura della sera e fare quattro chiacchiere con il vicinato. LEGGI TUTTO

venerdì 30 aprile 2021

Primo Maggio, ricordiamo i martiri di Portella della Ginestra


Festa del Lavoro. Domani una ristretta delegazione della Cgil al cimitero di Piana degli Albanesi e poi a Portella della Ginestra per la deposizione di una corona di fiori

Palermo 30 aprile 2021 – Domani la Cgil Palermo ricorderà i martiri di Portella della Ginestra prima al cimitero di Piana degli Albanesi e poi con la deposizione di una corona di fiori accanto al cippo che ricorda le vittime, al memoriale della strage. 
     Anche quest'anno, a causa del Covid, per via delle misure e dei divieti previsti, per la Festa del Lavoro del 1 Maggio salta il tradizionale appuntamento pubblico della Cgil con il raduno e il corteo che dalla Casa del Popolo sfilava fino a Portella, accompagnato dalla banda del paese. Alla cerimonia sarà presente una ristretta delegazione del sindacato. Interverrà il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo. 

Terza Giornata della Memoria dei dirigenti e degli attivisti sindacali assassinati dalla mafia in Sicilia

Gli alunni della scuola primaria drll’I.C. “G. Vasi”
lèggono i nomi delle vittime innocenti di mafia



PUBBLICHIAMO IL VIDEO DEL DIBATTITO SULLA GIORNATA DELLA MEMORIA E LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA STRAGE PIÙ LUNGA” DI DINO PATERNOSTRO. Ha coordinato la discussione il giornalista Attilio Bolzoni del quotidiano "Domani". Dopo l’introduzione di Mario Ridulfo, segretario generale Cgil Palermo, sono intervenuti Antonella Azoti (figlia di Nicolò Azoti), Alfio Mannino, Segretario Generale Cgil Sicilia, Adriana Laudani, Presidente Associazione "Memoria e Futuro", Enzo Campo già Segretario della Camera del Lavoro di Palermo, Ilaria Romeo, Responsabile Archivio Storico Cgil Nazionale, Dino Paternostro, Responsabile Dipartimento Legalità e Memoria Storica Cgil Palermo ed autore del libro, Luciano Silvestri, Responsabile dipartimento legalità Cgil Nazionale, Umberto Santino, Presidente del Centro Siciliano di Documentazione “G. Impastato". Ha concluso Francesco Sinopoli, Segretario Generale Flc Cgil Nazionale. GUARDA IL VIDEO

Emergenza coronavirus a Corleone: il sindaco ha chiesto la zona rossa!


Si è svolta nel pomeriggio di oggi una riunione tra sindaco, dirigenti scolastici, rappresentanti delle forze dell’ordine locali, dell’Azienda sanitaria provinciale e della Protezione civile per discutere dell’emergenza Coronavirus a Corleone.
Attualmente in città ci sono 70 persone positive (di cui 41 con sospetta variante inglese). Da lunedì 26 aprile ad oggi i casi accertati sono stati 53 (37 tamponi molecolari e 16 rapidi di cui si aspetta conferma con il molecolare). 
In considerazione dell’elevato numero di soggetti positivi e del diffondersi della variante inglese, oltre che della grande quantità di persone in quarantena per contatti con positivi, il sindaco ha richiesto al presidente della Regione Siciliana l’istituzione della zona rossa per la città.

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi ancora 8 nuovi casi: 70 complessivamente i positivi


🔴 #CoronavirusCorleone (30 aprile 2021) 

Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 8 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Una persona è stata dimessa dall’ospedale. Rilevati 5 casi di sospetta variante inglese.

Boom di contagi a Corleone, verso nuove restrizioni

Il sindaco NICOLÒ NICOLOSI





La città di Corleone rischia la stretta dopo l'improvviso aumento di nuovi casi

Sono 40 i nuovi casi di Covid-19 registrati a Corleone in soli 4 giorni. La città in provincia di Palermo adesso rischia la dichiarazione di zona rossa ma l’ultima parola spetterà all’amministrazione comunale e presidente della Regione. Un’esclatation preoccupante è quella che si registra a Corleone dove, secondo l’ultimo bollettino di ieri, sono 10 i nuovi casi che fanno salire a 62 il numero degli attuali positivi. Quello che preoccupa è l’inpennata degli ultimi giorni. I positivi, infatti, sono saliti da 22 a 62 in soli 4 giorni.

Una strage lunga un secolo: la Cgil ricorda i sindacalisti uccisi dalla mafia

L’epopea dei sindacalisti (G. Porcasi)


Ogni anno, il 30 aprile, si ricordano a Palermo i militanti sindacali uccisi dai mafiosi in Sicilia. Nella "Giornata della memoria" 2021 sarà anche presentato il libro di Dino Paternostro "La strage più lunga". Abbiamo intervistato l'autore.

Di Turi Caggegi

Da Bronte a Corleone

Appello dal carcere: scuola contro la mafia

Indagine del Centro Pio La Torre, le risposte di studenti e alunni detenuti alla diffusione della criminalità organizzata

Palermo, 26 aprile - “Bisogna investire nella scuola in carcere, coltivando la fiducia nell'essere umano. Offrire nuove 'finestre' alle quali potersi affacciare per vedere delle alternative a una vita sbagliata”. Così ha risposto uno studente detenuto al questionario sulla percezione del fenomeno mafioso somministrato dal centro studi Pio La Torre nell'ambito del Progetto educativo antimafia.

OPINIONI. La critica femminista al Ddl Zan: “Non bruciamo il corpo sessuato sull’altare della fluidità di genere”

di ROBERTO MORANDI


Maria Rosaria Fosforino e Marina Noce vengono da un'esperienza di sinistra, portano una critica articolata alla proposta di legge contro l'omotransfobia, dalla moltiplicazione dei generi alla maternità surrogata come forma di sfruttamento

Il Ddl Zan sul contrasto alla omotransfobia riprende il suo percorso parlamentare. Ci sono voci favorevoli e altre contrarie o dubbiose sulla nuova legge: anche se la nuova norma è sostenuta dal centrosinistra e avversata da tutte le forze del centrodestra (di governo e all’opposizione) nella società le posizioni sono più frastagliate ed emerge anche una critica – ad esempio – da esponenti del femminismo o della sinistra.
Riceviamo e pubblichiamo la articolata posizione espressa da Maria Rosaria Fosforino e Marina Noce

giovedì 29 aprile 2021

Covid, come ottenere in Sicilia la “Certificazione verde” per gli spostamenti


Definite in Sicilia le modalità per ottenere la “Certificazione verde Covid-19
” da utilizzare per gli spostamenti tra regioni localizzate in zona rossa e arancione, come previsto dal nuovo “Decreto Riaperture” del governo nazionale e in attesa di una successiva regolamentazione nazionale. Lo prevede una circolare dell’assessorato della Salute, firmata dal presidente della Regione e assessore per la Salute ad interim, Nello Musumeci, e inviata, assieme ai modelli predisposti, a tutti i direttori generali e ai direttori sanitarie delle Aziende sanitarie della Sicilia.

L’intervista di Dino Paternostro a FocuSicilia

L’intervista di Dino Paternostro a FocuSicilia sulla Giornata della Memoria dei sindacalisti assassinati dalla mafia in Sicilia e sul suo libro “La strage più lunga”. Grazie a Turi Caggegi. GUARDA IL VIDEO

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi 10 nuovi casi di infezione, 3 guariti e 11 casi di sospetta variante inglese


🔴 #CoronavirusCorleone (29 aprile 2021) 

Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 10 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 3 le persone guarite e una dimessa dall’ospedale. Rilevati 11 casi di sospetta variante inglese.

Anniversario assassinio di Pio La Torre e Rosario Di Salvo: questa mattina la commemorazione in via Li Muli con gli studenti e le autorità

Un momento della manifestazione di stamattina 

PALERMO, GIOVEDI 29 APRILE – Insieme giovani e adulti, testimoni e studenti hanno pulito la lapide e poi lasciato 39 fiori, tanti quanti sono gli anni trascorsi dall'omicidio politico-mafioso di Pio La Torre e Rosario Di Salvo.
Alla cerimonia di commemorazione 
organizzata dal centro studi Pio La Torre in via Li Muli insieme alle autorità questa mattina c'erano gli studenti delle scuole che hanno “adottato” la lapide posta nel luogo dell'agguato e cioè: l'elementare “Ragusa – Moleti”, il liceo artistico Vincenzo Ragusa - Otama Kiyohara, l'Itet Pio La Torre, il liceo classico Vittorio Emanuele II, l'Ipssar Borsellino. Con loro c'erano anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, la vice prefetto vicario di Palermo, Anna Aurora Colosimo, il capogruppo Pd all’Ars Giuseppe Lupo, Mario Ridulfo, segretario della Cgil di Palermo, Dino Paternostro, responsabile legalità Cgil Palermo, il presidente della quarta circoscrizione di Palermo, Silvio Moncada e Tiziana di Salvo, figlia di Rosario, che è intervenuta a nome di tutti i familiari delle vittime di mafia.

Il 30 aprile è la giornata della memoria dedicata ai sindacalisti uccisi. Alle ore 16.30 web meeting con la presentazione del libro “La strage più lunga” di Dino Paternostro

Palermo 28 aprile 2021 – Venerdì  30 aprile si celebra  la Terza Giornata della memoria dedicata ai sindacalisti uccisi dalla mafia.

Una giornata che la Cgil, nel suo ultimo congresso, ha deciso di istituzionalizzare il 30 aprile, anniversario dell’assassinio di Pio La Torre e Rosario Di Salvo, per ricordare tutti i caduti nella lotta contro la mafia e per la libertà, la democrazia e la giustizia sociale.
Venerdì alle ore 16,30 si svolgerà un web meeting su www.collettiva.it e sulle pagine facebook della Cgil Palermo e della Cgil Sicilia, con la presentazione del libro di Dino Paternostro “La strage più lunga”, dedicato ai sindacalisti caduti.
Introduce il dibattito Mario Ridulfo. Coordina il giornalista Attilio Bolzoni.
Intervengono: Antonella Azoti, Adriana Laudani, Ilaria Romeo, Luciano Silvestri, Alfio Mannino, Enzo Campo, Dino Paternostro, Umberto Santino. Conclude il segretario nazionale Flc Cgil Francesco Sinopoli. Durante l’iniziativa, sarà presentato un video con le interviste ad alcuni familiari di  vittime di mafia e la  lettura dei nomi dei sindacalisti fatta dagli alunni dell’I.C. “G. Vasi” di Corleone.

mercoledì 28 aprile 2021

Corleone, emergenza coronavirus. Oggi altri 12 casi di coronavirus. Due persone sono guarite, ma rilevati 15 casi di sospetta variante inglese


🔴 #CoronavirusCorleone (28 aprile 2021)
Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 12 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 2 le persone guarite. Rilevati 15 casi di sospetta variante inglese.

Corleone, emergenza coronavirus. Dopo il rapido aumento dei contagi, da domani fino al 10 maggio sospese le attività didattiche in presenza per la scuola primaria

Ordinanza sindacale sospensione attività didattica in presenza
dal 29 aprile al 10 maggio 2021

Con l’ordinanza n. 18 del 28 aprile 2021 il sindaco di Corleone ha disposto la sospensione delle attività didattiche per la scuola primaria. Gli alunni seguiranno le lezioni a distanza. Il provvedimento sarà valido da domani, giovedì 29 aprile, a lunedì 10 maggio compreso. Le attività didattiche della scuola dell’infanzia e della secondaria di primo grado proseguono regolarmente in presenza.