"Specialisti in lenti progressive" - CORSO DEI MILLE 117 90034 CORLEONE (PA) - Tel. 091 8463042

giovedì, settembre 01, 2022

Premio “Honos”, sezione “Honor” per la legalità, a Dino Paternostro. Il conferimento avverrà a Noto l’8 ottobre

Dino Paternostro 


Lo scorso 16 agosto il coordinatore e il presidente del Premio Honos 2022, sezione Honor, con sede a Noto (Siracusa), ha comunicato a Dino Paternostro “che il Comitato Speciale indetto per il 
Premio Honos 2022 per la legalità, Le ha conferito un riconoscimento per la vostra alta professionalità, esemplare per ogni cittadino, la vostra dignità e onore al merito. Nel congratularci per la brillante carriera, La invitiamo a partecipare alla cerimonia di consegna che avrà luogo giorno 8 ottobre 2022 alle ore 18.00 presso la Sala Gagliardi in Noto (Sr)”. 
F.to: Dott.ssa Laura Liistro, Coordinatore Premio; Prof.ssa Giuseppa Gozzo Presidente Galleria Etno Antropologica. 

La Commissione HONOS 2022 è composta dal Dott. Diego Scarabelli, Funzionario Sicurezza UE; Dott. Santino Alessandro Cugno, Funzionario Archeologo MIBACT; Ugo Mazzei, Cantautore/produttore; Dott. Rosario Pulvirenti , Manager Executive in Project; Dott. Tommaso Puccio, Presidente Rotary Palermo Mondello; Dott. Gianni Di Noto, Docente Miur -Archeologo; Maria Antonietta Liistro, Docente Miur; Dott.ssa Maria Giovanna Mirano, Scrittrice. 

Questa la motivazione per il premio conferito: Premio Honos, Sezione HONOR, attività culturale ed operativa contro il crimine dedicata al M.llo Maggiore C/C Paolo Bordonaro, conferito 

           A DINO PATERNOSTRO

“Dino Paternostro, corleonese, da ragazzo ha dovuto convivere con la paura della mafia e con la vergogna di poter esserne considerato complice o succube. Riuscì a spezzare questo cerchio di paura e di vergogna quando scopri che a Corleone e in Sicilia c’era stata e c’è mafia ma ci sono stati e ci sono coloro che l'hanno combattuta. Fu così che scopre personaggi come Placido Rizzotto e Bernardino Verro.

È stato segretario della Camera del Lavoro di Corleone ed impegnato politicamente sul territorio corleonese. 

Ricopre adesso nella Cgil di Palermo l’incarico di responsabile del dipartimento legalità e memoria storica, per dare continuità al suo impegno per il recupero del ruolo avuto dai personaggi dell’antimafia sociale a Corleone e in Sicilia, ingiustamente dimenticati.

Senza negare mai l’esistenza della potente mafia corleonese (su cui ha scritto nel 2005 il libro “I corleonesi. Storia dei golpisti di Cosa nostra”), ha però in ogni modo valorizzato 

l’ “altra” Corleone , quella del movimento contadino di fine ‘800 e della seconda metà del ‘900.

Ha contribuito in maniera determinante a tirare fuori dall’oblio il nome di Placido Rizzotto (sindacalista corleonese ucciso dalla mafia nel ’48) scrivendo per la prima volta nel 1983 un opuscolo ciclostilato sulla sua storia.

Il percorso di valorizzazione della figura di Rizzotto si è ulteriormente rafforzato col recupero, dopo decenni,  dei suoi resti gettati in una “ciacca” di Rocca Busambra (il cimitero della mafia di Corleone) e addirittura nell’organizzazione dei suoi funerali di Stato (il primo dedicato a un sindacalista), a cui hanno partecipato le più alte cariche dello Stato e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (24 maggio 2012). 

Dopo questo straordinario evento ha pubblicato il libro “Placido Rizzotto. I funerali di Stato”. 

Ha pubblicato inoltre numerosi saggi e libri, tra cui: 

Placido Rizzotto e le lotte popolari a Corleone nel secondo dopoguerra (1992); Corleone, l’antimafia sconosciuta, 1893-1993 (1994); Il sogno spezzato di Placido Rizzotto (1998); Placido Rizzotto e le lotte contadine a Corleone (2000)”. 

Il Premio Honos, istituito negli anni scorsi, ha come obiettivo di riconoscere e valorizzare persone fisiche,enti o organismi italiani,che hanno offerto un volto legale della nostra Italia con l'alta professionalità, in campo educativo, scientifico, artistico, economico e politico.

La Cultura della legalità, dimostrata  dai premiati con la carriera e operazioni specifiche, vuol essere la voce di quegli italiani che hanno realizzato attività volte a dare lustro alla società. A loro si vuole offrire il riconoscimento, elevandoli portavoce tra le eccellenze della nostra Italia.

***

“Sono onorato del conferimento del premio Honos 2022 - dice Dino Paternostro -. Lo dedico a tutti i corleonesi e i siciliani onesti! Grazie alla giuria!”.

Nessun commento: