CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

mercoledì 22 settembre 2021

Raddoppio Ogliastrillo-Cefalù, sindacati degli edili sottoscrivono accordo con la Toto Costruzioni per il riconoscimento di indennità aggiuntive ai 300 operai


“Un primo passo per una contrattazione aziendale che premia il lavoro a ciclo continuo e il lavoro in galleria”. 

Palermo 22 settembre 2021 – Firmato l'accordo con la Toto Costruzioni Generali per il riconoscimento di nuove indennità aggiuntive ai lavoratori impegnati nella mega opera del raddoppio ferroviario Ogliastrillo-Cefalù. Un accordo, sollecitato dai sindacati, che riguarda la lavorazione a “ciclo continuo” per un'opera particolarmente impegnativa e articolata, che sta impiegando le più moderne tecnologie e interventi quasi integralmente in sotterraneo. 

    L'accordo prevede il riconoscimento di una indennità pari a 600 euro lordi alle maestranze per i periodi precedenti in cui è stata avviata la lavorazione dentro le gallerie. E una indennità pari a 10 euro per il sabato e 12 euro per il lavoro domenicale. Tutto ciò, in aggiunta a quanto già previsto nel contratto collettivo nazionale per i lavori in galleria e per i turni.

 Con l'arrivo della “talpa”, per lo scavo meccanizzato della due nuove gallerie all'altezza di Ogliastrillo di 7 km ciascuna, con binari in entrambe le direzioni, il cantiere è entrato in una fase in cui le lavorazioni hanno assunto consistenza e l'opera non si deve fermare. 

   “Quello raggiunto oggi è per noi è un primo risultato importante, frutto degli accordi già sottoscritti a livello nazionale con Rfi e le organizzazioni nazionali degli edili, che prevedono protocolli per l'organizzazione di cicli continui per le grandi opere, il lavoro h 24, rafforzando il sistema di tutela sia economica sia legata alla sicurezza – dichiarano i segretari generali Piero Ceraulo, della Fillea Cgil Palermo, Francesco Danese, della Filca Cisl Palermo Trapani e Pasquale De Vardo, della Uil Tirrenica Messina Palermo - Con l'apporto della talpa, capace di avanzare nelle diverse tipologie di terreno, finalmente il cantiere comincia la fase di espansione e di attività complessa. Era fondamentale organizzare una lavorazione che si sviluppasse a ciclo continuo. I lavoratori in questa fase hanno raggiunto il picco delle 300 unità e quasi la metà di loro dovrà lavorare dentro le gallerie. Sono state organizzate 4 squadre che si alterneranno a cicli di 8 ore, sette giorni su sette. I lavoratori hanno già iniziato il lavoro notturno, con pause settimanali stabilite all'interno dell'accordo”. 

    Secondo Fillea, Filca e Feneal, un passo avanti decisivo è rappresentato dalla sperimentazione di un nuovo modello di contrattazione aziendale che consente, all'interno degli accordi già esistenti, “di migliorare le condizioni economiche della manodopera e di regolamentare gli orari di lavoro in virtù del fatto che l'attività svolta è particolarmente gravosa ed esposta a rischi importanti”. 

   Delle squadre fa parte personale altamente specializzato, come minatori, escavatoristi, lancisti, assieme a operai, manovali e carpentieri. 

     “E' importante, nell'incontro con un grande gruppo come la Toto, aver messo a punto la sottoscrizione di un accordo del genere, che segna un avanzamento per la contrattazione aziendale in un territorio come il nostro. Vigileremo perché l'accordo venga mantenuto da entrambe le parti e perché l'opera proceda rispettando i tempi di consegna, nel 2025, e i livelli occupazionali stabiliti”. I lavori permetteranno un più efficiente collegamento della città di Cefalù con Palermo e condoglianze  l’Aeroporto “Falcone-Borsellino”.

Nessun commento: