"Specialisti in lenti progressive" - CORSO DEI MILLE 117 90034 CORLEONE (PA) - Tel. 091 8463042

martedì, marzo 15, 2022

Amap, 75 milioni per ammodernare la rete idrica. Manutenzione su 1.300 km di rete e contatori smart


Un investimento di poco superiore ai 75 milioni di euro in due anni, con un complesso piano di interventi per digitalizzare 1300 chilometri di rete di distribuzione dell’acqua potabile, effettuare la manutenzione straordinaria sulle condotte, installare “contatori intelligenti” per la misurazione dei consumi e sistemi automatizzati di disinfezione e controllo dell’acqua; il tutto con l’obiettivo di ridurre le perdite reali e apparenti della rete idrica e per garantirne la qualità finale per i cittadini.

È questo il piano di AMAP, che per realizzarlo ha appena ricevuto dal Governo nazionale un contributo di 52 milioni nell’ambito del PON “Infrastrutture e Reti” finanziato con il fondo ReactEU dell’Unione Europea. L’azienda, che garantirà con fondi propri le somme integrative necessarie per coprire tutti i costi, aveva presentato la richiesta di contributo a dicembre, con progetti esecutivi redatti dal proprio ufficio tecnico. Si potrà quindi procedere in tempi brevi alle gare d’appalto per l’affidamento dei lavori previsti dalle diverse fasi del progetto.



Il progetto parte da una lunga e dettaglia analisi delle perdite presunte della rete idrica (stimate intorno al 45%, pari a circa 54 milioni di metri cubi) da cui emerge che alle effettive perdite d’acqua (dovute principalmente a guasti lungo le reti di adduzione e guasti negli allacci dell’utenza) si sommano perdite cosiddette “apparenti”, quelle riferite agli allacci abusivi ma soprattutto quelle dovute alla vetustà dei contatorie e del sistema di rilevazione dei consumi, che in alcune zone servite da Amap non restituiscono informazioni attendibili al 100%.

In sostanza, è emersa la necessità di pianificare interventi su due fronti: una massiccia manutenzione di alcune parti della rete di distribuzione soprattutto nella sua parte finale di allaccio alle utenze e allo stesso tempo l’ammodernamento, anche attraverso il ricorso a strumenti di telemetria digitale dei sistemi di rilevazione dei flussi idrici e dei consumi finali. Gli strumenti di misurazione e monitoraggio digitali permetteranno sia di controllare costantemente tramite un’unica centrale di controllo la pressione di tutti i settori della rete, individuando tempestivamente eventuali anomali e perdite, sia di avere una registrazione costante degli effettivi consumi da parte degli utenti.

Nessun commento: