"Specialisti in lenti progressive" - CORSO DEI MILLE 117 90034 CORLEONE (PA) - Tel. 091 8463042

venerdì, marzo 25, 2022

La Cgil di Corleone: bene il progetto viario per la Corleone-Partinico, ma perché i 4 progetti del comune non sono stati ammessi?


“Lo scorso 15 marzo - active in una nota la Camera del Lavoro di Corleone - la Città Metropolitana di Palermo ha presentato un progetto per la realizzazione di una grande infrastruttura stradale che dovrebbe collegare Corleone a Partinico.  
Tale notizia ci ha restituito speranza per il nostro territorio, considerato anche il grande impegno che negli ultimi anni la Cgil ha portato avanti assieme ai comitati cittadini. 
Sempre negli ultimi giorni, la città metropolitana ha presentato i "PIU" (piani integrati urbani), per progetti che ammontano a circa 200 milioni di euro e che dovranno realizzarsi entro il 2026 attivando i fondi del Pnrr. 

Purtroppo , scorrendo l'elenco dei progetti presentati, abbiamo scoperto che nessun progetto presentato dal Comune di Corleone è presente nella lista e che allo stesso tempo, non esiste nessun progetto per la zona del Corleonese. 

A tal proposito crediamo  sia doveroso che l'amministrazione comunale, spieghi alla cittadinanza le ragioni di tali assenze”. 

Da noi interpellato, l’assessore ai lavori pubblici Salvatore Schillaci ha confermato che i progetti del comune di Corleone sono stati dichiarati “inammissibili” dalla Città metropolitana di Palermo. “Ma è un’ingiustizia - sostiene Schillaci - perché i nostri progetti erano validi. Stiamo chiedendo spiegazioni agli Uffici dell’ex Provincia per verificare la possibilità di recuperarli”. 

I progetti presentati dal comune sono quattro per complessivi 5 milioni di euro: due riguardano l’efficientamento  energetico della pubblica illuminazione. Gli altri due la manutenzione di strade interne. Un peccato non essere stati ammessi. Difficile pensare a “complotti” contro la nostra città. Più facile pensare che i progetti non siano stati redatti e/o seguiti adeguatamente dal punto di vista tecnico-politico. 

(Dino Paternostro)

25/3/2022

Nessun commento: