CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

martedì, ottobre 19, 2021

Pascucci: "Il Centro Documentazione Mafia Antimafia non garantisce l'accesso a tutti i cittadini: l’ascensore non funziona". Di Palermo: "Lo stiamo riparando"

Il complesso architettonico di S. Ludovico, sede del Cidma

Un cittadino corleonese segnala che nella presentazione del libro di Santo Lobino effettuata nei giorni scorsi gli è stato impossibile raggiungere i locali del CIDMA perché l'ascensore NON FUNZIONAVA.
 Il Vice Presidente del CIDMA Claudio Di Palermo ha così risposto al cittadino " Allora se non ci puoi venire tu, noi non la dovevamo fare la presentazione?" La presentazione del Libro non si poteva fare a piano terra? In questi mesi perché l’ascensore non è stato riparato? Il CIDMA è del Comune? Non è affidato ad un’associazione di cui il Presidente è Il Sindaco di Corleone e il VicePresidente è il Segretario del PD di Corleone?
Mi domando se un Partito come il PD con la sua storia, il suo impegno per il miglioramento dei diritti sociali e oggi Partito di Maggioranza del Governo Draghi può ammettere che un suo segretario cittadino possa effettuare un’affermazione così nei confronti di un cittadino disabile.
Prima cosa da fare: far funzionare l’ascensore
Maurizio Pascucci
Capogruppo Attiva Sicilia
Consigliere Comunale
---------
La risposta di Claudio Di Palermo: "Come già in altra occasione ribadito è necessario ristabilire le verità dei fatti!"

Alla richiesta di voler parlare con un responsabile del Cidma, mi sono recato ad incontrare il sig. Labruzzo il quale era giustamente contrariato per non aver potuto usufruire dell’ascensore. Il mio primo pensiero è stato scusarmi per il guasto causato dalle prime piogge che hanno messo l’ascensore in corto circuito e, solo dopo la sua risposta: “Allora queste manifestazioni non si fanno”, mi sono permesso di far notare che allo stato delle cose non era opportuno far saltare una manifestazione già da tempo programmata.
Bisogna pure precisare che al Sig. Labruzzo era stata offerta la possibilità di aiutarlo a salire la rampa di scale per arrivare a primo piano, ma questa offerta è stata rifiutata. Di quanto accaduto mi sono immediatamente preoccupato di informare tutti i presenti all’apertura della presentazione, scusandomi pubblicamente per questo fatto che a me per primo è dispiaciuto.
Ma andiamo all’ascensore: subito dopo i primi segni di mal funzionamento, si è provveduto a chiamare un tecnico per capire cosa fosse successo e la diagnosi è stata di infiltrazione d’acqua, quindi rischio di corto circuito e mancanza di sicurezza.  Si è chiesto così un preventivo e si sperava che ad oggi fosse stato già riparato, mentre nel concreto i tempi si sono allungati.  
Siamo certi che prima della prossima manifestazione, presumibilmente domenica 31 ottobre, tutto sarà risolto. Sarà altresì compito nostro nella locandina precisare se l’ascensore sarà fruibile. Per quanto riguarda tutto il resto non è il mio incarico al Cidma o l’essere il segretario del PD corleonese a rendermi sensibile alla problematica della disabilità, ma la mia storia personale e professionale di insegnante e insegnante di sostegno.  Lascio a chi vive di polemiche politiche e di insinuazioni diffamatorie tutto il resto.

Claudio Di Palermo
Vice-presidente del Cidma

Nessun commento: