mercoledì 30 gennaio 2013

Corleone, dopo la vicenda inquietante della tomba di Verro, la Procura indaga sulla gestione del cimitero


MAFIA: IPOTESI DI SEPOLTURE SEGRETE PER VITTIME LUPARA BIANCA. "LA CGIL E' PARTE LESA - DICE MAURIZIO CALA' - E CHIEDE CHE SI ACCERTI TUTTA LA VERITA'"
(ANSA) - PALERMO, 30 GEN - La Procura della Repubblica di Termini Imerese svolgera' accertamenti sulla gestione dei registri del cimitero di Corleone. L'indagine prende spunto dalla scoperta di due teschi - uno potrebbe appartenere al boss Calogero Bagarella - nella tomba intestata a Bernardino Verro, uno dei capi dei Fasci siciliani ucciso nel 1915. I resti di Verro, eroe e simbolo della lotta alla mafia, erano stati traslati dalla figlia il 23 marzo 1959 nel cimitero dei Rotoli di Palermo. Ma il trasferimento, ha accertato la polizia, non era stato annotato. 

La mancata annotazione della traslazione dei suoi resti potrebbe essere stata causata non da una distrazione ma dalla necessita' di utilizzare il loculo per seppellire segretamente morti di mafia. Si sospetta che con lo stesso accorgimento siano state liberate altre tombe per ospitare i corpi di vittime della lupara bianca scomparse durante la guerra di mafia scoppiata a Corleone dopo l'uccisione nel 1958 del medico e boss Michele Navarra. Identiche operazioni sarebbero state compiute anche in epoca piu' recente. Uno dei depositari dei segreti del cimitero di Corleone era certamente Francesco Coniglio, un impresario di pompe funebri ucciso nel 1976. Il suo delitto viene ora riletto nell'ambito del filone di inchiesta che verifichera' la regolarita' dei registri cimiteriali. 
La Cgil ha annunciato che seguira' il caso come ''parte lesa''. Al sindacato erano state infatti assegnate dal Comune due tombe contigue: una per Verro e l'altra per Placido Rizzotto, altro simbolo della lotta alla mafia, i cui resti sono stati recuperati dopo 63 anni. ''Il primo a essere danneggiato da questa storia sconcertante - dice Maurizio Cala' segretario della Camera del lavoro di Palermo - e' proprio il sindacato. Percio' promuoveremo iniziative per accertare tutta la verita'''. (ANSA).

Nessun commento: