CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

martedì 21 settembre 2021

Premio antimafia “Salvatore Carnevale” assegnato a Pippo Oddo, Romano Bellissima e Lorenzo Migliore


E' tutto pronto per la nona edizione del Premio antimafia “Salvatore Carnevale”.  A ospitare la manifestazione per la terza volta sarà  l'aula consiliare “Falcone e Borsellino” di Palazzo Europa, sede del Municipio di Capo d’Orlando. Appuntamento il 23 settembre alle ore 17,30.

Dopo il recupero dell’edizione del 2020, svoltasi nello scorso maggio in videoconferenza,  sono stati insigniti per il 2021 tre importanti personalità della cultura socialista in Sicilia: Pippo Oddo, sindacalista, scrittore e storico nativo di Villafrati, in provincia di Palermo; Romano Bellissima, nato a Mirabella Imbaccari nel catanese, già segretario nazionale della Uilcem e della Uil Pensionati, nonché attuale presidente nazionale della Fondazione Nenni, eletto come successore di Giorgio Benvenuto; Lorenzo Migliore, sindaco socialista di Ragusa nella seconda metà degli anni Ottanta, poeta e artefice dell’intitolazione di due strade del capoluogo ibleo ai sindacalisti socialisti Placido Rizzotto e Salvatore Carnevale. L’iniziativa si svolgerà nel giorno esatto dell’ottantesimo anniversario della nascita di Salvatore Carnevale, che ebbe i natali proprio il 23 settembre 1923 nel centro nebroideo di Galati Mamertino.

La locandina dell’iniziativa di Montevarchi in Toscana 

Nello stesso giorno della cerimonia orlandina, a Montevarchi, comune della provincia di Arezzo in cui visse e lavorò Turi Carnevale, sarà intitolata al sindacalista galatese ucciso dalla mafia la locale sede della Cgil, con la partecipazione di vari dirigenti sindacali siciliani e toscani, unitamente alla presenza dell’ex ministro socialista Valdo Spini; fu proprio quest’ultimo, già vicesegretario del Psi, a presiedere nel settembre del 2012, insieme al leader socialista siciliano Salvo Andò, la commemorazione dell’eroe antimafia nebroideo (la prima mai celebrata a Galati Mamertino), promossa dal docente universitario Antonio Matasso ed all’origine dell’attuale Premio.

Secondo lo stesso Matasso, presidente della Fondazione socialista antimafia “Carmelo Battaglia”, che organizza l’evento, "dopo aver premiato l’anno scorso il segretario nazionale della UIl Pierpaolo Bombardieri, insieme ai maltesi Corinne Vella e Matthew Caruana Galizia, rispettivamente sorella e figlio di Daphne Caruana Galizia, al giornalista Valter Vecellio del Tg2 e al leader politico russo di opposizione Grigorij Javlinskij, i socialisti dei Nebrodi intendono continuare a offrire riconoscimenti a personalità che hanno contribuito alla lotta contro Cosa nostra, a livello internazionale, così come in Sicilia e in Italia. Con questo spirito, nel 2022 celebreremo il decennale del nostro omaggio a Turiddu Carnevale".


Sempre nel corso della manifestazione, sarà presentato il libro di Pippo Oddo “Il miraggio della terra in Sicilia. Dallo sbarco alleato alla scomparsa delle lucciole (1943-1969)”, dedicato alla storia del movimento contadino siciliano ed in particolare proprio agli anni in cui erano attivi Placido Rizzotto, Salvatore Carnevale, Carmelo Battaglia e tanti altri sindacalisti socialisti; lo stesso volume sarà presentato anche a Naso il giorno dopo la premiazione orlandina, nel pomeriggio di venerdì 24 settembre presso il Convento dei Frati minori osservanti, a partire dalle 17,30. In quella sede interverranno, oltre all’autore e al professor Matasso (che celebrerà le figure di Francesco Lo Sardo, Nicola Petrina e Giovanni Noè), anche Gaetano Nanì, sindaco della città di Naso, e Rosina Ferrarotto, assessore alla cultura del centro nebroideo.

Messinatoday, 21/9/2021

Nessun commento: