lunedì 8 febbraio 2010

Giuliana. I Carabinieri hanno arrestato e condotto in carcere un uomo per aggressione

COSMO DI CARLO
Giuliana - Ha aggredito colpendolo con un oggetto metallico alla testa un anziano suo vicino di casa dopo essersi introdotto nell’abitazione di quest’ultimo, poi si è dato alla fuga. Rintracciato dai carabinieri delle stazioni di Chiusa Sclafani e Giuliana nel pomeriggio di ieri, è stato fermato a Giuliana e condotto presso la casa circondariale di Termini Imerese.
A finire nei guai Santo Musso 40 anni, con piccoli precedenti penali, residente nel piccolo centro del palermitano. L’accusa per lui è di violazione di domicilio e lesioni. Il diverbio tra Santo Musso ed il 75enne pensionato, secondo la ricostruzione degli eventi fatta dai militari dell’arma, sarebbe avvenuto nella tarda sera di sabato, quando Santo Musso stava facendo rientro a casa ed ha incontrato la vittima che abita a pochi metri da casa sua. Il Musso si sarebbe introdotto, quindi, nell’abitazione dell’anziano e lo avrebbe aggredito colpendolo con un rubinetto metallico e procurandogli una ferita lacero contusa alla testa. L’oggetto è stato poi rinvenuto dai carabinieri che hanno effettuato un minuzioso sopralluogo sul posto e prestato immediato soccorso all’anziano. L’aggressore si dava immediatamente alla fuga, facendo perdere le sue tracce, mentre il pensionato veniva visitato inizialmente dal medico di servizio alla Guardia Medica di Giuliana per poi essere trasferito all’ospedale Civico di Palermo. Qui i medici in considerazione dello stato di salute del ferito, apparso in stato di shock, si sono riservati la prognosi sulla vita. Per tutta la notte di sabato e per parte della domenica i carabinieri hanno cercato Paolo Musso, che veniva rintracciato dai militari nel pomeriggio di domenica. Al vaglio degli inquirenti, che sono risaliti al Musso dopo un’intensa attività d’indagine, i motivi che avrebbero generato la violenta aggressione. L’arrestato terminate le formalità di rito è stato condotto presso la Casa Circondariale di Termini Imerese a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
(NELLA FOTO: Santo Musso)

Nessun commento: