sabato 9 novembre 2019

I Comuni della zona del corleonese in lotta per una viabilità sicura e moderna. Il via a Contessa Entellina


Nonostante la pioggia battente, tanti cittadini, con alla testa il sindaco di Contessa Entellina Leo Spera e insieme ai sindaci dei comuni della zona del corleonese (Campofiorito, Bisacquino, Corleone, Chiesa S., Giuliana, Palazzo Adriano), hanno manifestato per rivendicare strade sicure in grado di assicurare la mobilità delle persone e i trasporti. C’erano il sindaco di campofiorito Giuseppe Oddo, l’assessore Totó Schillaci e la capogruppo di maggioranza Cettina Pinzolo, l’assessore Silvio Cascio, i consiglieri Irene Contorno e Gianvito Gaudiano di Bisacquino, l’assessore Musso e il consigliere Giuseppe Gullo di Chiusa Sclafani, il vicesindaco di Giuliana Pietro Quartararo.  Erano presenti anche i parlamentari nazionali Carmelo Miceli (Pd) e Giuseppe Chiazzese (M5S) e il deputato regionale Giuseppe Lupo (Pd). Negli interventi, Spera e gli altri amministratori hanno denunciato lo stato disastroso della SP12 (vi passano ogni giorno tante vetture e l'autobus che trasporta gli studenti pendolari), delle SP4 ed SP2 Corleone-S. Cipirello- Partinico e di tante altre strade provinciali, ma anche l'abbandono della SS 188 Giuliana-Sambuca e l'ammodernamento incompleto della SS118 nel tratto Corleone-Marineo-Bolognetta.
Hanno chiesto agli ai parlamentari presenti di attivarsi per fare in modo che lo Stato, la Regione e la Città metropolitana di Palermo facciano il loro dovere e lo facciano presto. L'on. Miceli ha attivato in diretta una video-conferenza col vice-ministro alle infrastrutture on. Salvatore Margiotta, a cui ha chiesto di promuovere una CONFERENZA DI SERVIZIO per far sedere allo stesso tavolo e contemporaneamente LO STATO, LA REGIONE SICILIANA, LA CITTA' METROPOLITANA E I SINDACI DEL TERRITORIO. 
L'on. Margiotta ha assicurato si adopererà in questo senso. Il capogruppo Pd all’Ars Lupo ha assunto l’impegno di scuotere la Regione siciliana. 
I presenti, comunque, hanno detto che continueranno le mobilitazioni e le lotte fino a quando le strade non saranno messe in sicurezza. Intanto, domenica sera, alle 18.00, al Centro multimediale di Corleone (c.da S. Lucia), Sindacati, organizzazioni professionali, associazioni civiche, imprenditori, e semplici cittadini proveranno a mettere su un comitato che si batta per migliorare la viabilità del nostro territorio, a cominciare dalla SP4 ed SP2 Corleone-s. Cipirello-Partinico. Il Comitato affiancherà il sindaco e l'amministrazione comunale di Corleone e gli
atri sindaci che si batteranno per la viabilità e lo sviluppo del territorio. Il tempo delle parole sembra essere finito. Adesso bisogna lottare con grande determinazione. Uniti. Speriamo sia la volta buona. (dp)


  

Nessun commento: