CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

domenica 22 agosto 2021

Salgono a 62 i positivi al Covid a Corleone, il sindaco Nicoló Nicolosi: "Comportamenti irresponsabili". Replicano i sindaci di Chiusa e di Campofiorito

Il sindaco Nicoló Nicolosi

Salgono a 62 i positivi al Covid19 a Corleone, nel Palermitano, dove solo pochi giorni fa i casi erano soltanto due. Oggi l'Usca ha previsto una campagna di tamponi che saranno effettuati nei pressi di una scuola.

"Sono sotto attacco perché ho imposto una regolamentazione alla movida, chiusure e regole per evitare il contagio - dice il sindaco Nicolò Nicolosi - E invece i miei concittadini vanno a Campofiorito o a Chiusa Sclafani (due paesi vicini, ndr) a trascorrere le serate nei locali del karaoke. Rischiamo una nuova emergenza, mentre attendiamo ancora l'esito di altre centinaia di tamponi".

Tra i positivi ci sono un medico e due operatori sanitari del locale ospedale dei Bianchi. I pazienti finora controllati sono al momento risultati negativi. Ma i test proseguono. "Ci sono stati comportamenti non sempre responsabili - aggiunge il sindaco - Sono stati organizzati diversi matrimoni e feste, soprattutto dai giovani. Tutti incontri che possono provocare focolai, proprio come successo".

GdS, 22/8/2021

Le dichiarazioni di Nicolosi hanno provocato il risentimento dei sindaci di Chiusa Sclafani Francesco Di Giorgio e di Campofiorito Giuseppe Oddo. 

Replica Di Giorgio:

“Da un politico di lungo corso come l'on Nicolosi, francamente, mi aspettavo dichiarazioni più intelligenti. Ormai è diventata prassi addossare  la responsabilitá ad altri dei propri fallimenti. Caro collega due le soluzioni che ti propongo o emetti ordinanza che prevede il coprifuoco alle 22,00 per i tuoi cittadini con divieto di superare i confini comunali oppure chiedi a noi di farne una di divieto di entrata nei nostri, scegli tu  In bocca al lupo ai corleonesi e un sincero augurio di pronta guarigione ai positivi”. 

Osserva Oddo:

“Dichiarazioni rese alla stampa poco felici, mettiamola così, voglio essere diplomatico e soprattutto rispettoso dei ragazzi coinvolti nell’incidente e delle loro famiglie, che in queste ore vivono momenti drammatici. A tutti loro la mia vicinanza e di tutta la comunità di Campofiorito, affinché tutto posso risolversi per il meglio!”

Nessun commento: