venerdì 23 ottobre 2020

Corleone, saranno consegnati domattina i lavori di rifacimento della SP 4 Corleone-S. Cipirello

Un tratto della SP 4 Corleone-S. Cipirello

Domani alle 11, a Piazza Garibaldi, si terrà la cerimonia di consegna del primo lotto dei lavori della SP4, tra San Cipirello e Corleone. La gara d’appalto era stata bandita dalla Città Metropolitana di Palermo
. Ad aggiudicarsi i lavori è stata l’A.T.I. C&P ITAL SEM s.r.l. Questo primo intervento, finanziato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ammonta a 4.748.000 euro. Le opere riguarderanno il tratto dal km 14 a Corleone.

Anche a Campofiorito due casi di coronavirus. In isolamento domiciliare 19 persone

Il sindaco di Campofiorito Giuseppe Oddo

Il comunicato del sindaco Giuseppe Oddo
:

Con questo aggiornamento, vi comunico che purtroppo abbiamo i primi 2 casi di positività al Covid -19 ( soggetti che hanno effettuato un tampone rapido) in attesa della conferma o smentita,che scaturirà dall’esito del tampone molecolare fatto dall’USCA.

Coronavirus a Corleone: oggi un nuovo caso e un altro guarito


🔴 #CoronavirusCorleone (23 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna a Corleone sono stati registrati un nuovo caso di Coronavirus e una guarigione.

NOVITA' LIBRI. Gabriella Cascio racconta il suo incontro con don Pino Puglisi a Brancaccio

«Ho incontrato padre Pino Puglisi. È stato un incontro ravvicinato anche se avvenuto dopo la sua morte per mafia. L’ho incontrato nel marzo del 2016 e da allora il suo effetto su di me continua. Non è stato un incontro reale ma ravvicinato sì, intenso e coinvolgente. L’ho incontrato per caso come avvengono tanti incontri e tante conoscenze, ma non l’ho conosciuto di persona. Ho compreso che era un piccolo grande uomo. Questo incontro l’ho fatto nel territorio della sua ultima parrocchia dialogando con la gente che lo ha conosciuto e lo ha amato; le interviste sul campo nel quartiere di Brancaccio mi hanno fatto incontrare don Pino nella voce e nei ricordi della sua gente, la cui anima ho scoperto recare un segno della passione che “3P” metteva nella sua missione». È la sua, una figura affascinante, a motivo della sua testimonianza di vita forte e semplice.
LEGGI ANCHE LA PREFAZIONE DI DON LUIGI CIOTTI

Opera Pia SS. Salvatore di Corleone, Attiva Sicilia: “Ripristinare la rappresentanza del comune nel Cda”

L'Opera Pia SS. Salvatore di Corleone

Nominare un commissario ad acta all’Opera Pia Ss. Salvatore di Corleone per ripristinare la rappresentanza del Comune di Corleone in seno al Consiglio di amministrazione. È ciò che chiede Attiva Sicilia in un’interrogazione rivolta al presidente della Regione e all’assessore regionale ella famiglia, delle politiche sociali e del lavoro in seguito alla segnalazione del consigliere comunale corleonese Maurizio Pascucci. L’organo dell’istituto, infatti, ha subito un taglio del numero dei componenti che però ha riguardato esclusivamente i rappresentanti dell’Ente locale.

L’Istituto SS. Salvatore, attualmente, svolge attività assistenziale come casa di riposo. Di recente lo Statuto è stato modificato, incidendo sia sul numero che sulla composizione della rappresentanza dei vari portatori di interesse territoriali nel Cda: la conseguenza è stata la riduzione da 7 a 5 dei componenti, “tagliando” dall’organo di indirizzo entrambi i componenti designati dal Consiglio Comunale di Corleone. “Una decisione che appare del tutto sbagliata – spiegano i deputati regionali di Attiva Sicilia, Angela Foti, Sergio Tancredi, Matteo Mangiacavallo, Elena Pagana e Valentina Palmeri – anche in considerazione della stretta connessione tra le competenze in materia di servizio socio-assistenziali degli enti locali e le prestazioni erogate dall’Opera Pia. Ecco perché chiediamo al governo regionale di nominare un commissario ad acta che ripristini la rappresentanza comunale nel Cda”.

Cgil Palermo, si è dimesso il segretario generale Enzo Campo, da sei anni alla guida del sindacato. Al via le consultazioni online del comitato dei saggi per la nomina del successore

Il segretario generale uscente della Cgil di Palermo

Palermo 23 ottobre 2023 – Alla guida della Cgil Palermo dal 23 luglio del 2014, Enzo Campo ha portato a termine oggi il suo mandato, rassegnando le dimissioni da  segretario generale della Cgil Palermo davanti all'assemblea generale.
Enzo Campo, 66 anni, lascia la segreteria della Camera del Lavoro  con qualche mese d'anticipo rispetto alla scadenza del marzo prossimo, per consentire l'avvio delle consultazioni online per la scelta del suo successore. “La Cgil di Maurizio Landini deve avviare la sua conferenza di organizzazione e sui territori si dovranno  svolgere le conferenze di servizio – ha detto Campo, nel portare il saluto - E' un momento di cambiamento, nel quale il sindacato deve ragionare sulle  proposte da  sviluppare nei prossimi anni. Faccio  un passo di lato, per consentire al nuovo gruppo dirigente di proseguire l'impegno vertenziale sul territorio”.  

Unioni omosessuali. Il Papa: giusto dare copertura legale

Il Papa in areo al ritorno del viaggio in Brasile, il 28 aprile 2013 - Archivio Ansa

LUCIANO MOIA
 
"Gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo"; lo dice il Pontefice in un docufilm presentato alla Festa di Roma
"Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge di convivenza civile. In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo". Lo afferma papa Francesco nel docufilm “Francesco“ di Evgeny Afineevsky, presentato oggi in anteprima mondiale alla Festa del cinema di Roma, nella sezione Eventi Speciali. Inutile ribadire che l’invito del Papa ha come sempre carattere universale e non si riferisce necessariamente all’Italia, dove peraltro una legge simile è già stata approvata.

Giorgio Chinnici, lo studioso della mafia che interpretò la strategia della violenza

Giorgio Chinnici
 
di Umberto Santino
Addio al criminologo autore di importanti saggi su Cosa nostra
Giorgio Chinnici è stato ricordato come presidente del Consiglio comunale, in una fase storica che va sotto il nome di “primavera di Palermo”, ma desidero ricordarlo come studioso che ci lascia un patrimonio prezioso e destinato a durare. Suoi sono gli studi pubblicati nei volumi “La violenza programmata” e “Gabbie vuote”, frutto di ricerche condotte all’interno del Centro Impastato.

“Le mie lotte da figlio di emigrante”. Enzo Campo lascia la guida della Cgil di Palermo


di CLAUDIO REALE
Il segretario della Camera del lavoro si dimette: “ Ho 66 anni, coltiverò la mia vigna e ho cento libri da leggere” L’infanzia da capofamiglia, gli incontri con Danilo Dolci, le battaglie al fianco degli edili. Anche contro i mafiosi
La storia che oggi giunge all’epilogo inizia con un buffetto del senatore Giuseppe Avellone: « Mio zio era un galoppino dc e mi portò da lui. “ Mischino — gli disse — suo padre è emigrato in Germania”. Non mi piacque essere compatito e non mi piacque ricevere la promessa di Avellone: “ Di te mi occupo io”. Allora capii cosa volevo fare: quello era il potere, e io volevo combatterlo, fare politica » . Quella traiettoria, la traiettoria di Enzo Campo, arriva al suo apice oggi: il segretario della Cgil di Palermo, 66 anni, rassegna le dimissioni, per l’avvio delle consultazioni online che porteranno alla scelta del suo successore. «A lui — dice Campo — lascio una Cgil che si apre alle nuove identità di lavoro, ai rider, al presente e al futuro».

giovedì 22 ottobre 2020

Coronavirus a CORLEONE: oggi altri due casi, che portano il totale a 32 positivi

 


🔴 #CoronavirusCorleone (22 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna sono stati registrati 2 nuovi casi di Coronavirus a Corleone.

Coronavirus nella zona del Corleonese: 14 casi a Bisacquino, 16 a Chiusa Sclafani e 2 a Roccamena


Pubblichiamo i dati del Coronavirus aggiornati nei comune di Bisacquino, Chiusa Scalfani e Roccamena:

AGGIORNAMENTO COVID-19 COMUNE DI BISACQUINO AL 22/10/2020
POSITIVI: 14
RICOVERATI: 1

Il ministro Azzolina alla prima video-conferenza del Centro Pio La Torre: “La mafia perde tutta la sua forza davanti a chi, come la scuola, ti insegna ad alzare la testa”

La ministra Lucia Azzolina

Alla prima videoconferenza del centro Pio La Torre i saluti della 
ministra Lucia Azzolina: “La mafia perde tutta la sua forza davanti a chi, come la scuola, ti insegna ad alzare la testa”. Oltre 100 le scuole in videoconferenza, 12 le case circondariali da Nord a Sud Italia
Affrontare le sfide imposte dalla pandemia utilizzando internet come risorsa per continuare a contrastare le mafie divenute sempre più globali: è l'appello corale lanciato dai relatori della prima conferenza del 15mo progetto educativo antimafia promosso dal centro studi Pio La Torre e seguito in diretta streaming sul sito dell'associazione e sul portale “Ansa Legalità& Scuola” da oltre 100 scuole, tra cui 12 case circondariali da Nord a Sud Italia. L'occasione è stata offerta dal ventennale della Convenzione Onu Palermo 2000 che ha visto come relatori, moderati dal presidente del centro, Vito Lo Monaco, la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, il consigliere giuridico Antonio Balsamo, rappresentante per l'Italia all'Onu di Vienna, il generale Giuseppe Governale, ex direttore della Dia, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e Massimo Leonardo, dirigente scolastico del liceo classico Vittorio Emanuele II di Palermo, scuola capofila del progetto patrocinato dal Miur.

I pensionati siciliani contro l'assessore Razza: ''Sambuca di Sicilia vicenda emblematica del fallimento della Regione Siciliana''

Alfio Giulio (Fnp Cisl), Maurizio Calà (Spi Cgil),
 e Antonino Toscano (Uilp Uil)

''Quattro ospiti della RSA di Sambuca di Sicilia sono purtroppo deceduti, rivelando tutte la le falle del sistema sanitario regionale'', dicono i segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia.
"Attendiamo da mesi la convocazione da parte dell'assessorato regionale alla Salute, al quale abbiamo più volte trasmesso richieste urgenti di confronto in considerazione delle nuove emergenze sanitarie legate al Coronavirus ma, ad oggi, non abbiamo registrato alcun esito in termini di interlocuzione e individuazione di misure concrete a sostegno dei soggetti più fragili, completamente abbandonati in questo momento così complesso e denso di incognite": con queste parole, i segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia Maurizio CalàAlfio Giulio e Antonino Toscano si rivolgono a Ruggero Razza, titolare della Salute del governo Musumeci, con particolare riferimento ai focolai rappresentati nell'isola dal territorio di Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, divenuto "zona rossa" a seguito dei casi di contagio, ad oggi oltre sessanta, avvenuti presso la RSA.

Il Prefetto di Napoli visita la 'Masseria Esposito Ferraioli", bene confiscato alla camorra

Il Prefetto visita la 'Masseria Esposito Ferraioli", 
bene confiscato alla criminalità organizzata

La Cgil di Napoli comunica che ieri pomeriggio c'è stata la visita del Prefetto di Napoli Marco Valentini alla Masseria Ferraioli, bene confiscato alla camorra. Importanti gli impegni assunti: è stato garantito il monitoraggio costante sull'attuazione dei lavori di ristrutturazione da parte del comune e lo sblocco immediato dei cantieri con l'avvio dei lavori in tempi certi. PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DELLA PREFETTURA:
Nel pomeriggio di ieri il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha visitato la "Masseria Antonio Esposito Ferraioli", immobile confiscato alla criminalità organizzata, sito nel territorio del Comune di Afragola, accolto dal direttore, Giovanni Russo.

mercoledì 21 ottobre 2020

Coronavirus a Corleone: oggi tre nuovi casi e tre guariti!


🔴 #CoronavirusCorleone (21 ottobre 2020)
Si comunica che in data odierna sono stati registrati 3 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 3 le persone guarite.

Addio a Giorgio Chinnici, il criminologo divenuto presidente del consiglio comunale negli anni della "primavera di Palermo"

Giorgio Chinnici

PIETRO SCAGLIONE
Il criminologo Giorgio Chinnici, scomparso ieri, divenne Presidente del Consiglio Comunale di Palermo negli anni della rivolta dei siciliani dopo le stragi del 1992. Cugino del consigliere istruttore Rocco Chinnici, assassinato nel 1983, il professore Chinnici fu il successore – ai vertici di “Sala delle Lapidi” – del giudice Antonino Caponnetto, il padre del Pool Antimafia di Palermo candidatosi con la Rete dopo le uccisioni dei suoi colleghi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. 
Esponente del Partito Comunista Italiano prima e del Partito Democratico della Sinistra poi, Giorgio Chinnici fu uno dei protagonisti della Primavera di Palermo, ma fu anche un noto criminologo e docente di Statistica nell’Ateneo palermitano. 

Multiservizi, manifestazione a Palermo di Filcams, Fisascat e Uiltrasporti per chiedere il rinnovo del Ccnl, scaduto da 7 anni


Hanno partecipato lavoratori di tutte le sigle sindacali. Sindacati ricevuti in Prefettura  

Palermo 21 ottobre 2020 -  Hanno manifestato oggi a Palermo i lavoratori del contratto Multiservizi, in collegamento con oltre 40 piazze italiane. Il sit-in, indetto da  Filcams Cgil,  Fisascat Cisl e Uiltrasporti, si è svolto dalle ore 14  davanti alla Prefettura, in via Cavour.  Hanno partecipato lavoratori aderenti a tutte le sigle del settore imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi, turismo, per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto da 7 anni.  

Il gelato: prelibatezza inventata in Sicilia


PIPPO ODDO
... Ivi è raccolta la neve la fragola gentil, che di lontano pur con soave odor tradì se stessa, vi è il salubre limon, vi è il molle latte...
Quando il poeta Giuseppe Parini (prete brianteo fin troppo sensibile al fascino del gentil sesso e vero estimatore delle raffinatezze culinarie) tesseva con questi versi le lodi del gelato, i gelatieri siciliani si erano fatti apprezzare nelle maggiori capitali europee da almeno un secolo. E i sorbetti di Sicilia, confezionati a mo' di frutta, avevano raggiunto un così alto livello di perfezione da sembrare doni del Creatore. Traevano perciò in inganno persino i più navigati uomini di mondo.

martedì 20 ottobre 2020

Coronavirus a CORLEONE: nessun nuovo caso e ben quattro guariti!


 🔴 #CoronavirusCorleone (20 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 4 le persone guarite.

NEL CENTENARIO DEL SACRIFICIO DI GIOVANNI ORCEL. UN’OCCASIONE PERDUTA

Lo storico Giuseppe C. Marino

GIUSEPPE CARLO MARINO

Cento anni fa, il  14 ottobre 1920, fu assassinato a Palermo Giovanni Orcel, popolare e amato dirigente della Camera del Lavoro, la guida “proto comunista” degli operai che avevano occupato il Cantiere Navale nel quadro delle lotte nazionali del movimento operaio culminate, da Torino a tutto il Nord, nell’azione di occupazione delle fabbriche. Il  29 febbraio era già stato assassinato, a Prizzi, Nicola Alongi, epigono della non del tutto spenta esperienza dei Fasci siciliani dei lavoratori, capo e guida del movimento contadino che, in stretto collegamento operativo con gli operai  palermitani,  aveva occupato i latifondi. 

lunedì 19 ottobre 2020

Coronavirus a CORLEONE. Oggi nessun nuovo caso e due guariti!

 


🔴 BOLLETTINO AGGIORNATO #CoronavirusCorleone (19 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Ci sono anche due persone guarite.

domenica 18 ottobre 2020

Tutte le novità del nuovo Dpcm di Giuseppe Conte, che entrerà in vigore il 19 ottobre


☕️ le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo.

CORLEONE, oggi nessun nuovo caso di coronavirus. Domani sera la sanificazione


 🔴 #CoronavirusCorleone (18 ottobre 2020)

Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone.


AVVISO - SANIFICAZIONE 

«180 mila schiavizzati dall’agromafia», la denuncia della Cgil


MARCO OMIZZOLO
Agromafia. La pandemia ha moltiplicato lo sfruttamento nelle campagne italiane. Lombardia e Veneto le regioni con l’indice più alto
Nel 2018 erano 110 mila i lavoratori e le lavoratrici vulnerabili e gravemente sfruttati dalle agromafie. Oggi, invece, secondo la Flai Cgil, in piena pandemia e subito dopo il provvedimento di emersione dal lavoro nero voluto dal governo giallo-rosso, si è raggiunta la cifra record delle 180 mila persone. Un dato denunciato nel corso della presentazione del V rapporto Agromafie e caporalato della Flai Cgil, curato dall’Osservatorio “Placido Rizzotto”, dinnanzi ad una platea ospitata all’interno del teatro Ambra Jovinelli di Roma.

VIENNA - L’Onu vota la «risoluzione Falcone». Il metodo del giudice ispirerà la lotta alle mafie del mondo



Giovanni Falcone

di ALESSIO RIBAUDO
A Vienna, nel corso della Conferenza delle Parti, approvato all’unanimità il documento italiano che pone l’eredità lasciata dal magistrato a fondamento della lotta alle mafie. È il primo atto di questo genere che valorizza il contributo di una singola personalità
Un ponte virtuale che collega Palermo a Vienna ma attraversa 190 Paesi di tutto il mondo. Non è una infrastruttura visionaria ma è ciò che oggi in Austria è stato costruito per la lotta alle mafie di tutto il mondo: nel nome di Giovanni Falcone e delle sue straordinarie intuizioni investigative. È stata infatti approvata all’unanimità la risoluzione italiana presentata nella capitale austriaca durante la quattro giorni della Conferenza delle Parti sulla Convenzione Onu contro la criminalità transnazionale. È il sogno che si avvera del giudice siciliano che, già negli anni Ottanta, aveva compreso il rischio che la criminalità organizzata diventasse un problema globale ma non aveva gli strumenti legislativi perché non c’era uno straccio di norma che prevedesse l’impegno corale degli Stati.

A proposito del manifesto di Carlo Ruta: “Perché la storia può migliorare il mondo che verrà”...

Carlo Ruta

Il manifesto di Carlo Ruta accende il dibattito nel mondo scientifico e culturale europeo. Intervista allo storico

di Flora Bonaccorso

 

Nella prospettiva della memoria del passato come valore che si aggiunge al presente, la storiografia riveste un ruolo fondamentale. La sua proposta di un manifesto per l’innovazione della storia quale contributo può offrire in questo circolo virtuoso?

 

In questa fase della contemporaneità, la storia non vive momenti facili. Viene a trovarsi troppo spesso sotto attacco, come conoscenza «inutile», e tale disistima rischia di lasciare il segno. Nulla di nuovo, in realtà.

sabato 17 ottobre 2020

Covid, le colpe della Regione. Intervista a Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars


di PAOLO MANDARÀ

Non ci sono scusanti secondo Giuseppe Lupo: “Questo è un governo di incapaci che dovrebbero dimettersi domani”. Le accuse del capogruppo del Pd all’Assemblea regionale sono circostanziate. Affondano nell’emergenza Covid di questi mesi: “Musumeci – è una delle tesi – ha la gravissima responsabilità politica, durante l’estate, di aver fatto funzionare i mezzi pubblici di trasporto col 100% di capienza. Il che ha certamente incrementato il numero di contagi”.

venerdì 16 ottobre 2020

Coronavirus a CORLEONE: oggi altri CINQUE casi, in totale 36 positivi

 


🔴 #CoronavirusCorleone (16 ottobre 2020)

Si comunica che in data odierna sono stati registrati 5 nuovi casi di Coronavirus a Corleone.

Precari per vent'anni all'Asp Palermo: rimangono 250 amministrativi da stabilizzare. I contratti scadono il 31 dicembre. La Fp-Cgil: si applichi la legge Madia per stabilizzare subito tutti i precari


La Fp Cgil Palermo sollecita il tavolo: “Non si perda l'occasione della legge Madia. Non si può restare a vita con un contratto a tempo determinato”.

Palermo 16 ottobre 2020 – Sono 250 amministrativi e sono gli ultimi contrattisti precari dell'Asp Palermo da stabilizzare. Il 31 dicembre scadono i loro contratti a tempo determinato. Il personale, riunito in un'assemblea indetta dalla Funzione Pubblica Cgil Palermo, ha manifestato nei giorni scorsi forte preoccupazione e si trova in stato di agitazione. 

Coronavirus Corleone. Nessun nuovo caso


 🔴 #CoronavirusCorleone (15 ottobre 2020)

Si comunica che in data 15 ottobre non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone e che all’Usca non sono arrivati esiti di tamponi.

Informiamo inoltre che oggi sono stati eseguiti i tamponi rapidi sui bambini di un’altra classe della scuola elementare. Tutti sono risultati negativi.