sabato 12 ottobre 2019

Scambiano la “Cedu” per “Cosa nostra”

EMANUELE MACALUSO
Nei giorni scorsi la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo (Cedu) con una sentenza ha respinto il ricorso del governo italiano volto a contrastare la richiesta di un detenuto il quale chiedeva un giudizio sulla sua condizione di recluso. La sentenza riguarda l’ergastolo ostativo, cioè il carcere a vita senza possibilità di ottenere benefici, previsti dalla legge (permessi, lavoro e, dopo più di 30 anni anche i domiciliari se c’è buona condotta). Il carcere ostativo, è stato detto nella sentenza, contrasta con la Carta europea dei diritti umani.

Corleone, nuovi locali all’Ente Sviluppo Agricolo e proroga del contratto alla condotta agraria

Il mercato ortofrutticolo di Corleone che speriamo non diventi "ex"

Corleone, 12 ottobre 2019. L’Ente Sviluppo Agricolo (ESA) della Regione Siciliana avrà nuovi locali a Corleone. L’amministrazione comunale ha infatti concesso in comodato d’uso gratuito alcuni spazi dell’ex mercato ortofrutticolo, in via Rosario Livatino. In passato sono stati occupati dall’Ufficio tecnico del Comune, ma attualmente sono inutilizzati. Il contratto avrà la durata di 4 anni. 
L’Ente Sviluppo Agricolo gioca un ruolo centrale per le imprese agricole di Corleone e del territorio circostante. A gennaio di quest’anno, l’ESA (che attualmente si trova in via Ponte Nuovo) aveva fatto richiesta all’amministrazione di nuovi locali da destinare alla Sezione operativa periferica di assistenza tecnica.

Giletti: «Darò spazio anche all'altra Sicilia, ma qualcuno deve venire a raccontarla»

Il giornalista Massimo Giletti

di MARIO BARRESI
Intervista al giornalista conduttore del programma "Non è l'Arena" che respinge le accuse di fare speculazione sui disastri della nostra regione
Massimo Giletti, perché racconta la Sicilia sempre allo stesso modo?
«Io della Sicilia amo il momento in cui diede un esempio a tutta Italia con la rivoluzione della Primavera, con un’energia positiva dalla quale ho creduto davvero che potesse partire un rinnovamento. Oggi ho la tristezza che sia tutto così gattopardesco».

venerdì 11 ottobre 2019

“Carcere duro”, il revisionismo di Strasburgo favorisce i boss


di ELETTRA SANTORI
Il 19 luglio del 1992, un detenuto dell’Ucciardone, all’udire l’esplosione di via D’Amelio, commentò: «È saltato Paoluzzo». Come faceva, dal chiuso della sua cella, a sapere dell’attentato in cui perse la vita Paolo Borsellino? Semplice sesto senso? Comunicazione diretta col profeta Isaia? O piuttosto l’effetto di un’agghiacciante permeabilità delle carceri italiane ai contatti tra i mafiosi di dentro e quelli di fuori?

Ergastolo ostativo, la sentenza della Corte europea ignora la storia e le sue tragedie

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (Ph. Tony Gentile)
di ANGELO CANNATÀ
Falcone sapeva benissimo di dover morire: “Buscetta, quando iniziò a collaborare, mi aveva messo in guardia: ‘Prima cercheranno di uccidere me, ma poi verrà il tuo turno. Fino a quando ci riusciranno’. Ci sono riusciti. E quest’uomo abbiamo dovuto difenderlo dalle calunnie dei suoi colleghi, dalle ironie, dalle allusioni dei mascalzoni... Povero Falcone. E poveri noi.” Così Giorgio Bocca, il 25-5-‘92. Oggi Falcone dobbiamo difenderlo ancora: dall’abolizione della sua legge sull’ergastolo ostativo. La decisione della Cedu è errata, figlia di vuote astrazioni, cerebralismi giuridici, garantismo estremo, ignoranza di ciò che davvero è la mafia. L’ergastolo ostativo nasce da un’attenta strategia e dalla tragica realtà della storia italiana. Urge un promemoria:

Villafrati, teatro del Baglio: "Ottobre, andiamo. E' tempo di migrare"




Domenica 13 ottobre presso il Palazzo Filangeri al Baglio, corso San Marco a Villafrati, si svolgeranno due iniziatve nell’ambito della rassegna “Ottobre, andiamo. È tempo di migrare”. Alle ore 16.30 sarà inaugurata “Frontere”, mostra d’arte materica informale di Anna Venturini, con l’intervento di Mario Anzalone. Alle ore 17.30 sarà presentato il volume di Salvo Toscano “JOE PETROSINO e il mistero del cadavere nel barile” edito da Newton Compton. Dialogano con l’Autore Lino Buscemi e Nicola Grato. Gli appuntamenti sono organizzati dal “Museo delle Spartenze dell’area di Rocca Busambra” e dal Comune di Villafrati.

Giovanni Orcel, lunedì 14 ore 9 la commemorazione per il 99° anniversario della sua uccisione


Palermo 11 ottobre 2019 – Lunedì 14 ottobre, per il 99° anniversario dell’assassinio di Giovanni Orcel, segretario della Federazione dei Metallurgici di Palermo, la Cgil lo ricorda con la deposizione di una corona, alle ore 9,  davanti alla lapide in corso Vittorio Emanuele, all’incrocio con  via Collegio Giusino, nel luogo dove il dirigente sindacale, che aveva 33 anni,  venne colpito a morte.
Interverranno Enzo Campo, segretario generale Cgil Palermo, Dino Paternostro, responsabile Legalità e memoria storica Cgil Palermo,  il presidente del centro Impastato Umberto Santino e il vice sindaco di Palermo Fabio Giambrone.  
Subito dopo, al No Mafia Memorial, Palazzo Gulì, via Vittorio Emanuele 353, nell'ambito del progetto "Le forme della memoria", sarà posta una riproduzione della lapide. Il progetto "Le forme della memoria" , avviato lo scorso 3 settembre, raccoglie lapidi, targhe stradali  e altre modalità della memoria istituzionale, per ricostruire, con nuovi linguaggi,  la biografia dei personaggi e il contesto storico in cui hanno operato. 

giovedì 10 ottobre 2019

Corleone, bambini e ragazzi vigili del fuoco per un giorno con “Pompieropoli”


Corleone, 10 ottobre 2019. Caschetto in testa, imbracatura di sicurezza, una buona dose di coraggio, l’entusiasmo di sentirsi eroi per un giorno. Sono gli ingredienti di “Pompieropoli”, un’iniziativa promossa dal comando provinciale dei vigili del fuoco di Palermo, con il patrocinio del Comune di Corleone. Quella di oggi è stata una giornata intensa e ricca di emozioni per gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “G. Vasi”, dai più piccini di prima ai “grandi” di terza media. 

Svolta nella stabilizzazione dei lavoratori precari dell'Asp di Palermo


PALERMO 10 OTTOBRE 2019 – E’ arrivato ad una svolta il processo di stabilizzazione dei 647 precari dell’Asp di Palermo, e cioè di uno dei più grossi bacini di precari di un’amministrazione pubblica italiana. Un iter complesso passato attraverso la revoca di tutti i precedenti concorsi pubblici finalizzati alla stabilizzazione del personale ex LSU (concorsi che erano stati, tra l’altro, oggetto di ricorso alla giustizia amministrativa) e successivamente all’indizione delle nuove procedure di stabilizzazione  in applicazione dell’art. 20, comma 1, del decreto legislativo 75/2017 (Legge Madia).

mercoledì 9 ottobre 2019

Corleone, aperto il canale Telegram del Comune


Da oggi c’è un nuovo modo per rimanere sempre in contatto con il Comune di Corleone. L’ente di piazza Garibaldi, infatti, “sbarca” ufficialmente su Telegram, l’app di messaggeria istantanea simile a WhatsApp, ma più sicura e di più semplice utilizzo. 
Telegram è totalmente gratuito e può essere utilizzato su smartphone, tablet e computer. L’applicazione permetterà ai cittadini di ricevere una notifica, direttamente sul proprio dispositivo, ogni volta che il Comune pubblicherà un avviso, una notizia, un evento, una allerta meteo e così via. A differenza di Whatsapp, Telegram è interamente basato su cloud e segue una modalità di sincronizzazione istantanea: in poche parole, l’app conserva tutte le informazioni di cui ha bisogno per funzionare e questo la rende più sicura sotto il profilo della privacy. L’utilizzo di Telegram richiede la creazione di un profilo, ma iscriversi al canale del Comune di Corleone non comporta né acquisizione né trattamento dei dati personali da parte dell’ente. 

Un'escursione dei soci del Rotary Club di Corleone e Lercara nello splendido scenario naturalistico di Ficuzza

Un momento della visita alla riserva naturale di Ficuzza

Il 4 ottobre una rappresentanza dei due gruppi di Corleone e Lercara del Rotary ha raggiunto uno dei siti centrali della Riserva naturale orientata “Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago”: Il Pulpito del Re a quota 861 m s.l.m.. Il percorso dal bivio S. Barbara (quasi a metà strada fra il bivio Lupo sulla SS 118 Bolognetta – Corleone e Godrano), assume l’andamento verso sud lungo una strada carrozzabile.

Assolto un corleonese accusato di spaccio di droga


Caso Antoci. Commissione Antimafia "Lunga lista di anomalie. Non abbiamo utilizzato nessuna fonte anonima, ma solo documenti ufficiali"

Un momento della conferenza stampa

Il Presidente della Commissione parlamentare regionale antimafia Claudio Fava ha tenuto stamattina una conferenza stampa per discutere del contenuto della recente relazione sul "caso Antoci" e le reazioni che questa ha suscitato.
Fava era accompagnato dai due consulenti della CommissioneTuccio Pappalardo, già Questore e poi Direttore della DIA e Bruno Di Marco, ex Presidente del Tribunale di Catania.

Termini Imerese, dal 9 ottobre riparte il programma Auser con gli incontri presso la Camera del Lavoro


Palermo 8 ottobre 2019 – Dal 9 ottobre riparte il programma dell'Auser di Termini Imerese  con le attività dell'università della terza età. Gli incontri, aperti al pubblico, si svolgeranno alle ore 17 presso la Camera del Lavoro zonale di Termini , in via Piersanti Mattarella, 15H. Domani, con la professoressa Isabella Raccuglia si discuterà di “Umanesimo e Rinascimento. L'Italia delle Signorie”. Il  17 e il 24 ottobre incontro con la professoressa Giusi Collura su “Leonardo da Vinci, genio dell'età umanistico rinascimentale”.  Il 30 ottobre il tema è quello “Amore e  morte nella mitologia greca e latina”,  con la Professoressa Raccuglia.

martedì 8 ottobre 2019

Prima del diritto di voto diamo ai sedicenni il diritto all’esempio


di  STEFANIA AUCI
Prof, ma davvero ci permetteranno di votare? E perché mai?» Così mi hanno accolto i miei alunni, pochi giorni fa. Alcuni erano abbastanza stupiti, ma la maggior parte ha fatto mostra di un cinismo pari a quello di un sessantenne deluso dall’esistenza. «Cosa cambia se votiamo noi? Tanto i politici faranno sempre quello che vogliono. A loro interessa solo arricchire se stessi e i loro amici». Da docente, ho cercato di spiegare l’importanza del voto, del come ci renda partecipi della cosa pubblica. E in risposta ho avuto occhiate di scetticismo o diffidenza. Quando non addirittura di rassegnazione.

Il naufragio dei migranti. Tredici bare sul molo così Lampedusa rivive il suo incubo

Lampedusa. Le bare al molo Favaloro

di GIORGIO RUTA
Strage di donne al largo dell’isola: quindici i dispersi, otto sono bambini la tragedia nei giorni del ricordo della sciagura in cui morirono 368 persone
Lampedusa — La burrasca si abbatte su Lampedusa. Pioggia e vento mentre al molo si fa la conta dei morti. Due, cinque, sette, tredici. Tanti, troppi come i dispersi che il mare grosso non permette di recuperare. «Erano circa 50 a bordo e 22 sono i superstiti. Non volevamo assistere più a scene come queste. Non volevamo più commemorare tragedie» , si sfoga il sindaco dell’isola, Salvatore Martello, dopo una notte passata insonne.

DOVE I SOCIALISTI NON HANNO PAURA DI CHIAMARSI TALI


EMANUELE MACALUSO
La coalizione di sinistra vince ancora una volta in Portogallo. Il Partito socialista del presidente Antonio Costa ha accresciuto i suoi consensi del 5% dopo quattro anni di governo e ha raggiunto il 36,6%. Un’altra formazione, il Blocco di sinistra, ha ottenuto il 9,6% ed i comunisti, insieme ai Verdi, il 5,7%. Il partito socialista, con il suo risultato sfiora la maggioranza assoluta dei seggi, come vuole la legge elettorale. In ogni caso, l’alleanza dei socialisti con il Blocco ed con l’altra formazione, potrà governare ancora. L’opposizione di destra che, si chiama socialdemocratica ma ha una ideologia conservatrice, ha perduto 9 punti.

Il Portogallo premia la coalizione delle tre sinistre


dal nostro inviato ETTORE LIVINI
Vittoria netta ma senza maggioranza assoluta per i socialisti del premier Possibile la conferma dell’alleanza progressista che governa dal 2015
LISBONA — Il Partito socialista (Ps) di Antonio Costa vince le elezioni in Portogallo ma si ferma a un soffio dalla maggioranza assoluta. Un risultato che – se confermato dai dati finali dello spoglio- potrebbe aprire la porta a una Geringonça 2.0, una riedizione, forse in edizione ridotta, dell’alleanza a sinistra che ha governato il Paese negli ultimi 4 anni. Il Ps – a scrutinio quasi ultimato – è al 37%, il 5% in più del 2015, e dovrebbe conquistare 110 seggi su 230. Premiati dalle urne anche il Bloco de Esquerda (9,1%) e – in misura minore – la coalizione tra comunisti e verdi (5,7%), i due partner che nell’ultima legislatura hanno garantito sostegno esterno al governo di minoranza del Ps. Crolla invece l’opposizione di centrodestra del Psd guidata da Rui Rio, scesa dal 38,5% al 29,4%.

sabato 5 ottobre 2019

RENZI IL GUASTATORE E IL PARMIGIANO


EMANUELE MACALUSO
In questi giorni anche coloro che non capivano, o non volevano capire, perché Renzi faceva la scissione senza motivazioni politiche e costruiva un suo personale partitino, si rendono conto che l’ex segretario del Pd aveva un solo obiettivo: essere quotidianamente sulla scena politica. Ad ogni costo. Anche come guastatore, ma esserci. E così vediamo un Renzi che si presenta come autore di questo governo e poi come guastatore dello stesso governo.

Corleone, fino a domani il torneo di tennis Mimmo Cardella

L'inaugurazione del torneo di tennis intitolato a Mimmo Cardella

Week end all’insegna del tennis al campo sportivo di Corleone. Da ieri e fino a domani è in corso la prima edizione del torneo a squadre intitolato a Mimmo Cardella. L’evento è stato organizzato da Salvatore Saporito, mentre l’associazione sportiva Animosa Civitas Corleone ha messo a disposizione il campetto. Ogni giorno, dalle 16 in poi, tre gare singole e un doppio. Domani sera la premiazione.