domenica 16 maggio 2021

A Sciara è stato ricordato il sindacalista Salvatore Carnevale ...


Oggi pomeriggio a Sciara è stato ricordato Salvatore Carnevale, dirigente sindacale della Cgil assassinato dalla mafia il 16 maggio 1955, in occasione del 56mo anniversario della sua morte. La manifestazione è stata promossa dal Comune di Sciara e dalla Cgil. 

Sono intervenuti il sindaco di Sciara Roberto Baragona, il responsabile dipartimento legalità Cgil Palermo Dino Paternostro, la responsabile della Cgil di Termini Imerese Laura Di Martino, e il segretario della Csmers del lavoro di Palermo, Mario Rifulfo.  

Guarda il video 

Vaccino anti Covid. Dal 17 maggio sono aperte le prenotazioni per gli over 40


Da domani lunedì 17 maggio via libera, in Sicilia, alle prenotazioni delle vaccinazioni anti Covid anche per i quarantenni.
L'estensione della somministrazione del siero - per i nati dal 1972 al 1981 - è stata autorizzata nell'ambito della campagna nazionale di immunizzazione. 

Ci si potrà prenotare dal portale di Poste Italiane https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/.

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi nessun nuovo caso e sette guariti!


🔴 #CoronavirusCorleone (16 maggio 2021) 
Si comunica che nella giornata di oggi è stato registrato un nuovo caso di Coronavirus a Corleone. Sono 7 i guariti. Rilevato un caso di sospetta variante inglese.

Santo Stefano Quisquina celebra la “giornata della memoria” e ricorda Lorenzo Panepinto, vittima innocente della mafia

Un momento del ricordo di Panepinto

SANTO STEFANO QUISQUINA. Seppure in emergenza sanitaria Covi che limita le manifestazioni, Santo Stefano Quisquina non dimentica e celebra, oggi, la Giornata della Memoria, ricordando Lorenzo Panepinto, tra le vittime innocenti della mafia.

“Il 16 Maggio - dice il sindaco Francesco Cacciatore - per noi stefanesi è una data che non può passare nel dimenticatoio e anche quest’anno nel massimo rispetto della normativa vigente non potevamo esimerci di ricordare la figura, il valore umano e culturale del maestro Lorenzo Panepinto”.

sabato 15 maggio 2021

Al poeta di origine corleonese Giovanni Perrino il premio alla carriera nell’ambito del Premio Nazionale di Poesia “Terra di Virgilio 2021”


Il poeta di origine corleonese Giovanni Perrino ha avuto conferito a MANTOVA il “premio alla carriera” nell’ambito del “Premio Cappi”, nel corso della cerimonia conclusiva del Premio Nazionale di Poesia “Terra di Virgilio 2021”

A Giovanni i complimenti di Città Nuove e miei personali. (Dp) GUARDA IL VIDEO

ASP PALERMO: DA DOMANI OPEN DAY SOLO PER ASTRA ZENECA E JOHNSON & JOHNSON


STOP ALLA SOMMINISTRAZIONE SENZA PRENOTAZIONE PER PFIZER E MODERNA

PALERMO 15 MAGGIO 2021 - Si comunica che, così come disposto dall’Assessorato regionale della Salute, da domani (domenica 16 maggio) in tutti gli Hub e centri di somministrazione dell’Asp di Palermo, l’Open Day -  cioè la possibilità di effettuare la vaccinazione anticovid senza prenotazione - sarà possibile soltanto per la tipologia di siero Astra Zeneca e Johnson & Johnson.

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi quattro nuovi casi. Dieci persone sono guarite


🔴 #CoronavirusCorleone (15 maggio 2021) 
Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 4 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 10 le persone guarite. Rilevati 3 casi di sospetta variante inglese.

Luigi Ciotti sulla beatificazione del giudice Rosario Livatino: “Ora che è beato, dobbiamo stare attenti a non farne un santino da invocare o da celebrare”

 



LUIGI CIOTTI

Rosario Livatino non era un uomo dalle grandi certezze, ma piuttosto dalle grandi e coraggiose domande. Il dubbio, la domanda profonda e feconda, erano il motore del suo pensiero e la premessa del suo agire. Sia nella fede che nella professione.Non gli interessavano una fede esibita o una carriera brillante. Aderiva con sincerità di cuore al Vangelo e lo incarnava nelle sue scelte di vita. Con altrettanta sincerità aderiva alla legge per farla rispettare, sapendo però che la legge è sempre solo un mezzo, mentre il fine è la giustizia.

Luigi Ciotti ricorda Peppino Impastato: “Oggi Peppino non si stancherebbe di evidenziare la sostanziale differenza tra cambiamento e adattamento”


Nella notte tra l'8 e il 9 maggio del 1978 a Cinisi (PA) venne assassinato Peppino Impastato. Ricordiamo Peppino con le parole di Don Luigi Ciotti, presidente di Libera e del Gruppo Abele

LUIGI CIOTTI

... 43 anni, ma più passa il tempo più il vuoto di Peppino si fa sentire. Un vuoto umano e sociale, che abbiamo cercato di colmare con l’impegno nel nome suo e di mamma Felicia. Ma un vuoto anche culturale. Sì, perché Peppino è stato uno dei primi a capire la necessità di uno sguardo “meticcio”, capace di collegare la sfera etica, estetica e politica per ricavarne sintesi innovative.

Salvatore Carnevale, domani a Sciara per ricordare il sindacalista nel 66° anniversario della sua uccisione

Palermo 
15 maggio 2021 - Domani
 a A Sciara si terrà una cerimonia organizzata dall'amministrazione comunale per ricordare il sindacalista Salvatore Carnevale, ucciso dalla mafia il 16 maggio 1955. 
Il programma prevede alle ore 16.30 la deposizione di una corona di fiori presso la piazza intitolata al sindacalista. E gli interventi del sindaco di Sciara Roberto Baragona, del segretario della Cgil Palermo Mario Ridulfo, di Laura Di Martino, responsabile della Camera del Lavoro Zonale Termini Imerese e del responsabile dipartimento Legalità e memoria storica Cgil Palermo Dino Paternostro.

I Chiaroscuri. L’ambigua pedagogia della legge Zan


GIUSEPPE SAVAGNONE

Un testo simbolico e pedagogico

Il disegno di legge Zan è stato oggetto di innumerevoli commenti, favorevoli o negativi, concentrati, nella stragrande maggioranza, sugli effetti giuridici – opportunità dell’inasprimento delle pene nelle fattispecie indicate, rischio di censura delle opinioni divergenti – che esso avrà dopo la sua ormai probabile approvazione anche in Senato. E, su questo terreno, i difensori del provvedimento hanno abbondato nel fornire spiegazioni e garanzie a prima vista inoppugnabili.

Pochi, invece, per quanto ne so, hanno evidenziato il fatto che la vera posta in gioco, qui, non sono gli anni in più o in meno che un eventuale omofobo violento dovrebbe scontare, e neppure il diritto di chi non è d’accordo di dirlo apertamente, ma il carattere fortemente simbolico e pedagogico che la nuova legge avrà.

venerdì 14 maggio 2021

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi cinque nuovi casi, ma sette persone sono guarite


🔴 #CoronavirusCorleone (14 maggio 2021) 
Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 5 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 7 le persone guarite, una di queste era ricoverata in ospedale. Rilevati 3 casi di sospetta variante inglese.

L'INDAGINE. Covid, la Regione avvia a Palermo indagine immunologica “Segui il vaccino”


Indagine immunologica
 gratuita per 60mila persone under 65 che si sottoporranno al vaccino nell‘Hub della Fiera del Mediterraneo e al Cto, a Palermo, per monitorare lo sviluppo di anticorpi nell’arco di un anno.

La campagna “Segui il vaccino” è l’iniziativa pilota avviata dal governo Musumeci con il Laboratorio tecnico di emergenza-Cto dell’unità operativa Controllo qualità e rischio chimico dell’Azienda ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo e presentata oggi. Presenti, tra gli altri, Mario La Rocca, dirigente generale del dipartimento per le Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico della Regione Siciliana; Walter Messina, direttore generale dell’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello; il generale di divisione Maurizio Angelo Scardino, delegato per la vaccinazione in Sicilia dal commissario nazionale Figliuolo; il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè;

Strade più sicure: manifestazione pubblica il 18 maggio a Pizzo Pietralunga di Cgil, Flai e Fillea con i sindaci, i comitati civici, le camere del lavoro

“Subito un piano unico di ammodernamento per le strade provinciali SP2 e SP4. Ne va della sopravvivenza e del rilancio economico del territorio”. 

Palermo 14 maggio 2021 - “Strade più sicure. Per lavoratori e cittadini”. Con una manifestazione pubblica a Pizzo Pietralunga, in zona Valle dello Jato, martedì 18 maggio alle 10, la Cgil Palermo, la Fillea Cgil Palermo e la Flai Cgil Palermo, assieme a sindaci dei comuni, comitati civici, camere del lavoro zonali, chiederanno a gran voce la messa in sicurezza di due strade provinciali dissestate che collegano un territorio che si snoda tra una decina di comuni, per una totalità di 80 mila abitanti, costeggiato da decine di aziende agricole protagoniste dello sviluppo della zona. 
      Le due arterie in discussione sono la SP2, la Partinico-San Cipirello, 15 km di strada altamente dissestata e franata e in alcuni tratti impercorribile, e la SP4, la San Cipirello-Corleone, 23 km di percorso tra dossi, buche e smottamenti continui. Due strade che, insieme, costituiscono l'asse viario che collega la zona montana col mare.

Accadde 57 anni fa: a Corleone Polizia e Carabinieri arrestano il feroce boss mafioso Luciano Liggio, latitante da 16 anni

Corleone, 14/5/1964: l’arresto di Luciano Liggio
(Ph. Leo Virgadamo)

Il 14 maggio 1964 a Corleone veniva arrestato il feroce capomafia Luciano Liggio. Fu una brillante operazione congiunta Polizia - Carabinieri, fu una vittoria dello Stato con la S maiuscola.
Peccato che spesso venga ricordata per le feroci polemiche tra l’allora commissario PS Angelo Mangano e il tenente colonnello CC Ignazio Milillo.
 (Dp)

QUESTA LA CRONACA:

Coronavirus a Corleone, si allentano le misure. Da lunedì gli alunni della scuola dell’infanzia tornano in classe. Chiesta la fine anticipata della “zona rossa”

Il sindaco Nicolò Nicolosi

Il sindaco Nicolò Nicolosi ha firmato stamani due ordinanze che prevedono un alleggerimento delle misure restrittive che si erano rese necessarie a causa del consistente aumento dei casi di Covid tra la fine di aprile e l'inizio di maggio. Con l'ordinanza n. 24 del 14 maggio, da lunedì gli alunni dell'Istituto comprensivo "Giuseppe Vasi" (scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado) torneranno in classe con tre giorni di anticipo rispetto a quanto era stato previsto dall'ordinanza n.23 del 5 maggio 2021. 

ASP DI PALERMO: VACCINAZIONI A CEFALÙ AL PALAZZETTO DELLO SPORT



LA PROSSIMA SETTIMANA APRE I BATTENTI L'HUB AL CENTRO COMMERCIALE "LA TORRE"
CEFALÙ 14 MAGGIO 2021 – Il Palazzetto dello sport "Marzio Tricoli" di Cefalù (Contrada Ogliastrillo) è da questa mattina l'Hub vaccinale di riferimento di un vasto comprensorio. Le prime somministrazioni, già, alle 8.30 nei box allestiti dalla Protezione Civile regionale sul terreno di gioco della struttura.

“Ancilu era e nun avia ali...”, domenica a Sciara il Comune e la Cgil ricordano Salvatore Carnevale, assassinato dalla mafia nel 1955


A Sciara domenica 16 maggio si terrà una cerimonia organizzata dall'amministrazione comunale per ricordare il sindacalista Salvatore Carnevale,  ucciso dalla mafia il 16 maggio 1955. 
Il programma prevede alle  ore 16.30 la deposizione di una corona di fiori presso la piazza intitolata al sindacalista. E gli interventi del sindaco di Sciara Roberto Baragona, del segretario della Cgil Palermo Mario Ridulfo,  di Laura Di Martino, responsabile della Camera del Lavoro Zonale Termini Imerese  e del responsabile dipartimento Legalità e memoria storica Cgil Palermo Dino Paternostro.

CHI ERA SALVATORE CARNEVALE?

giovedì 13 maggio 2021

Aperto lo sportello Artigiani presso l'Inca Cgil Palermo, in via Meli, 5. Operativo il martedì e giovedì pomeriggio

Valentina Pantanella

“Assistenza sanitaria integrativa, bonus anche per familiari e sostegni. Tante le opportunità, che spesso gli artigiani sconoscono”. 

Palermo 13 maggio 2021 – Apre lo sportello artigiani all'interno dell'Inca Cgil Palermo. Un nuovo servizio dedicato all'Artigianato, con il quale i lavoratori e le loro famiglie potranno avere accesso a tutte le forme di sostegno al reddito e ai bonus previsti dall'Ebas, l'ente bilaterale di assistenza, e usufruire delle prestazioni San.Arti, il fondo sanitario integrativo che eroga il welfare contrattuale.  

Emergenza coronavirus a Corleone. Oggi tre nuovi casi, ma dieci persone sono guarite


🔴 #CoronavirusCorleone (13 maggio 2021) 
Si comunica che nella giornata di oggi sono stati registrati 3 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Dieci persone sono guarite. Rilevati 5 casi di sospetta variante inglese.

ASP DI PALERMO: INTENSO WEEKEND DI VACCINAZIONI IN TUTTA LA PROVINCIA

MEDICI ED INFERMIERI IMPEGNATI AD USTICA E LAMPEDUSA. DRIVE IN A TERMINI, CARINI ED ALLA CASA DEL SOLE. AL VIA LE VACCINAZIONI NEI COMUNI MONTANI. MILLE DOSI A MONREALE NELLA CHIESA DI SAN GAETANO

PALERMO 13 MAGGIO 2021 – Venti punti di somministrazione che garantiscono circa il  60% delle vaccinazioni effettuate in città e provincia, ma l’Asp di Palermo potenzia ulteriormente “l’offerta” organizzando una serie di iniziative che vedranno pienamente impegnati gli operatori dell’Azienda sanitaria nelle Isole di Ustica e Lampedusa, ma anche nei Comuni montani. L’esperienza del Drive In alla “Casa del Sole” si è rivelata vincente e adesso l’Asp ne organizza anche due in provincia a: Carini e Termini Imerese. In programma nel fine settimana anche un programma di vaccinazioni straordinarie a Monreale, dove circa mille cittadini riceveranno le dosi nella Chiesa di San Gaetano.

Cgil Palermo: Sostegno al popolo palestinese e condanna a ogni forma di violenza e di aggressione


Il sindacato parteciperà alle due iniziative di oggi alle ore 17,30 a piazza Verdi e di sabato alle ore 17 davanti alla Prefettura 

La Cgil Palermo è al fianco della comunità palestinese contro la nuova escalation di violenza sfociata nei bombardamenti tra Israele e la striscia di Gaza e nelle invasioni dei luoghi sacri. Il sindacato parteciperà al presidio che si tiene oggi alle 17,30 in piazza Verdi e all'iniziativa di sabato alle 17 in via Cavour, davanti alla Prefettura, dal titolo ”Salviamo la Palestina dalla pulizia etnica”, nella settimana del ricordo della Nakba e contro le violenze sul popolo palestinese. 

mercoledì 12 maggio 2021

ASP DI PALERMO: DOMANI ALLE 16 SARA’ ATTIVATO L’HUB VACCINALE DI BAGHERIA


GARANTIRA’ LA SOMMINISTRAZIONE DI 1.500 DOSI AL GIORNO. 
VENERDI’ IN FUNZIONE ANCHE L’HUB DI CEFALU’

PALERMO 12 MAGGIO 2021 – Nascono due nuovi Hub vaccinali in provincia di Palermo che si aggiungono a quello, già, in funzione a Misilmeri. Sono stati realizzati dall’Azienda sanitaria provinciale del capoluogo in collaborazione con la Protezione Civile regionale e le locali Amministrazioni comunali.

            Il primo sarà attivato domani (giovedì 13 maggioalle ore 16 a Bagheria all’interno del Palazzetto dello Sport “Dalla Chiesa - Setti Carraro” di Piazza Sant’Ignazio di Loyola. E’ dotato di 14 poltrone vaccinali, 26 di anamnesi e 4 per il rilascio di certificazioni. Ogni giorno lavoreranno nella struttura – aperta al pubblico sette giorni su sette dalle ore 8 alle 20 – più di 100 operatori, tra medici, infermieri, farmacisti e personale amministrativo. A regime garantirà la somministrazione di oltre 1.500 dosi di vaccino.

            Venerdì 14 maggio, alle ore 9, sarà, invece, attivato l’Hub di Cefalù realizzato all’interno del Palazzetto dello Sport “Marzio Tricoli”. (nr)

Roberto D’Agostino eletto presidente del comitato provinciale Inps, su indicazione di Cgil, Cisl Uil: “Puntiamo al miglioramento dei servizi e di politiche attive adatte al territorio”

Roberto D’Agostino

Palermo 12 maggio 2021 - Roberto D’Agostino è il nuovo presidente del Comitato provinciale dell'Inps di Palermo. D'Agostino, indicato su proposta di Cgil, Cisl e Uil, è stato eletto stamani all’unanimità dai componenti del Comitato che rappresentano i lavoratori, i datori di lavoro, l'amministrazione regionale e l'amministrazione dello Stato.
 

Ex assessore del Comune, dirigente per anni della Cgil Palermo ed ex presidente del comitato centrale Fiom, una lunga carriera alle spalle nel settore dell’Informatica per Ibm Italia, da oggi Roberto D'Agostino assume la guida del Comitato che si occupa delle decisioni in materia di ricorsi amministrativi sulle prestazioni erogate dall'Inps e che partecipa, in sinergia con la dirigenza dell'ente, alla predisposizione e al raggiungimento degli obiettivi in materia previdenziale e assistenziale. 

Incendi, Flai, Fai e Uila sulle accuse ai forestali per i roghi nei boschi. “Basta con le generalizzazioni. La Regione si assuma le sue responsabilità sui ritardi nella campagna di prevenzione”


Palermo 12 maggio 2021 - “Generalizzare non serve a capire quali siano i problemi reali. Ed è pericoloso, un fatto grave, perché in questo modo si rischia di individuare soltanto un nemico, esponendolo.
Nel 2017 un giovane armato di pistola minacciò dei forestali che stavano spegnendo un incendio, a Santa Cristina Gela in provincia di Palermo, accusandoli di essere loro quelli che appiccano gli incendi nei boschi. Bisognerebbe nelle statistiche ricordare anche i lavoratori morti nel tentativo di spegnere gli incendi”, dichiarano il segretario Flai Cgil Palermo Dario Fazzese, il segretario Fai Cisl Palermo Trapani Franco Nuccio e il segretario Uila Uil Palermo Giuseppe La Bua.  

martedì 11 maggio 2021

IL LIBRO. I boss, i carusi, i comizi, il romanzo di una vita del compagno Macaluso

Emanuele Macaluso

di Andrea G. Cerra
«Non c’è paese della Sicilia in cui non abbia fatto un comizio. Una volta con Calogero Boccadutri, il capo del Pci clandestino a Caltanissetta, andammo a Riesi percorrendo cinquanta chilometri a piedi. Con trentasei sindacalisti uccisi, la lotta alla mafia allora non si faceva a chiacchiere» a parlare è il quasi centenario Emanuele Macaluso. La sua vita è simile a un film, una pellicola che attraversa il Novecento, sul filo della memoria, tra battaglie politiche e cambiamenti sociali che hanno segnato un’epoca.
Per oltre un anno e fino a pochi giorni prima della morte, Concetto Vecchio lo ha incontrato nella sua casa romana, per comporre un ritratto a figura intera, " L’ultimo compagno. Emanuele Macaluso, il romanzo di una vita" (Chiarelettere, Milano 2021), una biografia non solo politica, ma anche umana e sentimentale, dove pubblico e privato s’intrecciano.

Dopo la beatificazione del "giudice ragazzino". Cosa resta di Livatino e Puglisi e del sogno di una terra senza mafia

Pino Puglisi e Rosario Livatino

di NINO FASULLO
La Sicilia e la Chiesa siciliana hanno ora due uomini, don Puglisi e il giudice Livatino, — sostenuti da Dio mentre i killer di Cosa nostra li massacravano — insieme ai quali è possibile riflettere sul significato della tragedia che li ha investiti. Non sembrano esserci dubbi sul fatto che i due beati possano rappresentare una forte spinta all’avvio di un rinnovato impegno antimafia della chiesa da tutti riconoscibile. Un impegno che potrà essere inserito nel dibattito del prossimo Sinodo voluto da Papa Francesco.
Rosario Livatino entrò in magistratura nel 1978, negli anni in cui per la Sicilia occidentale si annunciavano le reazioni violente dei mafiosi agli uomini delle istituzioni impegnati contro i loro crimini. Un anno dopo si sarebbe scatenato a Palermo l’inferno di Cosa nostra. Mentre Livatino lavorava da sostituto nella procura agrigentina con intelligente serietà e severità. Raccontano che a un parroco che, non certo per sé, gli chiedeva comprensione e forse qualche piccolo "sconto", avrebbe risposto: "Padre, quando lei confessa accetta raccomandazioni?".

Claudio Fava: "Mi ricandido anch'io. Siciliani truffati e più poveri"

 

La Repubblica, 11 maggio 2021

Covid-19. Don Bernardo Briganti, sacerdote di origine corleonese, esce dall'ospedale e torna a casa in attesa di negativizzarsi

 

La Sicilia, 11 maggio 2021

Maria Falcone: “Dall’ergastolo il mafioso può uscire solo collaborando con la giustizia”

Maria Falcone (al centro)

di LIANA MILELLA

Alla vigilia dell’anniversario di Capaci la sorella del giudice commenta l’ordinanza della Consulta sull’ergastolo ostativo, apprezza la decisione di affidare al Parlamento l’ultima parola  

ROMA - La sua voce, al telefono, assomiglia incredibilmente a quella del fratello. Maria Falcone parla proprio come Giovanni, con un modo tutto loro di sottolineare, col tono che si abbassa di poco, l'importanza o la gravità di un accadimento. E adesso Maria, con Repubblica, affronta la decisione della Consulta sul destino dell'ergastolo ostativo - è di oggi il deposito dell'ordinanza - che tra un anno sarà decisa dalle Camere. "Per me non c'è altra via che la collaborazione per concedere benefici ai mafiosi" è la sua drastica sintesi. Tra 12 giorni arriverà di nuovo il 23 maggio. E quell'ora, pochi minuti alle 18, che ha portato via Giovanni. A lei, a tutti noi, al mondo della giustizia, all'Italia, ai tanti che lo ricordano nel mondo. Partiamo da qui, dall'immagine e dal ricordo di suo fratello...e dal suo dolore.