martedì 22 settembre 2020

Asp Palermo, Distretto Corleone: tutti i cittadini in isolamento COVID-19 saranno sottoposti a tampone alla decorrenza di 14 gg, come da protocollo sanitario


 ❗️COMUNICAZIONE DA PARTE DELL’ASP❗️

Il Distretto Sanitario di Corleone comunica che nei prossimi giorni saranno effettuati tutti i tamponi delle persone in isolamento. I protocolli sanitari prevedono l’attesa di 14 giorni dal giorno del contatto con positivi. I tamponi saranno eseguiti dai medici dell’USCA tramite convocazione telefonica con orario preciso.

Corleone, ritardano gli esiti degli esami dei tamponi: resta invariato il numero dei positivi rilevato

 


🔴 #CoronavirusCorleone (22 settembre 2020)

Si comunica alla cittadinanza che, a causa del fatto che oggi non è stato inviato dal laboratorio di analisi di Palermo nessun esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi, il numero di casi positivi a Corleone rimane invariato.

“Le sorelle Macaluso”: luce e poesia nel drammatico film della regista Emma Dante


Un'immagine del film "Le sorelle Macaluso"

di
GIOVANNI BURGIO
Un film che colpisce per trama, interpretazione e linguaggio cinematografico. Con “Le sorelle Macaluso” Palermo può celebrare definitivamente la sua poetessa Emma Dante.
Questo film ne completa ormai la variegata personalità di attrice, scrittrice, regista teatrale e regista di opere liriche. Le colombe che fin dai primi fotogrammi volano alte nei cieli possono sicuramente simboleggiare il suo raggiunto salto di qualità. È assieme un film tragico e lieve. Certamente. Però, non è un film facile. Chi cerca svago, azione o leggerezza, è meglio che si orienti verso altre pellicole in programmazione. Perché amarezza e tristezza inondano ampiamente l’animo.

Ponte Corleone, sopralluogo della Fillea con sit-in di operai e disoccupati edili per chiedere l'avvio dei lavori


Il ponte "Corleone"

“Tra le richieste per il Recovery fund il Comune inserisca anche interventi per le infrastrutture di Palermo che da troppo tempo aspettano”. 
Palermo 22 settembre 2020 - Sopralluogo oggi della Fillea Cgil Palermo sul ponte Corleone per controllare le condizioni di precarietà della struttura. Sul posto si è svolto un sit-in spontaneo di una ventina di  lavoratori e disoccupati, per richiamare l'attenzione sui ritardi nei lavori per la messa in sicurezza del ponte, ancora non riappaltati malgrado siano trascorsi più  di 16 anni dal vecchio appalto affidato  alla Cariboni. L'appalto, poi rescisso per inadempienze contrattuali, prevedeva la costruzione di due ponti laterali,  necessari per poter effettuare gli interventi di restauro strutturale e di adeguamento sismico.  

Regionali e referendum. Barbagallo: “Il Pd vince al Sud. Bene la vittoria del SI, ora avanti con le riforme”


Anthony Barbagallo, segretario del Pd in Sicilia

PALERMO, 21 SETTEMBRE 2020 – Il Partito Democratico vince al Sud. L’affermazione di De Luca in Campania e Emiliano in Puglia è anche figlia del lavoro straordinario che, per la prima volta, un governo nazionale sta facendo per il Mezzogiorno del paese”. Lo dice il segretario regionale del PD in Sicilia, Anthony Barbagallo, commentando l’esito delle consultazioni regionali. 
Di certo la scelta di rompere le alleanze naturali – aggiunge Barbagallo -, come ha fatto Italia Viva in Puglia, è stata sonoramente bocciata Così come è chiaro un altro dato: la Lega al Sud non attecchisce”. 

lunedì 21 settembre 2020

Corleone, oggi 21 settembre nessun nuovo caso di coronavirus


Ospedale di Partinico. La direzione aziendale dell’Asp: “Nessun ridimensionamento”


L'ospedale di Partinico

Daniela Faraoni: “Si vuol far passare una prospettiva della questione che non coincide con la realtà”
PALERMO 21 SETTEMBRE 2020 – “La riduzione dei posti letto all’Ospedale di Partinico, così come in tutti gli altri Ospedali dell’Asp di Palermo, è determinata dall’applicazione delle misure anti-Covid che impongono, tra l’altro, il rigoroso rispetto del distanziamento interpersonale”. Lo ribadisce l’Azienda sanitaria del capoluogo che respinge le accuse su un ridimensionamento del nosocomio. “L’attività – spiegano dalla Direzione aziendale – viene svolta così come avveniva in passato, rimodulandola alle nuove esigenze imposte dall’emergenza Coronavirus. Rispettiamo le istanze che provengono dal territorio, ma è doveroso riportare il dibattito sulla realtà dei numeri. Non è vero che a Partinico non ci si può curare e non è vero che i pazienti vengono trasferiti altrove per essere assistiti”.

La compagna Rossana e la nostra storia


Rossana Rossanda

EMANUELE MACALUSO
Apprendo della scomparsa di Rossana Rossanda. Aveva la mia stessa età, fummo militanti e dirigenti del Pci su posizioni politiche diverse, anzi direi divergenti. Ma le volevo bene, molto bene. L’ho conosciuta a Milano: lei dirigeva la Casa della Cultura nella storica sede di via Borgogna 3, a San Babila, e io dirigevo il Pci in Sicilia. Rossana mi invitò a parlare, in quella Casa, della complicata “operazione Milazzo” all’Assemblea regionale siciliana che provocò nel Pci un terremoto politico. Era il 1958. Andai a pranzo a casa sua. Tra noi ci fu sempre una divergenza politica, a volte aspra, ma sempre affettuosa.

Corleone, il risultato del referendum sul taglio dei parlamentari: SI 76% - NO 24%. Crollo dei votanti


Com'era prevedibile, anche a Corleone il SI al taglio dei parlamentari nel referendum di domenica 20 e lunedì 21 settembre ha prevalso con oltre il 76%. I NO hanno ottenuto il 24%. A votare però sono andati solo pochi "intimi": 1.865 elettori su un totale di oltre 8.000 iscritti nelle liste elettorali. Meno del 25%. Tra disinteresse per i temi referendari e paura per la recrudescenza del Covid-19, i corleonesi hanno preferito restare a casa. Ma quando in una comunità c'è scarsa partecipazione alla vita democratica non c'è mai da essere allegri. E' un vulnus per la democrazia su cui tutti dobbiamo ragionare e riflettere. (dp)

Livatino: appello a Mattarella, una casa museo a Canicattì


Rosario Livatino

PALERMO, 21 SET - Un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato lanciato dal Centro Pio La Torre affinché venga promossa la realizzazione di una casa museo a Canicattì nell'anniversario dell'assassinio del giudice Rosario Livatino.
«Oggi fanno trent'anni che hanno barbaramente ucciso il giudice Rosario Livatino di Canicattì – scrive il presidente del centro studi, Vito Lo Monaco -. Stava andando al lavoro senza scorta, i killer di mafia lo hanno inseguito e trucidato. Era un “giudice ragazzino” esempio di umiltà, modestia, onestà e impegno civile. “Quando moriremo, nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili” scriveva, anticipando una questione morale mai veramente affrontata nel nostro Paese. Nel suo paese natale addirittura ignorata dai più» .

domenica 20 settembre 2020

Corleone, un altro caso di coronavirus: sono 12. Il comune consiglia di usare l’app “immuni”

 
🔴 #CoronavirusCorleone (20 settembre 2020)

Si comunica che in data odierna è stato registrato un nuovo caso di Coronavirus a Corleone. 

Si sottolinea inoltre che, ad oggi, qualsiasi notizia relativa ad una zona rossa istituita nella nostra città è da considerarsi una fake news priva di qualsiasi fondamento.

CI SCRIVONO. Una precisazione-chiarimento dagli infermieri coinvolti nei casi di Covid19 a Corleone


 
In riferimento all’articolo pubblicato il 19 settembre dal quotidiano “La Repubblica Palermo” e ripreso da “Città Nuove”, si precisa che i 4 soggetti (risultati  positivi  dopo aver partecipato al matrimonio del 12 settembre) fino a quel momento non solo erano ignari, ma dichiarano di aver avuto contatti in modo indiretto con l'infermiera (tampone eseguito in data 14 settembre) per il tramite della sorella, anch'essa inconsapevole della possibile positività.

sabato 19 settembre 2020

Aggiornamento da Corleone, oggi un nuovo caso di coronavirus

 


🔴 #CoronavirusCorleone (19 settembre 2020)

Non appena è stato pubblicato il precedente bollettino, è giunto l’esito di un altro tampone positivo a Corleone. Lo ha cominciato l’Asp. Il totale dei contagi aggiornato è quindi di 11 soggetti positivi. 

L’anniversario. Rosa Balistreri, la lezione che resta


Rosa Balistreri

di GIGI RAZETE 
Trent’anni fa moriva la più grande interprete del folk siciliano Le testimonianze delle tante cantanti che sono cresciute col suo esempio
La "voce della Sicilia", quella aspra di Rosa Balistreri, si spegneva a Palermo il 20 settembre del 1990 a seguito di un ictus accusato il mese prima durante una tournée in Calabria. In tutta l’Isola sono già iniziati gli omaggi che celebrano il trentennale della scomparsa dell’interprete che rappresenta l’espressione più lirica, drammatica e genuina che il canto popolare siciliano abbia mai avuto; e il calendario ha il suo culmine nell’imminente ricorrenza, segno tangibile di una memoria lontana dall’oblio e di un lascito ancora così palpitante da annoverare un numero considerevole di artisti che, ognuno con una personale declinazione espressiva, ripropongono il repertorio.

Corleone, la paura fa lockdown: tutti a casa ed esami a tappeto


Una coppia di turisti canadesi con la mascherina in giro per Corleone

di GIORGIO RUTA
Una festa di matrimonio con quattro invitati che erano positivi senza saperlo: finora dieci casi Scatta il test su duecento persone presenti in chiesa o al ristorante. Il sindaco ferma le scuole
CORLEONE — A contare i passanti con la mascherina verrebbe da dire che la paura è tanta. «Adesso la indossano tutti, ma fino a qualche giorno fa…», sospira un pensionato che ha tirato fuori anche i guanti. A Corleone sembra che il tempo sia tornato indietro: lo percepisci dalla prudenza degli abitanti, lo noti da una parola pronunciata con timore: lockdown. In piccolo è quello che ha imposto il sindaco Nicolò Nicolosi, dopo la scoperta di 10 casi nel paese del Palermitano. Con un’ordinanza, firmata giovedì sera, chiude scuole e villa comunale, consente ai pub di restare aperti solo fino alle 22, mentre palestre e campi di calcio non possono andare oltre le 20.

venerdì 18 settembre 2020

CORLEONE, altri cinque casi di coronavirus. “Ma non siamo zona rossa”, precisa il sindaco Nicolosi


Si comunica che in data odierna sono stati registrati 5 nuovi casi di coronavirus a Corleone.
 
Inoltre, a seguito di alcune notizie pubblicate su vari social, si precisa che non è stata dichiarata nessuna zona rossa per la nostra città.

LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA 2020. Ultime due tappe, in Calabria e Sicilia, per la 15° edizione del festival di cinema itinerante


Sempre più al Sud i due ultimi appuntamenti della 15° edizione di “Libero Cinema in Libera Terra”, festival promosso da Cinemovel e Libera, che ha fatto tappa nelle terre confiscate alle mafie di sei regioni italiane ((Lombardia, Toscana, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia).
Sabato 19 e domenica 20 settembre la carovana di cinema itinerante sarà rispettivamente a Calabria e in Sicilia per continuare a confrontarsi con i territori attraverso dibattiti e visoni di film.

Palermo, Missione "Speranza e Carità": riunione operativa all'Asp


Biagio Conte

PALERMO 18 SETTEMBRE 2020 – Tutti gli ospiti, gli operatori ed i volontari delle quattro maggiori comunità palermitane della Missione di Biagio Conte saranno sottoposti a tampone. Saranno 4 squadre USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziali) dell’Asp di Palermo ad effettuare gli esami.
L’emergenza sanitaria venutasi a creare nelle comunità è stata al centro di una riunione tenutasi nei locali dell’Azienda di via Cusmano ed alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, l’Assessore alla Cittadinanza Solidale, Giuseppe Mattina, il Direttore generale dell’Asp, Daniela Faraoni, insieme ai Direttori Amministrativo e Sanitario, Nora Virga e Maurizio Montalbano. Presenti, oltre ai vertici del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp, anche il Maggiore dei NAS, Giovanni Trifirò ed i rappresentanti della Missione che hanno offerto la massima collaborazione per prevenire la diffusione del virus all’interno delle strutture.

Corleone, salgono a 7 i positivi e 3 casi sospetti: “Non siamo zona rossa”

Il sindaco Nicolò Nicolosi 

Momenti di grande fermento si sono registrati oggi a Corleone tra riunioni con le autorità sanitarie e con le forze dell'ordine

GAETANO FERRARO

Aumentano a 7 i casi di Coronavirus a Corleone dopo la scoperta di una famiglia contagiata che ha anche partecipato ad un matrimonio con oltre 250 invitati. Altri tre tamponi, risultati positivi, sono in attesa di essere confermati.

giovedì 17 settembre 2020

CORLEONE, ORDINANZA DEL COMUNE PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA COVID19

In considerazione dei nuovi casi di coronaviruisl che si sono verificati oggi a Corleone, l’Amministrazione comunale ha adottato con urgenza alcuni provvedimenti con apposita ordinanza sindacale n. 48. A partire da stasera:

✅ chiusura alle 22 delle attività di bar, pub, sale giochi, sale scommesse e locali assimilati.
A partire da domani:
✅ la chiusura entro le ore 20 di ogni altro genere di attività aperta al pubblico quali palestre, impianti sportivi e scuole di ballo.
✅ sospensione del mercato cittadino del venerdì.
✅ chiusura della villa comunale.

Corleone, quattro nuovi casi di coronavirus. L'appello del Comune


Giornata nera a Corleone, dove oggi si sono registrati
quattro nuovi casi di coronavirus, che portano a cinque il totale dei contagiati. La notizia l’ha data l’Amministrazione comunale con un comunicato pubblicato sulla pagina facebook ufficiale. “La conferma della positività dei tamponi – scrive il comune - è arrivata in serata. Seguiranno ulteriori comunicazioni su alcune misure che saranno adottate con urgenza dall’Amministrazione”. 
E con un successivo comunicato ufficiale, l’amministrazione comunale informa che “a seguito delle verifiche sanitarie in corso in queste ore in città, si informano gli invitati al matrimonio celebrato sabato 12 settembre a Corleone che, a titolo precauzionale, devono rispettare a partire da oggi l’isolamento fiduciario presso il loro domicilio. La decisione è stata presa di concerto con le autorità sanitarie locali. Il provvedimento è valido anche per i familiari che vivono nella stessa abitazione”. Infine, “si invitano le persone coinvolte a comunicare al proprio medico di famiglia e all’indirizzo emergenzacovid19@comune.corleone.pa.it  la propria partecipazione alle nozze. Nella mail vanno inseriti i seguenti dati: nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, indirizzo in cui si rimarrà in isolamento, mail, telefono, medico curante. Il sindaco Nicolosi auspica la massima collaborazione per il superamento dell’attuale crisi”.

Anche la redazione del nostro giornale invita tutti i cittadini a non perdere la calma e ad attenersi scrupolosamente alle norme vigenti e alle istruzioni emanate dal comune e dalle autorità sanitarie.

mercoledì 16 settembre 2020

Corleone. Salviamo la Chiesa dello Spirito Santo e il suo pregiato sarcofago di marmo


L'altare della Chiesa dello Spirito Santo

CALOGERO RIDULFO
La presentazione, nei giorni scorsi, del bel libro di Mario Cuccia dal titolo “Bedda Matri Addulurata” è l’ultimo  degli eventi prodotti di recente nell’ex Ospedale dei Bianchi di Corleone, che hanno acceso i riflettori su uno dei luoghi simbolo di Corleone, custode di oltre cinquecento anni di storia. Ricordiamo infatti che fin dagli inizi del XVI secolo quei locali ospitarono l’Ospedale Nuovo, che era stato fondato circa mezzo secolo prima nella vicina chiesa dell’Annunziata e da questa passato successivamente alla chiesa dello Spirito Santo.

Assessorato alla Salute ed Asp di Palermo. Gli interventi nella missione di Biagio Conte: tamponi rapidi per tutti gli ospiti e gli operatori


Biagio Conte 

PALERMO 16 SETTEMBRE 2020 - L'Asp di Palermo, in stretta sinergia con l'assessorato regionale alla Salute, sta conducendo ogni azione utile al contrasto dal contagio da Covid-19 per gli ospiti e i volontari della Missione di Biagio Conte. Dopo avere accertato la positività al Coronavirus di alcune persone della comunità, sono scattate tutte le misure di contact tracing. In particolare, sono state sottoposte al tampone circa 50 persone (tra ospiti e operatori) che sono venute a contatto con i soggetti contagiati. Gli eventuali altri positivi, essendo asintomatici, verrebbero ospitati presso il Covid Hotel di Palermo, mentre le persone che risulteranno essere negative al virus, saranno accolte in strutture individuate dall'Asp assieme alla Curia di Monreale e al Comune di Palermo.

Rider, Nidil Cgil Palermo contesta l'accordo sottoscritto tra Assodelivery e Ugl


Andrea Gattuso (Nidil Cgil)

Nidil Cgil: “Un testo che non porta alcun beneficio ai lavoratori. Non è stato discusso né con i rider né con le altre organizzazioni sindacali”.  
Palermo 16 settembre 2020 – “Un accordo che bocciamo nel merito e nel metodo e faremo di tutto per contrastarne  l'applicazione. A Palermo sono presenti oltre 500 rider che operano nelle piattaforme e che  lavorano  con diverse tipologie contrattuali.  Non capiamo, soprattutto per i co.co.co,  questo accordo che effetti potrà avere”. Ad affermarlo è il segretario Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso, che commenta la sottoscrizione dell'accordo nazionale tra Assodelivery e l'Ugl sul lavoro dei rider.  “Siamo stupiti che il vice presidente di Assodelivery, Giovanni Imburgia, amministratore della palermitana  Socialfood, dopo nostre ripetute richieste di incontro inviate tramite posta elettronica e Pec, dopo due scioperi e una convocazione all'ispettorato del  lavoro,  abbia deciso di firmare  un accordo con un sindacato che non ha iscritti a Palermo mentre con noi, che abbiamo 40 iscritti con Socialfood, non abbia voluto dialogare”.

Aeroporto Palermo, accordo Gesap/Asp per l’avvio di tamponi e test a tutti gli aeroportuali


L'aeroporto internazionale Falcone e Borsellino di Palermo

Palermo, 16 settembre 2020 - La Gesap, la società di gestione dell’aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino, e l’Azienda sanitaria provinciale (Asp) di Palermo hanno siglato un protocollo per l’avvio di tamponi e test sierologici agli aeroportuali che si sottoporranno agli esami volontariamente. 
Nelle prossime ore si comincerà dai tamponi per i dipendenti che operano nei settori più a contatto con il pubblico. Successivamente, i lavoratori potranno effettuare il test sierologici.

Corleone, il Cidma punta sulla tecnologia e diventa multimediale


Un Centro di Documentazione sulle Mafie e sul Movimento Antimafia più moderno e tecnologico. E’ quello che presto diventerà il Cidma a Corleone, grazie ad un progetto che si è classificato primo nella graduatoria del Gal Terre Normanne.
L’obiettivo non è quello di cambiare lo storico volto del museo, riconosciuto punto di riferimento per la storia della mafia, ma renderlo innovativo e multimediale.
Il bando rientrava nel Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Siciliana 2014-2020, sottomisura 7.5 (Sostegno allo sviluppo e al rinnovamento dei villaggi, Creazione Itinerari Tematici) della misura 19.2. In particolare, il bando prevedeva la presentazione di progetti finalizzati alla promozione e alla valorizzazione del turismo sostenibile. Il Cidma ha puntato sull’innovazione tecnologica.

Mauro De Mauro, un mistero lungo che oggi compie cinquant’anni


Mauro De Mauro

di SERGIO BUONADONNA
Lo scoop annunciato, la scomparsa, i depistaggi: il 16 settembre 1970 iniziava il giallo del giornalista de “ L’Ora”. Raccontato da un suo collega
Un delitto di mafia, senza impronta, è tutto ciò che rimane di Mauro De Mauro. Il giornalista dell’Ora fu sequestrato la sera del 16 settembre di cinquant’anni fa a pochi metri da casa, in viale delle Magnolie, dove lo aspettarono invano la figlia Franca e il fidanzato Salvo Mirto, che improvvisamente udirono una voce gridare «amunì» , uno sbattere di porte e l’auto sgommare verso viale delle Alpi.

Sicilia Queer filmfest 2020: il Premio "Nino Gennaro" a Massimo Milani e Gino Campanella


L'assegnazione del premio "Nino Gennaro" 2020 a Massimo e Gino

Nel decimo anno del Sicilia Queer filmfest, festival dedicato alle arti visive che si svolge dal 15 al 20 settembre ai Cantieri culturali alla Zisa di Palermo, il premio "Nino Gennaro" viene assegnato ai fondatori di Arcigay in Italia e storici attivisti del movimento Lgtb+ Massimo Milani e Gino Campanella. «Il premio va a Massimo, Gino e Nino, i quali non hanno mai avuto tempo per badare ai propri killer perché impegnati a essere felici».
Il Premio intitolato alla memoria di Nino Gennaro viene assegnato ogni anno a un o una artista o a un o una intellettuale che si sia distinto o distinta in modo particolare per la sua attività e il suo impegno finalizzati alla diffusione internazionale della cultura queer, alla valorizzazione delle differenze e alla difesa dei diritti delle persone Lgbt+. Il prossimo 31 ottobre la coppia si unirà civilmente a Giarre, nel 40esimo anniversario dell’omicidio dei due giovani amanti, Giorgio e Toni, rimasto senza colpevole e che portò alla fondazione di Arcigay.

martedì 15 settembre 2020

Don Pino Puglisi che andava incontro alla morte


Don Pino Puglisi

Gli elementi probatori acquisiti nel corso di una lunga ed accurata istruzione dibattimentale, siano essi costituiti da attività di investigazione tradizionale che da convergenti, molteplici e significative propalazioni dei singoli collaboratori, consentono di confermare il giudizio relativo alla penale responsabilità dei tre imputati in ordine al reato associativo nelle forme e con le aggravanti di cui alla impugnata sentenza.
Non vi è dubbio alcuno, infatti, che, come già detto, entrambi i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, pur durante la latitanza e successivamente anche dal carcere, fossero, tradizionalmente e stabilmente inseriti nell’organizzazione criminale «Cosa Nostra», ed in particolare in quella articolazione locale operante nel famigerato quartiere di Brancaccio, con posizione preminente di organizzazione e di direzione di quell’assetto mafioso.

AVVISO - NUOVO CASO DI COVID-19 A CORLEONE

Pubblichiamo l’avviso diffuso oggi dal comune di Corleone sulla pagina ufficiale  

Nuovo caso positivo di Covid-19 a Corleone. Per ovvi motivi di privacy non è possibile fornire alcun elemento che possa far risalire all’identità della persona colpita. Il soggetto si trova in isolamento presso il proprio domicilio e sono state attivate tutte le procedure da parte dell’Asp per risalire ai contatti degli ultimi giorni. La situazione è monitorata con attenzione e qualunque comunicazione necessaria sarà fornita attraverso i canali istituzionali del Comune. Con l’occasione si raccomanda l’uso della mascherina nei luoghi chiusi e in quelli aperti in cui non sia possibile mantenere la distanza di un metro; di igienizzare spesso le mani; di evitare assembramenti.