sabato 20 dicembre 2008

Il Csm nomina Ingroia e Principato nuovi procuratori aggiunti di Palermo

Antonio Ingroia, pm di Palermo, è stato nominato dal plenum del Csm nuovo procuratore aggiunto di Palermo. Il pm ha ricevuto 18 voti a favore contro i 4 andati al candidato di minoranza Cerami. Nominata procuratore aggiunto sempre a Palermo anche Maria Teresa Principato che ha ricevuto l'unanimità dei voti del plenum. Occuperanno altri due posti di aggiunti sempre alla procura del capoluogo siciliano anche Antonio Gatto e Leonardo Agueci. Sono tutti magistrati che si sono occupati di importanti inchieste sia in Sicilia che sul territorio nazionale. In tutto sono stati sei i posti aggiunto a Palermo assegnati dal plenum. Tra i 18 voti ottenuti da Ingroia, quelli del vice presidente del Csm Mancino, del procuratore generale della Cassazione Esposito e del presidente di Cassazione Vincenzo Carbone. Ingroia ha condotto in Sicilia grandi inchieste tra le quali quelle per individuare il covo di Riina e sull'omicidio De Mauro, e i processi su Bruno Contrada e Marcello Dell'Utri e ha affiancato alla Procura di Marsala il giudice Borsellino. Teresa Principato ha fatto parte del pool antimafia di Falcone, è stata anche collaboratrice di Borsellino ad Agrigento e pm della Direzione Nazionale Antimafia.

1 commento:

Ettore Ferrero ha detto...

Cara Redazione di Città Nuove Corleone,
avere in diretta queste notizie,che permettono a valenti Magistrati, da anni in prima linea contro Cosa nostra e i suoi molteplici appoggi << esterni>>,dimostrano che la volontà da parte dei cosiddetti << Servitori dello Stato>> è propensa a continuare una lotta, che dall'esempio dimostrato dai valenti precursori precedenti, è fortemente sintomatica nel voler rendere,palpabile ed indiscussa, una guerra, che dovrebbe essere garantita, soprattutto, dalla volontà politica, che da troppo tempo sta continuando ad attaccare frontalmente la Magistratura.
Un doveroso grazie alla scelta adempiuta dal CSM...