mercoledì 25 gennaio 2012

Tagliate le ruote all'auto del sindaco di Marineo Franco Ribaudo (Pd)

Il sindaco di Marineo, Franco Ribaudo
Un’assemblea tra i sindaci del consorzio Coinres a Baucina si è conclusa con un gravissimo atto nei confronti del sindaco di Marineo Francesco Ribaudo. All’auto di rappresentanza sono state tagliate due ruote. Ribaudo ha denunciato l´accaduto ai carabinieri e sul fatto indaga anche la magistratura. Alcuni operai presidiavano l’uscita dei locali del municipio per avere notizie sul loro futuro. Prima della conclusione dell’assemblea, si è diffusa la voce che i liquidatori avevano dichiarato l’impossibilità di proseguire con ulteriori proroghe dei contratti. All’uscita la sorpresa per Ribaudo, che ha trovato le due ruote anteriori dell’auto, tagliate, presumibilmente con un coltello a serramanico. «Il percorso virtuoso da noi intrapreso – dice Ribaudo - si contrappone nettamente alle vecchie forme di gestione dei rifiuti che hanno nutrito gruppi di interesse politico-mafioso e clientelare, come riportato dal rapporto della commissione nazionale antimafia, che hanno fatto aumentare vertiginosamente i costi dei servizi ed hanno portato al dissesto i bilanci dei comuni siciliani. In questo c’è una corresponsabilità dei politici, dei dirigenti del Coinres e persino di una frangia collusa degli stessi lavoratori. Il tentativo è quello di interrompere l’operato virtuoso e la scelta di campo fatta dall’Amministrazione Comunale di Marineo e da tutta la comunità marinese, che con grande determinazione hanno raggiunto nel giro di due anni il 60% di raccolta differenziata. Scelte queste, che hanno permesso di mantenere il paese pulito, di abbattere i costi della bolletta in favore dei cittadini, salvare le casse comunali e di intraprendere un cammino di civiltà a salvaguardia delle future generazioni». All'amico Franco Ribaudo la solidarietà e il sostegno mio personale e di Città Nuove. (d.p.)

Nessun commento: