domenica 29 gennaio 2012

Corleone, SP4 - SP2. Se Lanza e Iannazzo avessero un pizzico d'orgoglio...

Dino Paternostro
Il presidente della Provincia Giovanni Avanti e l’assessore alla viabilità Gigi Tomasino sono decisamente confusi. Hanno comunicato che nei prossimi giorni convocheranno un incontro col sindaco Nino Iannazzo e il presidente del consiglio comunale Mario Lanza per informarli sullo stato dei lavori di manutenzione della strada provinciale Corleone-S.Cipirello-Partinico. Non hanno capito che intanto ad essere stati convocati sono loro. Infatti, sono stati convocati il 1° febbraio dal Prefetto di Palermo Umberto Postiglione, insieme al Comitato “LaStradaPromessa” e ai sindaci della zona, per riferire urgentemente sullo stato dei lavori. Ma la confusione di Avanti e Tomasino è favorita dal presidente Lanza e dal sindaco Iannazzo, che non li hanno ufficialmente convocati nella sala consiliare del comune di Corleone, come da noi richiesto dal 1° dicembre. Lanza e Iannazzo sono complici di Avanti e Tomasino, coprono il loro disinteresse nei confronti della nostra zona.  Per miserabili interessi di schieramento politico. Non capiscono che una viabilità sicura non è né di destra né di sinistra, ma un diritto di tutti i cittadini. In altri termini, non sono adatti a governare una città come Corleone. Se riescono ancora ad avere uno pizzico d’orgoglio, rifiutino l’eventuale convocazione a Palazzo Comitini e siano loro (in particolare, Lanza, che ne ha anche il potere formale) a convocare Avanti e Tomasino in una seduta straordinaria del consiglio comunale di Corleone, congiuntamente ai consigli comunali dei comuni della zona. Come da noi richiesto, finora invano. (d.p.)

Nessun commento: