sabato 11 luglio 2020

Reddito di cittadinanza a un condannato per mafia: scoperto a Corleone

La caserma della Guardia di Finanza di Corleone
Avrebbe percepito indebitamente il reddito di cittadinanza dal mese di aprile 2019 e adesso dovrà restituire la somma di 9.800 euro. Protagonista della vicenda un cittadino di Corleone.
In particolare i finanzieri della Tenenza di Corleone hanno denunciato l'uomo all'Autorità giudiziaria in quanto - dopo l'attività info-investigativa - in quanto hanno riscontrato che il soggetto risultava sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di soggiorno nel Comune di Corleone e aveva riportato una condanna in via definitiva per il reato di cui all’art. 416 bis c.p. Tutte condizioni che precludono l’ottenimento del reddito di cittadinanza.
Per questo motivo i militari hanno denunciato l'uomo alla Procura della Repubblica di Termini Imerese, sottoponendo a sequestro preventivo la “Card reddito di cittadinanza”. L'uomo è stato inoltre segnalato all'Inps  per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio e per il recupero delle somme già indebitamente percepite ammontanti complessivamente ad €. 9.800,00.
Giornale di Sicilia, 11 Luglio 2020

Nessun commento: