lunedì 6 luglio 2020

L’amore di Ennio Morricone per la Sicilia

PIETRO SCAGLIONE
Il maestro Ennio Morricone amava la Sicilia e i siciliani. Si trattava di un legame artistico, storico e privato, ma anche formale. Infatti, il celebre compositore e direttore d'orchestra romano era cittadino onorario di Bagheria, la località natale di Ignazio Buttitta, Renato Guttuso, Giuseppe Tornatore, Ferdinando Scianna e altri grandi artisti.
Nel 2006, il Consiglio Comunale di Bagheria si riunì in una sede d'eccezione, nei saloni di  Villa Cattolica (la sede del Museo dedicato proprio al pittore Renato Guttuso), per conferire a Morricone la cittadinanza onoraria.
Molte colonne sonore di Ennio Morricone, inoltre, furono scritte per film di registi siciliani o riguardanti la Sicilia. Ad esempio, le indimenticabili colonne sonore per i film del regista Peppuccio Tornatore: da "Nuovo Cinema Paradiso" a "Baaria", da "Malena" a "L'uomo delle stelle". 
Infine, il legame di Morricone con la Sicilia era anche di natura intimistica e privata, per il suo matrimonio con Maria Travia, originaria di Gioiosa Marea, in provincia di Messina. 
"Ho sposato una siciliana - dichiarò Ennio Morricone nel 2010 in un'intervista a La Repubblica -  il che mi ha permesso di conoscere da vicino la sicilianità. Ma grazie all’arte di Tornatore ho avuto la conferma delle mie sensazioni su questa terra che è bella anche per le sue contraddizioni oltre che per la sua umanità. Quello siciliano è un popolo eletto nei migliori casi e nei peggiori. E credo che a prevalere sia certamente il suo lato positivo".

Nessun commento: