lunedì 2 dicembre 2019

Corleone, il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia incontra i sindaci del territorio. Presente anche il Comitato che lotta per le strade sicure

La carta della zona interna del Corleonese
Al ministro il Comitato “Vogliamo la strada Corleone-Partinico” consegnerà un documento di richieste, che sarà inviato anche a tutte le altre istituzioni competenti: “Ci devono ascoltare!”, dicono i cittadini e le organizzazioni sindacali e professionali che lo compongono 
Corleone, 2 dicembre 2019. Dopo l’incontro con il presidente della Regione Nello Musumeci, il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, domani sarà a Corleone. Alle 18.30 sarà al Cidma, il Centro internazionale di documentazione sulle mafie e il movimento antimafia, per incontrare sindaci del territorio e cittadinanza. Argomenti dell’incontro lo sviluppo delle aree interne e la sicurezza delle strade, temi particolarmente sentiti in tutto l’hinterland corleonese, in particolare per la situazione drammatica delle strade del territorio.

Parteciperanno il sindaco di Corleone e presidente dell’Assemblea del Consorzio Sviluppo e Legalità, Nicolò Nicolosi, il presidente dell’Unione dei Comuni del Corleonese e coordinatore Anci Giovani Sicilia, Leonardo Spera, il presidente dell’Unione dei Comuni della Valle del Sosio, Tommaso Di Giorgio, l’onorevole Carmelo Miceli, componente della Commissione bicamerale antimafia. Previsti anche gli interventi degli amministratori locali della zona. Ha assicurato la sua presenza l’arcivescovo di Monreale, S.E. Monsignor Michele Pennisi.
“La visita del ministro Boccia è fondamentale – dice il sindaco Nicolosi – perché tutti gli amministratori si rendono conto dell’urgenza di spingere l’acceleratore sullo sviluppo delle nostre zone. Sviluppo che non può prescindere dalla costruzione di infrastrutture viarie di cui il territorio è assolutamente carente. I sindaci e i comitati di base costituitisi per vedere superati tali problemi impegneranno il ministro Boccia nella soluzione ravvicinata delle urgenze ravvisate, a partire dalla Strada provinciale 4, che ha valore strategico per tutto il territorio”.
Proprio il Comitato “Vogliamo la strada Corleone-Partinico” annuncia che presenterà un documento al ministro Boccia e ai sindaci del territorio, dove si fa un’analisi dello stato della viabilità nella zona del Corleonese, individuando richieste precise di intervento: la messa in sicurezza della SP4 e della SP2 e delle altre strade provinciali, il completamento dell’ammodernamento della SS118 e il ripristino della viabilità rurale. Lo stesso documento sarà inviato alla Città metropolitana di Palermo, alla Regione e agli altri ministeri statali competenti. E per mettere fine al balletto delle competenze, il Comitato continua a chiedere un tavolo tecnico-politico attorno a cui far sedere tutti gli interessati. “Vogliamo strade vere e sicure!”, dicono al comitato, che ha annunciato una giornata di mobilitazione generale per LUNEDI’ 16 DICEMBRE.

Nessun commento: