mercoledì 26 gennaio 2011

Franco Padrut e Arcangelo Panzica, un funerale laico ed uno religioso, una riflessione sul senso della vita e della morte...

Il funerale laico
di Franco Padrut
Arcangelo Panzica
E' stata una giornata dura quella di oggi. Nella mattinata ho partecipato al funerale laico di Franco Padrut, ex segretario della Camera del lavoro di Palermo, morto lunedì scorso a 67 anni. Poi di corsa a Corleone, dove ho partecipato al funerale religioso di Arcangelo Panzica, il giovane di 29 anni morto in un incidente stradale in provincia di Torino. Due funerali molto diversi, ma entrambi toccanti, commoventi, coinvolgenti. Franco è stato un dirigente comunista della Cgil, che si è battuto tutta la vita per gli ideali di libertà, di giustizia sociale e di democrazia. Era ateo e non si è convertito sul letto di morte. Ha voluto funerali laici ed ha disposto che il suo corpo venisse cremato. Le sue due figlie, Arianna e Sabina, hanno testimoniato sulla sua dolcezza di padre e sulla sua coerenza politica e morale.
Arcangelo era un giovane che andava incontro alla vita, scanzonato e felice, con la sua ragazza e circondato dall'affetto dei suoi amici e dall'amore dei suoi genitori, Pippo e Margherita, e di suo fratello Gianfranco. Un destino terribile e crudele l'ha fermato, lasciando nella disperazione i suoi e nel dolore tutti noi. C'era una grandissima folla nella Chiesa Madre al suo funerale religioso. L'intero paese si è stretto attorno alla sua famiglia. Dopo il funerale, tutti in corteo - un corteo lunghissimo - per accompagnarlo fino al cimitero. Per l'ultimo saluto. Ciao, Arcangelo. Ti vogliamo tutti bene.
Dino Paternostro 

Nessun commento: