sabato 29 giugno 2019

FIORISCONO I PARTITI DENTRO IL PD

EMANUELE MACALUSO
Dopo Carlo Calenda anche Giuseppe Sala, sindaco di Milano, in ragione del successo nell’aggiudicazione delle Olimpiadi Invernali, ha dichiarato: “Occorre un nuovo partito, il Pd non basta”. La notizia è spiegata bene da Giovanna Casadio su La Repubblica: il sindaco dice che non potrebbe essere “un soggetto centrista” ma che dovrebbe puntare su “ambiente e sociale”.
Francamente, sia Calenda sia Sala che fanno parte del Pd e che annunciano nuovi partiti, è cosa non poco stupefacente. I partiti non nascono da pensieri politici superficiali e individuali, su quel che si vede oggi, ma su una base politica, culturale e ideale molto più profonda e reale.

Se questa realtà è già emersa, ci sarà certamente chi la esprimerà. Gli annunci a vuoto senza una conseguenzialità nei fatti e nella vicenda politica del centro sinistra sono velleitari e sbagliati. Perché da un canto indeboliscono il partito di cui Calenda e Sala sono esponenti autorevoli e con incarichi di rilievo, dall’altro perché nel concreto non c’è nulla. A parte le loro dichiarazioni. Dispiace farlo notare ma si tratta di osservazioni elementari per chi ha una certa esperienza politica.
(28 giugno 2019)

Nessun commento: