martedì 11 giugno 2019

Corleone, sarà riqualificata l'area dell'ex capannone Sip di via Caduti in guerra?

Il capannone ex Sip di via caduti in guerra
Lo scorso 28 maggio il consiglio comunale di Corleone ha approvato una mozione, proposta dalla II Commissione consiliare “Pianificazione urbanistica, tutela ambientale, programmazione lavori pubblici e trasporti pubblici”, per la riqualificazione dell’area ed deposito SIP di via Caduti in Guerra. Un atto veramente meritevole, perché è sotto gli occhi di tutti lo stato di degrado in cui versa l’area in questione, che si trova nel “cuore” storico di Corleone. Il capannone sta cadendo a pezzi, il tetto è sfondato in più punti, tutto intorno è una discarica abusiva di rifiuti. Così da anni. Più volte i passati consigli comunali avevano discusso la questione, senza concludere nulla. Adesso, sotto la spinta del presidente della Commissione Vincenzo Gelardi, e con gli impulsi dei componenti Gianluca Castro, Gaetano Costa, Chiara Filippello e Concetta Governali, pare un progetto di riqualificazione possa essere avviato.

La Commissione, infatti, ha sottolineato nella mozione che “tutto ciò che è presente nell’area è oggetto di dismissione al fine di ottenere un’area libera da riqualificare”. Possibilmente trasformandola in un’area di verde attrezzato, che sarebbe di vitale importanza dato il congestionamento del centro storico.

La mozione è stata approvata all’unanimità da tutto il consiglio comunale. Adesso c’è da sperare che l’amministrazione comunale e, in particolare, l’assessore ai lavori pubblici, Salvatore Schillaci, dia seguito alla mozione. Pare che sarebbe sua intenzione pubblicare un avviso pubblico per invitare chi potrebbe averne interesse a presentare la propria disponibilità a smontare il capannone, liberare l’area ed in cambio riutilizzare i pannelli smontati e il materiale in acciaio. Senza oneri per il comune. La fase due potrebbe essere la predisposizione di un progetto per trasformare l’area in una piazzetta con alberi, panchine e fiori. (dp)   

Nessun commento: