martedì 23 agosto 2016

Corleone, il commissario straordinario rinomina i capi settori: saltano igiene ambientale e sviluppo economico

La d.ssa Giovanna Termini, commissario straordinario
La d.ssa Giovanna Termini, commissario straordinario del comune di Corleone, lo scorso 18 agosto ha adottato le prime sei determine, con cui ha conferito gli incarichi di capi settore, decaduti automaticamente con la decadenza dalla carica del sindaco Savona. Colpisce la soppressione del VII settore (igiene ambientale), il cui responsabile era l’arch. Filippo Diana, affidato adesso ad interim all’ing. Pino Gennaro, e dell’VIII settore (cultura e sviluppo economico), il cui responsabile era l’arch. Enrico Gulotta, affidato adesso ad interim all’arch. Patrizia Amoroso.
Nessuna novità, invece, nei primi sei settori, dove ha confermato i responsabili che già erano in carica, ma con scadenza al 30 settembre. Forse un modo per prendere tempo, capire come vanno le cose e poi decidere definitivamente. Responsabile del primo settore (affari generali e istituzionali), quindi, è stato confermato il dott. Vincenzo Mannina; responsabile del secondo settore (sicurezze sociali) la d.ssa Giuseppa Gazzara; responsabile del terzo settore (economico finanziario) il dott. Fabio Termine; responsabile del quarto settore (urbanistica) l'arch. Patrizia Amoroso; responsabile del quinto settore (lavori pubblici) l'ing. Giuseppe Gennaro; e responsabile del sesto settore (vigilanza) il dott. Leoluca Cortimiglia.
Il commissario straordinario ha disposto anche il cambio di tutte le serrature degli uffici comunali ed una portineria che registri con documento di identità tutti i cittadini che entrano nel palazzo comunale.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

BENE...BRAVA...DALLA PADELLA ALLA BRACE!
VIA TUTTI COMMISARIO!
PROPRIO QUESTI "MANGIAVANU E BIVEVANO CU AMICI E PARENTI DEL SINDACO...GIUNTA COMPLETA!

Anonimo ha detto...

e i dirigenti burocrati corrotti e indagati sono ancora al posto di comando.....forse bisognerebbe ricondare che nel 92-93 si sono succeduti 3 commissari prima delle elezioni.
marcello

Anonimo ha detto...

Mamma mia, che vergogna gli "amici politici" che scorazzavano dalla mattina alla sera per le vie e si riunivano presso i bar del paese sono tutti scomparsi.Speriamo che la lezione serva principalmente per il futuro.

Anonimo ha detto...

fuori i mafiosi dal palazzo....politici e dirigenti....e in fretta!!!!! paolo