Barra video

Loading...

lunedì 22 maggio 2017

Antonio Ingroia: "Subito la legge anticorruzione La Torre bis"

Pio La Torre
Palermo, 19 mag. (AdnKronos) - "L’Italia è ormai strozzata da una classe politica corrotta e collusa con la mafia, soprattutto al meridione, e un Paese così soffocato non può mai dire di essere una vera democrazia. I recenti fatti di corruzione e di mafia emersi in questi giorni in Sicilia sono illuminanti: due candidati sindaci a Trapani sono accusati di corruzione e collusione con la mafia, uno è stato addirittura arrestato, mentre un sottosegretario è indagata di corruzione per avere, secondo l'accusa, presentato un emendamento di favore in cambio del regalo di un Rolex". Lo ha detto Antonio Ingroia, presidente di Azione Civile, a margine dell'iniziativa elettorale 'Nocera contro le camorre e la corruzione per lo sviluppo e l’occupazione' a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno. 

"Se vogliamo riconquistare la democrazia dobbiamo fare piazza pulita di questa classe dirigente criminale - ha aggiunto l'ex pm antimafia -. Per questo con Azione Civile stiamo chiedendo che sia approvata al più presto la legge anticorruzione 'La Torre bis', scritta da me, Franco La Torre e altri esperti, che prevede di colpire la corruzione come già si fa con la mafia, cioè attraverso la confisca dei patrimoni dei politici corrotti e collusi. Abbiamo lanciato una petizione sulla piattaforma change.org, che in poco più di due settimane ha già raccolto quasi 50.000 firme, affinché il Parlamento esamini e approvi la legge La Torre bis il prima possibile. Le elezioni amministrative - ha concluso - sono la prima occasione per cacciare questa casta corrotta e restituire al popolo sovrano il governo del proprio territorio".


Nessun commento: