sabato 17 marzo 2018

Corleone, marcia per la pace e la legalità. Mons. Pennisi: “Niente slogan ma azioni concrete quotidiane”

La marcia per la pace e la legalità di Corleone

Diverse realtà sociali hanno preso parte alla manifestazione: rappresentanti sindacali, Scout, membri dell’Ufficio della pastorale Sociale e del lavoro, parroci
Corleone, 17 marzo 2018 – Si è svolta questa mattina la marcia per le vie di Corleone, una manifestazione per la pace e per la legalità organizzata dall’Arcidiocesi di Monreale ed il suo Ufficio per la Pastorale Sociale ed il Lavoro. Diverse le realtà sociali che hanno partecipato, rappresentanti dei sindacati CGIL, CSIL, UIL, membri dell’Ufficio della pastorale Sociale e del lavoro, i parroci di Corleone, i membri delle aggregazioni ecclesiali, rappresentanti  dell’Azione Cattolica, degli Scout, delle Confraternite più esplicitamente impegnate a coordinare l’impegno comune per la pace e la legalità. GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

“L’affermazione della cultura della legalità è affidata alla collaborazione di tutti: Pubbliche Istituzioni, Parrocchie, Scuole, Sindacati, Associazioni eccelsi e laiche”. Ha detto Mons. Pennisi, arcivescovo di Monreale, nell’omelia durante la marcia di questa mattina. “La città di Corleone non merita di essere ricordata per le tristi vicende di alcuni mafiosi dei nostri tempi -continua Mons. Pennisi- ma per i suoi santi Leoluca e Bernardo, per i suoi sindacalisti come Bernardino Verro e Placido Rizzotto che sono stati uccisi per la ricerca della giustizia sociale, per la vittima innocente Giuseppe Letizia, per tanti cittadini onesti e laboriosi che vogliano impegnarsi ogni giorno a promuovere lo sviluppo integrale attraverso la legalità e a contrastare la mentalità mafiosa. Auguro che anche attraverso questa iniziativa si possa realizzare una cultura di pace e una legalità reale, non fatta di slogan ma di azioni concrete quotidiane”. Ha concluso l’arcivescovo di Monreale.
Pubblicato il 17 marzo 2018

Nessun commento: