Barra video

Loading...

giovedì 28 maggio 2015

Palermo, Ospedale Ingrassia: attivato il nuovo moderno pronto soccorso

Un momento dell'inaugurazione
Consegnati i lavori per il complesso operatorio di ginecologia ed il nuovo reparto di chirurgia 
Maggiore comfort per chi ha bisogno di cure e una migliore gestione delle emergenze e delle urgenze grazie a nuovi spazi a disposizione sia per gli utenti che per gli operatori. Sono le caratteristiche della nuova area accoglienza del Pronto soccorso dell’Ospedale Ingrassia di Palermo, attivata questa mattina alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Regione, Rosario Crocetta, dell’Arcivescovo di Monreale, Michele Pennisi, e del direttore generale dell’Asp, Antonio Candela. I lavori di ristrutturazione sono stati finalizzati a realizzare uno spazio confortevole ed accogliente.
Uno spazio dotato di monitor che indicano le priorità di ingresso in base ai codici assegnati al triage, di televisori collegati a programmi di informazione e distributori di acqua gratuiti per alleviare l’attesa di pazienti e familiari. “Raccogliendo anche i suggerimenti degli stessi utenti – ha spiegato il direttore generale dell’Asp, Antonio Candela – in un mese abbiamo realizzato una nuova area accoglienza con spazi più ampi rispetto alla vecchia organizzazione e tecnicamente dotati di impianti e attrezzature all’avanguardia, ma sono anche spazi più accessibili e funzionali rispetto alle esigenze degli operatori. Il servizio tecnico ha fatto il massimo per rendere funzionale l'area a disposizione”.
I lavori hanno interessato le sale di attesa e triage, compreso i servizi igienici: sono stati unificati i due ambienti destinati a sala di attesa ed è stato totalmente realizzato un nuovo triage più ampio dotato di impianto di gas medicali. Rifatti totalmente anche gli impianti elettrici e di illuminazione oltre ad un nuovo servizio igienico utilizzabile anche dai diversamente abili.
“Dopo l’introduzione del carrello informatizzato, l’attivazione dell’UTIN (Terapia intensiva neonatale, ndr) e del nuovo pronto soccorso – ha sottolineato Candela – il programma di rilancio e riqualificazione dell’Ospedale Ingrassia prosegue nel rispetto di una tabella ben precisa. Lo scorso 20 maggio sono stati consegnati alla ditta che si è aggiudicata l’appalto i lavori di ristrutturazione al secondo piano del complesso operatorio di ostetricia e ginecologia, mentre domani consegneremo i lavori al terzo piano per la ristrutturazione delle unità operative di chirurgia, ortopedia e traumatologia. L’investimento complessivo è di 5 milioni di euro e l’ultimazione delle opere con l’apertura dei nuovi reparti è prevista a dicembre per il complesso operatorio ed il mese successo per la chirurgia”. 


DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE, Rosario Crocetta: “La sfida della legalità è anche quella di far funzionare i servizi. Il potenziamento dei servizi all’Ingrassia è la migliore risposta alla mafia. Ed è proprio la mafia che ha lanciato segnali devastanti in questa struttura con continui allagamenti, minacce ed altre intimidazioni. Noi stiamo conducendo una battaglia per liberare la sanità siciliana da corruzione e mafia. Candela, come altri manager siciliani, stanno conducendo questa battaglia ed hanno l’appoggio ed il sostegno del governo. L’attivazione del nuovo pronto soccorso all’Ingrassia ha un duplice significato: nessuno di noi ha paura delle intimidazioni e nessuno può pensare di isolare Candela, perché ha l’appoggio del governo, del presidente e dell’assessore Borsellino”.

DICHIARAZIONE DELL’ARCIVESCOVO DI MONREALE, Mons. Michele Pennisi: “Già l’avevo detto nell’omelia in occasione della Pasqua. Commettere atti di sabotaggio ad un ospedale ed anche nei confronti di una chiesa (lo scorso anno sono state rubati i quadri raffiguranti la Via Crucis, ndr) significa veramente compiere reati contro l’umanità. Queste persone sono indegne di chiamarsi uomini perché uno che commette danni ad un ospedale che cura i malati, è una persona ignobile”.
NR
Palermo 28 maggio 2015

Nessun commento: