giovedì 2 aprile 2015

Renzetti (Cgil Grosseto): "Onorati di ricordare Cangelosi"



Claudio Renzetti, segretario Cgil Grosseto
Carissimi compagni, ho appreso con orgoglio di appartenenza che vi accingete alla commemorazione della memoria di un grande Compagno, assassinato oramai 67 anni fa per mano mafiosa. Calogero Cangelosi, segretario della Camera del Lavoro di Camporeale nel 1948, al quale dobbiamo gratitudine per le battaglie di emancipazione dei contadini siciliani di cui fu uno dei leader nel durissimo dopoguerra del nostro Paese.
Ho appreso che dopo la sua scomparsa la moglie Francesca Serafino si trasferì nella nostra città, per ritrovare un po’ di serenità e dare un futuro ai propri quattro figli, che in Maremma sono cresciuti. Una delle nipoti di Calogero, tanti anni dopo, è poi diventata nostra delegata sindacale della Filcams, proprio qui a Grosseto.


Questo legame con la storia della Cgil siciliana ci onora tutti quanti, e per questo ci sentiamo particolarmente vicini alla gente di Camporeale e a quanti conoscono la vicenda di Calogero Cangelosi. Per consolidare questo legame, mi impegno a proporre alle nostre Istituzioni locali di onorare nel modo che sarà ritenuto più opportuno la memoria di Calogero. Consapevole con questo di fare un buon servizio alla nostra comunità, che così avrà un’occasione in più per conoscere la storia di una grande persona e di riflettere sull’importanza dei diritti che nei decenni la Cgil ha conquistato per i lavoratori grazie al sacrificio di uomini e donne della tempra di Cangelosi.
Considero la memoria un valore assoluto, che serve a ricordare, e non dimenticare.
Un grande abbraccio dalla maremma
                                                                               Il Segretario Generale C.d.L.T di Grosseto
                                                                                                  Claudio Renzetti

Nessun commento: