mercoledì 22 aprile 2020

Corleone, la strada del Calvario riaperta al traffico a senso unico alternato. Ma Pascucci denuncia i ritardi

La strada del Calvario riaperta al traffico a senso unico alternato

È stata riaperta oggi la SP80, la strada del Calvario, interdetta al traffico delle auto a causa dei danni provocati dall'alluvione del 3 novembre 2018. L'ordinanza che imponeva il divieto di transito è stata quindi revocata. Nel tratto interessato dai lavori, la strada è percorribile a senso unico alternato. Le opere per il consolidamento sono state completate. Resta solo da asfaltare. "Non sappiamo quando sarà possibile farlo - dice Salvatore Schillaci, assessore ai Lavori pubblici - a causa della chiusura degli impianti di betonaggio, provocata dall'emergenza coronavirus. Considerato il protrarsi della situazione, abbiamo chiesto alla Città metropolitana di Palermo di poter riaprire la SP80. Ringraziamo quindi gli ingegneri Pampalone, Tascone e Fasulo e il geometra Restivo, oltre ai cantonieri che si sono occupati della pulitura e collocazione della segnaletica verticale e orizzontale. Appena ci saranno le condizioni, asfalteremo e riapriremo anche il tratto Calvario-San Giacomo”. Ma il capogruppo della minoranza Maurizio Pascucci, in un post pubblicato oggi su Facebook, denuncia i notevoli ritardi nell’esecuzione dei lavori. 
“Per la strada del Calvario il 21 dicembre 2019 il Sindaco e l'Assessore ai Lavori Pubblici - scrive Pascucci - promettevano che entro 30 giorni i lavori si sarebbero conclusi. Dopo 122 giorni l'Assessore ai Lavori Pubblici annuncia la riapertura ad un senso. A quando la conclusione? Chi è responsabile di questo ritardo? Il denaro pubblico impiegato il 21 dicembre 2019 non è stato sufficiente? Perchè non si è concluso l'intervento?Perchè nel comunicato stampa del Comune non si fa cenno alle promesse fatte?”

Nessun commento: