giovedì 2 aprile 2020

Ars, il gruppo Pd ha presentato un'interrogazione per chiedere al governo chiarezza e trasparenza nella lotta al coronavirus

Il Gruppo Pd All'Assemblea Regionale Siciliana

Pubblichiamo l'interrogazione presentata dai deputati regionali del PD all'ARS:
Al Presidente della Regione e all’Assessore per la Salute 
Premesso che: l’attuale emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del nuovo coronavirus SARS –COV – 2 richiede misure efficaci e tempestive al fine di preservare la salute della popolazione e scongiurare la saturazione del sistema sanitario; 
per sapere: 
se si sia provveduto all’adeguato approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale da destinare allo svolgimento delle attività sanitarie dedicate alla cura dei pazienti Covid – 19 e se le forniture previste siano sufficienti a coprire il fabbisogno anche potenziale;
 se tali dispositivi siano stati distribuiti al personale sanitario che in questi giorni opera negli ospedali e in tutte le strutture sanitarie nonché ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, con particolare riferimento a maschere FPP3, occhiali e tute di protezione secondo le indicazioni del rapporto ISS Covid-19 n.2/2020; 

se non ritenga necessario disporre la distribuzione del materiale di protezione anche alla popolazione, quanto meno alle categorie più a rischio, a cominciare dai lavoratori degli esercizi commerciali ai quali è consentita l’apertura (supermercati, edicole, benzinai ecc), anche al fine di evitare contraffazioni e speculazioni; 
se è stata completata la riconversione dei presidi ospedalieri destinati a Covid – hospital, quanti posti letto sono stati attivati, e quanti tra questi siano di terapia intensiva e semintensiva; 
quali siano le linee di indirizzo per la cura di pazienti Covid 19 non ospedalizzati, se sia previsto il ricorso alla telemedicina, quali siano i servizi (anche con la collaborazione degli enti locali e delle organizzazioni di volontariato) a supporto del loro isolamento domiciliare con particolare riguardo all’approvvigionamento di medicine e generi alimentari; 
se vengano effettuate indagini epidemiologiche per individuare ed isolare i contatti di coloro che sono risultati positivi al test; 
se i dati relativi alla diffusione dell’epidemia siano oggetto di studio da parte di esperti, e se non ritenga utile diffondere l’analisi dei dati, distinti per provincia ed ospedale, a fini scientifici e conoscitivi, anche per consentire alla popolazione un’informazione puntuale e rigorosa; 
come sia composta, in particolare, la platea degli ammalati, dei deceduti e dei guariti in relazione all’età e alla eventuale presenza di altre patologie;
 quale sia il tasso di crescita dei contagiati e sia possibile prevederne l’evoluzione; se il sistema sanitario regionale sia in grado di reggere un tasso di ospedalizzazione massiccio in termini di risorse umane e strumentali disponibili. 
se, alla luce dei dati relativi al massiccio rientro in Sicilia di cittadini provenienti dalle regioni del nord Italia, si ritenga opportuno allestire strutture centralizzate per la quarantena di tali soggetti per scongiurare il rischio di innescare pericolosi focolai.
 LUPO, ARANCIO, BARBAGALLO, CATANZARO, CRACOLICI, DE DOMENICO, DI PASQUALE, GUCCIARDI

Nessun commento: