venerdì 3 maggio 2019

Raccolta rifiuti. Fp e Cgil denunciano “anomalie” nella gestione del servizio da parte della Cogesi


“Infortuni sul lavoro non denunciati, mezzi senza documenti, stipendi non pagati da tre mesi”. Oggi a Piana i lavoratori hanno impedito l'uscita dei camion
Palermo 3 maggio 2019 – La Fp Cgil Palermo e la Cgil Palermo denunciano anomalie nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti da parte della Co.Ge.Si (di San Giuseppe Jato) in un gruppo di comuni della provincia di Palermo. In particolare, Cgil e Fp, in una lettera inviata oggi alle autorità, segnalano alcune irregolarità riscontrate nella gestione del servizio di igiene ambientale nel comune di Piana degli Albanesi. Infortuni sul lavoro non denunciati, mancanza di documenti nei mezzi utilizzati, mancata pulizia dell'isola ecologica, mancato pagamento degli assegni familiari: queste alcune delle inadempienze che il sindacato ha potuto documentare. Inoltre, tutti i lavoratori – sono più di una cinquantina gli operatori ecologici assunti nelle gare vinte dalla Cogesi - non percepiscono gli stipendi di febbraio, marzo e aprile.

Un malcontento diffuso, che è venuto allo scoperto per la prima volta in queste ore a Piana degli Albanesi. Ieri la Fp Cgil, alla quale i lavoratori si sono rivolti per gli infortuni sul lavoro non denunciati dalla ditta all'Inail, ha presentato un esposto ai carabinieri per omessa denuncia. E stamattina, i lavoratori della Cogesi di Piana degli Albanesi si sono rifiutati di utilizzare i “gasoloni”, i veicoli con il ribaltabile usati per la raccolta, perché ai conducenti non viene fornita copia della carta di circolazione e della copertura assicurativa. Fp e Cgil oggi hanno scritto al prefetto, al sindaco del Comune di Piana degli Albanesi, dal dipartimento regionale Acqua e rifiuti, all'Inps all'Inail, all'Ispettorato del Lavoro denunciando le inadempienze riscontrate da parte della ditta che da qualche anno ha vinto gli appalti – tutti con gare a massimo ribasso - nel settore rifiuti in diversi paesi del fallito Ato Palermo due, tra cui Roccamena, Bisacquino, Giuliana, Chiusa Sclafani. In precedenza, fino al 2018, e con varie vicissitudini, la Cogesi aveva gestito anche la raccolta rifiuti a Monreale e a Partinico.
“Chiediamo dei controlli ispettivi per verificare le inadempienze da noi riscontrate da parte dell'impresa nella gestione dei lavoratori e del servizio - dichiarano il segretario generale della Funzione Pubblica Cgil Giovanni Cammuca e il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo – A Piana ci sono stati tre infortuni sul lavoro non denunciati, l'ultimo si è verificato a metà aprile, e i lavoratori non hanno così potuto usufruire delle tutele previste dalla legge, tra cui le visite gratuite e la mancata retribuzione del 60 per cento dello stipendio. Inoltre – aggiungono Cammuca e Campo - i lavoratori non percepiscono da mesi gli stipendi. Chiediamo l'intervento del dipartimento Acqua e rifiuti per verificare se i massimi ribassi che noi riteniamo anomali non influiscano su una gestione deficitaria, che arreca danno in primo luogo ai lavoratori, sui quali vengono scaricati i costi del servizio”.

Nessun commento: