domenica 27 maggio 2012

Calogero Parisi (coop lavoro e non solo): "Abbiamo raccolto l'eredità di Placido Rizzotto"

L'intervento di Calogero (tra Dino e Susanna)
Giovedì scorso Placido Rizzotto ha avuto l'onore di ripercorrere la sua Corleone per arrivare al luogo di riposo naturale. Dopo una Santa Messa celebrata con "leggerezza", il piccolo feretro ha incontrato il suo popolo che con tante bandiere rosse della Cgil ha voluto stargli vicino dopo oltre 60 anni di una memoria che lo riconduceva ad una foiba a Roccabusambra. Così prima dell'ingresso al cimitero il saluto di tanti, tra cui Susanna Camusso che ha ben ricordato l'impegno sindacale di allora e quello attuale. Dopodichè Calogero Parisi, Presidente della Cooperativa Lavoro e Non Solo, formata da soci lavoratori Corleonesi, ha narrato come l'eredità di Placido Rizzotto sia "nel fare quotidiano" che viene condiviso da tante ragazze e ragazzi organizzati dall'Arci. Il tutto è stato onorato dalla presenza del "nostro" Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
La giornata si è conclusa, insieme a tanti compagni e compagne dello Spi Cgil e della Cgil, a pranzo al bene confiscato della Cooperativa Lavoro e Non Solo. Qui abbiamo donato a Susanna Camusso, Segretario Generale della Cgil, le prime sette pietre inviate dalle Case del Popolo dell' Arci, che saranno utilizzate per il "giusto monumento" che verrà realizzato a Placido.
A Dino Paternostro, instancabile Segretario della Camera del Lavoro di Corleone, l'onere e l'onore di raccogliere tutte queste testimonianze ricche di emozione e della volontà di ricordare e fare memoria. I Campi Antimafie Liberarci dalle Spine saranno quest' anno anche il momento di costruzione di un filo rosso che lega impegno sociale, memoria e politica......con la P Maiuscola.
Maurizio Pascucci

Nessun commento: