martedì 24 novembre 2015

Campo e Lo Sciuto (Cgil): “Intercettazioni, l’amministrazione comunale di Corleone faccia presto chiarezza”


Enzo Campo e Cosimo Lo Sciuto
Palermo 24 novembre 2015 – La Cgil di Palermo e la Camera del Lavoro di Corleone, nell’esprimere soddisfazione per i risultati dell’azione portata avanti dalla magistratura e dalle forze dell’ordine in un territorio difficile come quello di Corleone, esprimono preoccupazione per le notizie emerse dalle indagini su presunti coinvolgimenti di esponenti dell’amministrazione comunale e chiedono al sindaco, direttamente chiamato in causa nelle intercettazioni pubblicate dalla stampa,  che sia fatta presto chiarezza. La Cgil chiede anche che sia fatta luce sulle vicende che riguardano il caseificio di contrada Noce, più volte inaugurato e mai entrato in funzione.  “Riteniamo opportuno – dicono il segretario della Camera del Lavoro di Corleone Cosimo Lo Sciuto e il segretario della Cgil di Palermo Enzo Campo - che sui fatti che stanno emergendo dopo gli arresti del 20 novembre arrivino delle risposte precise dalla classe politica corleonese, nel rispetto del senso di responsabilità che dovrebbe essere proprio di chi rappresenta le istituzioni e amministra una comunità”.

Nessun commento: