mercoledì 15 febbraio 2017

Antonella Monastra: “Il mio percorso politico con Fabrizio Ferrandelli.si chiude qui”

Antonella Monastra
La consigliera comunale Pd di Palermo: "Sono una donna di sinistra e con forza rivendico le mie due appartenenze, quella di genere e quella politica"

Devo a me stessa, alla mia famiglia e alle persone che mi hanno sostenuto, alla città che amo e anche ai nemici-amici di battaglie politiche leali e appassionanti una dichiarazione di libertà: la mia. Non libertà da legami, ma da patti, patti a cui non sono mai scesa e a cui mai scenderò. In tanti anni di impegno civile e politico, ho "abitato" e attraversato percorsi e gruppi, condividendo idee e valori, non sottraendomi mai al confronto e alla critica, anche feroce. Stare in un gruppo e perseguire il bene comune sottende il dialogo e anche la rinuncia a posizioni non condivise, quando non addirittura autoreferenziali. Tuttavia, appartenere ad un gruppo non può comportare l'abdicare alla libertà di pensiero, di parola, di espressione, di etica e coerenza. Questo sarebbe il prezzo, se decidessi di restare in un gruppo in cui non mi riconosco più, di cui non riesco neanche ad individuare valori e obiettivi comuni. Sono una donna di sinistra e con forza rivendico le mie due appartenenze, quella di genere e quella politica.
Rifiuto la politica machista e retrograda,  fatta di accordi a porte chiuse e di daltonismo etico, fonte di equivoci e apparentamenti politici incoerenti. La passione e la politica hanno colore: le mie sono rosse. E' l'unica decisione sostenibile in uno scenario politico  denso di contraddizioni e dinamiche illogiche e autodistruttive, l'unica possibile se la realtà si frammenta in personalismi e opportunismi che di nuovo hanno solo il nome. Il mio percorso politico con Fabrizio Ferrandelli si chiude qui.

Nessun commento: