Barra video

Loading...

sabato 23 agosto 2014

Ecco il Decreto ingiuntivo dell'Ato rifiuti al Comune di Corleone!

La prima pagina del decreto ingiuntivo
Questa è l'interrogazione presentata dal gruppo Pd per fare chiarezza sul decreto ingiuntivo dell'Ato rifiuti e per dare suggerimenti all'amministrazione al fine di ridurre il danno. Probabilmente non ci ascolteranno, ma noi il nostro dovere nei confronti dei nostri concittadini dobbiamo farlo! 
Pubblichiamo integralmente il DECRETO INGIUNTIVO DELL'ATO RIFIUTI affinchè i nostri lettori possano approfondire il problema. Come si vede, questo decreto viene da lontano perchè da lontano vengono i debiti accumulati dal comune di Corleone nei confronti dell'Ato. A cominciare da quando il sindaco Nicolosi fece assumere in maniera clientelare tanti suoi "amici" (l'attuale sindaco Lea Savona in testa!)sioni amministrative. Non servono a niente, ma intanto dobbiamo pagare loro il lauto stipendio (+ 30% rispetto al contratto dei dipendenti comunali...). E poi i debiti si sono accumulati negli anni perchè mai contestati. Da mesi si sarebbe potuto procedere a definire attraverso un confronto Ato-Comune il debito ed accedere così al mutuo ventennale senza interessi previsto da una legge regionale. Ma il sindaco e l'assessore Barbaro non l'hanno fatto, col rischio adesso che il comune possa andare in dissesto finanziario. Ma perchè non prendono atto di essere dei dilettanti sprovveduti e si dimettono, riducendo il danno per i cittadini? Leggiamo l'interrogazione del Pd, leggiamo il decreto ingiuntivo... E poi, se volete, li commentiamo... (d.p.)
LEGGI IL DECRETO INGIUNTIVO

1 commento:

Anonimo ha detto...

tutti a casa devono andare
sindaco e assessori tutti
compresi i cosidetti funzionari ato di corleone che guadagnano
50,000 euro l'anno senza fare niente sindaco compreso vergognatevi pensate a quelle famiglie che non possono mangiare e mandare i figli a scuola