CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

giovedì 23 settembre 2021

Montevarchi, la sede Cgil intitolata a Salvatore Carnevale: ponte della legalità Sicilia-Toscana

La scopertura della targa della Cgil di Montevarchi
da oggi dedicata a Salvatore Carnevale

Oggi alle 17.00, la Camera del Lavoro di Montevarchi, in provincia di Arezzo, è stata intitolata al sindacalista di Sciara (in provincia di Palermo) Salvatore Carnevale, ucciso dalla mafia il 16 maggio del 1955, per aver difeso i diritti dei lavoratori.

“La scelta di dedicare la Camera del lavoro di Montevarchi a Carnevale – ha spiegato Alessandro Mugnai, segretario generale Cgil Arezzo – è coerente con il nostro impegno per la legalità e contro le infiltrazioni criminali. Ricordare la figura del giovane dirigente siciliano, vittima della mafia, vuol dire non tagliare l’essenziale e delicato filo della memoria che sostiene la democrazia e la giustizia. Su questa linea intensificheremo e renderemo stabili i nostri legami con la Cgil di Palermo”. 

“È importante il ponte della memoria e della legalità Sicilia-Toscana, Palermo-Arezzo e Sciara-Montevarchi. Serve ad onorare i nostri caduti e a continuare la lotta per il lavoro e la giustizia sociale anche oggi”, ha detto Dino Paternostro, responsabile dipartimento legalità Cgil Palermo. “Tanto è cambiato sia in Sicilia che in Toscana rispetto agli anni ‘50. Ma lo sfruttamento dei lavoratori continua ancora oggi, come dimostrano le vertenze in corso, come Almaviva ed altre”, ha detto Mario Ridulfo, segretario generale Cgil Palermo. “Noi continueremo a lottare con grande determinazione anche nel nome di Salvatore Carnevale”, ha aggiunto. 

Salvatore Carnevale fu ospite per due anni di dirigenti socialisti di Montevarchi dopo una condanna che gli era stata inflitta nel 1951 per la sua attività di dirigente Cgil. Attività che poi riprese dirigendo la Camera del lavoro di Sciara, il paese siciliano dove fu assassinato.

L’iniziativa si è svolta a Montevarchi e online con la Cgil di Palermo. È stata ricordata la figura e la memoria di Turiddu Carnevale, sottolineando Il filo rosso della legalità sull’asse Arezzo-Palermo.

Oltre a Mugnai, Paternostro e Ridulfo, sono intervenuti il presidente del circolo fratelli Rosselli Valdo Spini, Silvia Chiassai Sindaco di Montevarchi, il sindaco di Sciara Roberto Baragona, il segretario generale Spi Cgil di Arezzo Giancarlo Gambineri. Era presente la segretaria della Camera del Lavoro Zonale di Termini Imerese Laura Di Martino.











Nessun commento: