CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

lunedì 2 agosto 2021

Lorenzo Migliore ha vinto la battaglia: su sua proposta la città di Ragusa ha intitolato due strade a Rizzotto e Carnevale

Lorenzo Migliore durante il suo intervento 


DINO PATERNOSTRO

Lorenzo Migliore, ragusano, anziano militante socialista ancora oggi tanto orgoglioso di esserlo, si può considerare soddisfatto. Finalmente è riuscito a fare in modo che la sua città intitolasse due strade a due eroi socialisti siciliani, assassinati dalla mafia, perché si battevano per la libertà e i diritti dei lavoratori: Placido Rizzotto, segretario della Camera del lavoro di Corleone, ucciso il 10 marzo 1948, e Salvatore Carnevale, segretario della Camera del lavoro di Sciara, ucciso il 16 maggio 1955. 

A partire dal 2015, la proposta era stata avanzata più volte all’allora sindaco Federico Piccitto del Movimento Cinque Stelle, ma non venne presa mai presa in considerazione. 

Migliore non si è scoraggiato e il 22 ottobre 2018 ha scritto al nuovo sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, un indipendente di destra, informandolo che più volte al precedente sindaco aveva chiesto di intitolare due strade a Rizzotto e Carnevale, reiterando la proposta di onorare la memoria dei due sindacalisti socialisti. E stavolta ha trovato più sensibilità. Con delibere di giunta n. 273 del 22/4/2019 e n. 275 del 29/4/2019, infatti, il comune di Ragusa ha intitolato due strade a Salvatore Carnevale e a Placido Rizzotto, dando atto nelle premesse che la proposta era stata avanzata da Lorenzo Migliore.

E lo scorso 29 luglio, alla presenza del sindaco di Ragusa Peppe Cassì, delle autorità cittadine, di un nutrito gruppo di cittadini e di due nipoti di Placido Rizzotto, Angelo e Placido Jr., finalmente si è svolta la cerimonia di intitolazione delle due strade cittadine a Carnevale e a Rizzotto, sindacalisti socialisti vittime della mafia, trucidati per avere difeso i diritti dei lavoratori.

Un bel risultato che premia l’impegno di Lorenzo Migliore e onora la memoria di due eroi che hanno sacrificato la loro vita per tutti i siciliani onesti. 

Grazie anche da parte nostra, che da corleonesi, da palermitani e da militanti della Cgil, non possiamo che essere orgogliosi di quanto chiesto ed ottenuto dal compagno Migliore. 

Dino Paternostro

Nessun commento: