CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

martedì 8 giugno 2021

CORLEONE, L’ARTISTA SENZA PAROLE

L’Addolorata ai piedi della croce affiancata 

da San Giovanni e da San Bernardo, che il Muto 

era stato chiamato negli ultimi anni cinquanta 

ad un lavoro di pulitura


GIOVANNI PERRINO 

Mi spiace, non può esservi un titolo al suo protagonista perché non ne conosco il nome. Dubito di trovarlo tramite l’anagrafe perché caratteristica del paese in cui viveva era quello di usare non il nome ma il soprannome e lui, essendo sordomuto, non poteva che essere per tutti il Muto “ u Mutu”.

L’ho perso di vista che ero ancora un ragazzo e lui già anziano ma spesso la sua figura mi viene in mente con la curiosità di sapere chi fosse in realtà e quali caratteristiche avesse avuto la sua esistenza ma oggi nessuno più lo ricorda anche perché essere muto è purtroppo una condizione non rara e ciò rende ancor più labile la memoria di chi non ha voce.

LEGGI TUTTO

Nessun commento: