CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

sabato 13 marzo 2021

Zen, nel fine settimana iniziativa di sensibilizzazione e di distribuzione mascherine. La Cgil in campo con le associazioni del quartiere contro la diffusione dei contagi


Palermo 12 marzo 2021 – Cresce la preoccupazione per l'aumento dei contagi in alcuni quartieri della settima circoscrizione e anche allo Zen nel fine settimana si terrà un'iniziativa per sensibilizzare la popolazione dai rischi dei mancati distanziamenti e del  mancato utilizzo della mascherina.
 La Cgil Palermo e diverse associazioni del quartiere  hanno raccolto l'appello delle istituzioni per svolgere un'opera informativa sull'importanza di indossare la mascherina e di distribuzione dei dispositivi di sicurezza.

   “La Cgil Palermo  nelle giornate di sabato e domenica assieme alle associazioni si dedicherà all'attività di sensibilizzazione della popolazione e alla consegna di mascherine – dichiara Calogero Guzzetta, segretario Cgil Palermo -  Come è  avvenuto nei mesi del lockdown, quando siamo stati in prima linea creando una rete di  solidarietà con i  nostri sportelli sempre aperti nei quartieri per aiutare la gente in difficoltà  a chiedere  i bonus alimentari, anche adesso vogliamo impegnarci nell'esercizio di cittadinanza attiva richiesto da questa situazione di emergenza. Riteniamo indispensabile stare accanto alle associazioni del posto e dare il nostro contributo al fine di raggiungere e informare più gente possibile”.

   Sabato la base operativa della giornata di mobilitazione sarà presso l'associazione Laboratorio Zen insieme, in via Costante Girardengo 18/20 allo Zen 2.  E domenica, dalle 10 alle 18,  la Cgil metterà a disposizione la Camera del Lavoro di via Gino Zappa allo Zen 1 come presidio democratica e punto di partenza per la distribuzione di volantini e altro materiale.

 “Nell'arco della giornata saremo impegnati  in giro per le strade del quartiere. L'idea – spiega Guzzetta - è di contribuire a mettere in campo un'attività di prevenzione porta a porta, per informare la gente dei rischi che si corrono se non si rispettano le indicazioni e gli obblighi previsti dai decreti e dalle ordinanze e le norme a tutela della salute.  Abbiamo chiesto a tutte le nostre categorie  e agli operatori dell'Inca e del Caf di partecipare per contribuire alla divulgazione e al successo dell'iniziativa”.

Nessun commento: