giovedì 18 febbraio 2021

La replica di Mario Draghi sul tema mafie in parlamento

Il presidente Mario Draghi al Senato della Repubblica

(Dal resoconto stenografico del Senato):

"... Ho fatto un breve accenno alla necessità di legalità e sicurezza su cui costruire il benessere, la ripresa e la crescita nel Mezzogiorno. Anzi, ho detto che senza legalità e sicurezza non ci può essere crescita; è chiaro che ci sono strumenti specifici - ho parlato del credito di imposta - da concordarsi in sede europea, ma, senza riportare legalità e sicurezza, è molto difficile crescere.

C'è, poi, un rischio specifico che corriamo, come è stato detto oggi, proprio in vista della stagione di ricostruzione con i fondi del Next generation EU: quello delle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nell'economia a seguito della crisi di liquidità che sta interessando diversi settori. Questo pericolo viene costantemente seguito dall'Organismo permanente di monitoraggio e analisi, istituito nell'aprile 2020 presso il dipartimento della pubblica sicurezza, a composizione interforze, con l'obiettivo di aggiornare costantemente la mappa delle filiere e delle attività delle mafie, al fine di orientare l'azione di contrasto.

Particolare attenzione viene anche dedicata all'erogazione dei finanziamenti previsti dalla normativa emergenziale a favore delle imprese e dei cittadini in difficoltà in conseguenza della crisi pandemica. I prefetti sono stati sensibilizzati a porre la massima attenzione ai maggiori rischi di inquinamento dell'economia legale connessi al contesto emergenziale di oggi. L'obiettivo è anticipare una risposta strutturata dello Stato in termini di prevenzione e contrasto. Dal monitoraggio effettuato sui seguiti della direttiva è emerso, tra l'altro, che diverse prefetture hanno attivato forme di collaborazione con le camere di commercio e i Comuni per rendere più incisive le verifiche sui cambi societari intervenuti nelle attività economiche maggiormente a rischio di infiltrazioni malavitose, specie gli esercizi commerciali e il settore turistico-alberghiero.

Nello stesso contesto è stato sottoscritto un protocollo d'intesa con il Ministero dell'economia e delle finanze e la SACE allo scopo di assicurare la completa funzionalità del sistema di garanzia alle banche che finanziano le imprese, impedendo l'erogazione di qualunque utilità di fonte pubblica a vantaggio degli operatori economici in odore di condizionamento malavitoso. Un analogo protocollo è stato sottoscritto dal Ministero dell'economia e delle finanze con l'Agenzia delle entrate.

 

Nessun commento: