CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

domenica 28 febbraio 2021

Quei beni confiscati tenuti nascosti dai Comuni


DANIELE LO PORTO
I beni confiscati alla mafia relegati in un limbo, in una vasta area grigia che dimostra i limiti organizzativi e di trasparenza degli enti locali. È impietosa l’analisi che emerge dal report nazionale RimanDATI, elaborato da Libera in collaborazione con il Gruppo Abele e con l’Università di Torino. Su 1.076 Comuni monitorati in tutta Italia ben 670 non pubblicano alcuna informazione, il 62%, quindi, è totalmente inadempiente, di questi 392 sono enti del Sud. La Sicilia è tra le undici regioni «rimandate», con una trasparenza ben al di sotto della media nazionale: su 207 comuni monitorati sono 120 quelli che sui loro siti internet non pubblicano alcun elenco né informazioni, il 58%. Palermo, invece, è un esempio positivo con un voto alto fra i capoluoghi, rispetto alla media nazionale.

CORLEONE, PRIMO MARZO: ‘A LUMINIANA RI SANTU LUCA

La luminiana di San Leoluca

GIOVANNA BENFRATELLI*
Quando ero bambina la festa del santo patrono, il I marzo, era molto sentita. Giorni prima noi bambini ci organizzavamo per raccogliere la legna per fare il falò, girando di casa in casa per chiedere i mazzini (le fascine).
A quei tempi tutti tenevano la legna in casa perché non c’erano le bombole del gas e per cucinare la pasta bisognava accendere la legna nelle cucine, quelle economiche che prima erano in muratura, con un buco a centro in cui si incassava la pentola di rame o di alluminio. Accanto c’era un buco più piccolo con una graticola, un fornellino in cui si metteva la brace per preparare il condimento per la pasta o un secondo.

SAN LEOLUCA: LEONE LUCA DA CORLEONE*

San Leoluca patrono di Corleone si festeggia il 1° marzo
di MARIA STELLADORO
Leone Luca, santo monaco italo-greco (IX-X secolo), nacque a Corleone di Sicilia da Leone e Teotiste, contadini e pastori. Orfano di entrambi i genitori in giovane età, abbandonò i lavori agresti ed entrò novizio nel monastero di S. Filippo di Agira. Qui ricevette la prima tonsura da un anziano monaco e il consiglio di emigrare in Calabria per le violente incursioni dei Saraceni in Sicilia. Raggiunta la Calabria, incontrò una pia donna, alla quale manifestò le tribolazioni del suo animo, le chiese consiglio e la pia donna lo indirizzò alla vita monastica cenobitica. Dopo la peregrinatio ad limina Apostolorum si stabilì in Calabria, nel monastero sui monti Mula, divenendo discepolo dell’igumeno Cristoforo, che lo rivestì dell’abito monastico e gli cambiò il nome in Luca. Fondarono insieme un monastero nel territorio di Mercurio e un altro in quello di Vena e in quest’ultimo dimorarono fino alla morte. Designato igumeno del monastero di Vena dallo stesso Cristoforo morente, vi esplicò una funzione taumaturgica polivalente (guarì un lebbroso, dei paralitici e indemoniati). In punto di morte scelse come suoi successori Teodoro ed Eutimio, suoi discepoli. Dal monastero di Vena, dove morì, fu traslato, in seguito, a Monteleone in Calabria, dove fu eretta in suo onore la Chiesa Madre.

sabato 27 febbraio 2021

Corleone, la crisi dell’amministrazione comunale: fuori Rà e Gazzara, dentro Dragna, ex M5S!

La foto di gruppo della nuova giunta con l’innesto
di Giusy Dragna (la seconda da destra)



DINO PATERNOSTRO

Ecco il comunicato pubblicato stamattina dal comune fi Corleone: “Nominata la nuova giunta comunale corleonese. Sono 4 gli assessori che stamani hanno prestato giuramento: sono Maria Clara Crapisi, Giusy Dragna, Calogero Scalisi e Salvatore Schillaci. Nei prossimi giorni il sindaco Nicoló Nicolosi nominerà il quinto assessore e saranno assegnate le deleghe. Maria Clara Crapisi è stata confermata vice sindaco”. Quindi ci avevano azzeccato nella previsione che a perdere il posto in giunta sarebbero stati Walter Rà e Luca Gazzara. 

21 marzo 2021, XXVI Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie


La Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie giunge alla sua ventiseiesima edizione
: un periodo lungo che ha reso protagonista una vasta rete di associazioni, scuole, realtà sociali in un grande percorso di cambiamento dei nostri territori, nel segno del noi, nel segno di Libera. La Giornata è da qualche anno anche riconosciuta ufficialmente dallo Stato, attraverso la legge n. 20 dell’8 marzo 2017. Da allora molta strada è stata fatta. Innumerevoli sono state le iniziative, i percorsi di cambiamento proposti e realizzati: beni confiscati, memoria, educazione alla corresponsabilità, campi di formazione e impegno, accompagnamento delle vittime, percorso di Liberi di scegliere, formazione scolastica e universitaria, sono solo alcuni degli snodi più importanti dell’impegno collettivo di questo quarto di secolo.

STENOSI DELL’ARTERIA SUCCLAVIA: BRILLANTE INTERVENTO DELL’EQUIPE DI EMODINAMICA DELLA CARDIOLOGIA DELL’INGRASSIA


LA STRUTTURA E’ IN CONTINUA CRESCITA: 1.159 I RICOVERI NEL 2020

PALERMO 27 FEBBRAIO 2021 – Una strettoia che non ti aspetti: la stenosi dell’arteria succlavia. Un paziente di 72 anni affetto da ricorrenti episodi di sincope e pregresso infarto è stato sottoposto all’Ospedale Ingrassia di Palermo a terapia salvavita (angioplastica) dall’equipe di emodinamica. Daniele Pieri, insieme ad Antonino Rubino, Marianna Rubino, Mirko Luparelli ed agli infermieri,  hanno brillantemente eseguito l’intervento.

venerdì 26 febbraio 2021

Flai, Fai e Uila: “retrograda” la riforma della forestale delineata dal governo. Vogliamo sviluppo e buona occupazione, non assistenzialismo”


“Chiediamo riforme basate su una visione nuova
delle politiche ambientali in Sicilia, in linea con l'istituzione di un ministero per la Transizione ecologica”. 
Palermo 26 febbraio 2021 - “Riteniamo che il limite sia abbondantemente superato e siamo fortemente preoccupati per la natura delle  risorse disponibili,  che mettono a rischio le attività del comparto forestale per il corrente anno”.  

Corleone, azzerata la giunta. Nicolosi prepara una “maggioranza Draghi”?


DINO PATERNOSTRO

Il Sindaco di Corleone, Nicoló Nicolosi, ha azzerato la giunta comunale. L’ha fatto “in parola”, senza un provvedimento formale di “dimissionamento”, ma il segnale è stato lanciato. Tanto che il Presidente del Consiglio comunale, Pio Siragusa, l’ha annunciato pubblicamente nella seduta di ieri.  “Nel pomeriggio ho avuto un colloquio con il Sindaco - dice adesso Maurizio Pascucci, ex capogruppo di minoranza e adesso capigruppo di “Attiva Sicilia”. Spetta a lui motivare pubblicamente  la decisione avvenuta nel tardo pomeriggio di  martedi. In verità pensavo che gli organi di comunicazione del Comune di Corleone ne dessero notizia con un comunicato stampa e un post sulla pagina facebook . Adesso rimaniamo in attesa della sua nuova proposta di Governo. I numeri in Consiglio Comunale sono largamente distanziati politicamente: 12 consiglieri di maggioranza e 4 di opposizione.

giovedì 25 febbraio 2021

VACCINAZIONI PERSONALE SCOLASTICO: LE MODALITA’ DI PRENOTAZIONE. ASP CREA LINK DEDICATO PER I DIRIGENTI SCOLASTICI


PALERMO 25 FEBBRAIO 2021 – L’Ufficio del Commissario straordinario per l’emergenza covid a Palermo informa che è stata avviata  dalla Regione Sicilia e dal Ministero della Salute la campagna vaccinale anti Covid-19 rivolta al personale scolastico. E’, già, possibile prenotarsi tramite il seguente link: https://accesso.prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/  .

Corleone, prenotazioni per le vaccinazioni degli insegnati e del personale non docente delle scuole statali fino a 55 anni



 Al via da oggi le prenotazioni del vaccino anti Covid per gli insegnanti e il personale non docente delle scuole statali fino a 55 anni di età. I nominativi sono stati comunicati alla Regione dai relativi ministeri. Per prenotarsi si deve accedere al portale gestito da Poste Italiane prenotazioni.vaccinicovid.gov.it oppure chiamare il call center al numero verde 800009966 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18. Per prenotare è sufficiente la tessera sanitaria e il codice fiscale della persona che desidera vaccinarsi. In base al proprio CAP sarà individuata la sede vaccinale più vicina e, in base alla disponibilità, scegliere data e orario.


Nei prossimi giorni, il servizio sarà esteso al restante personale dell’intero mondo scolastico (asili comunali, scuole regionali, enti Oif, scuole paritarie, etc) fino alla classe 1956 compresa. Verrà, quindi, allargato il target anagrafico di riferimento (esclusi i soggetti estremamente vulnerabili), come disposto dalle nuove normative nazionali, ovvero cittadini dai 18 ai 65 anni.

Dissesto idrogeologico a Corleone, in arrivo 2 milioni e mezzo di euro per 3 progetti

La frana di contrada Calvario

Il Ministero dell’Interno ha accolto la richiesta del Comune di Corleone per il finanziamento di tre opere pubbliche dell’importo complessivo di due milioni e mezzo di euro: obiettivo mettere in sicurezza alcune parti della città particolarmente fragili dal punto di vista del dissesto idrogeologico.
Gli interventi riguardano la zona del Calvario, un tratto di via San Giacomo e l’asilo nido di Contrada Punzonotto. Al più presto si procederà alla progettazione esecutiva e quindi, entro l’anno, alla gara d’appalto e inizio lavori. Il primo intervento è previsto al Calvario, nella parte interessata dalla frana provocata dall’alluvione del 2018. La seconda area invece è quella di via San Giacomo nel punto di innesto con la Strada Statale 188 che collega Corleone a Campofiorito. Per le due opere sono previsti lavori per l’importo di 995.000 euro ciascuno. Il terzo intervento riguarderà la costruzione di un muro di contenimento per mettere in sicurezza l’asilo nido “Nadia e Caterina Nencioni” di contrada Punzonotto per l’importo di 510.000 euro. 

Scuola: Flc Cgil e Uil Scuola Sicilia, caos su prenotazione vaccini, no a didattica in presenza al 75%


Palermo, 25 febbraio 2021 – “Sulla prenotazione dei vaccini anti covid per il personale scolastico è scoppiato il caos. Dopo giorni di attesa scopriamo che da qualche ora la piattaforma del governo dà la possibilità ai di docenti e al personale Ata di prenotarsi, ma non ai dirigenti scolastici.
Tutto ciò accade senza aver dato comunicazione agli istituti e senza che l’Ufficio scolastico regionale sia stato informato. In questa situazione e con le preoccupanti previsioni fatte dagli esperti sulla diffusione delle varianti del virus, siamo contrari all’idea del governo regionale e dell’assessore Lagalla di aumentare il tempo della a didattica in presenza alle superiori dal 50 al 75%”. Lo dicono in una nota congiunta i segretari di Flc Cgil Sicilia, Ariano Rizza, e Uil Scuola Sicilia, Claudio Parasporo.

Cadaveri emersi dalla diga Garcia non sono i Maiorana, il giallo s’infittisce


I primi esami dei carabinieri del Ris escludono che siano i resti degli imprenditori Stefano e Antonio Maiorana,

I due cadaveri trovati alla Diga Garcia non sarebbero degli imprenditori Stefano e Antonio Maiorana. Lo direbbero i primi esami degli investigatori sui corpi trovati lo scorso dicembre.

Come riporta La Repubblica, a metà dicembre, quando il livello dell’acqua della Diga Garcia si è abbassato, erano emersi i resti di due cadaveri. Si trovavano accanto a una corda e a un blocco di cemento. Adesso i primi esami dei carabinieri del Ris escludono che siano i resti degli imprenditori Stefano e Antonio Maiorana, scomparsi il 3 agosto 2007.

mercoledì 24 febbraio 2021

Emergenza coronavirus a CORLEONE. Oggi nessun nuovo caso. E sei persone sono guarite


🔴 #CoronavirusCorleone (24 febbraio 2021) 

Come comunicato dall’USCA, nella giornata di oggi non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 6 i guariti.

Camorra: Dia, welfare porta a porta per accrescere consenso “Straordinaria capacità clan di farsi impresa”


Dia, “tornano anziani scarcerati,maggiori legami Usa' Enti locali infiltrati, complicità funzionari corrotti. 

Covid: Dia, mani mafie su “green” e sanità. “Seri rischi infiltrazione, crescono riciclaggio e corruzione”

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - La camorra consolidare il proprio consenso sociale attraverso svariate modalita' di assistenzialismo economico, sanitario e alimentare, oppure elargendo prestiti di denaro a titolari di attivita' commerciali di piccole-medie dimensioni o creando i presupposti per fagocitare strumentalmente quelle piu' deboli, utili per il riciclaggio e il reimpiego di capitali illeciti. Lo evidenzia la Direzione investigativa antimafia nell'ultima Relazione semestrale.

HUB DELLA FIERA DEL MEDITERRANEO: EFFETTUATE 804 VACCINAZIONI


PALERMO 24 FEBBRAIO 2021 – Giornata da record all’Hub vaccinale della Fiera del Mediterraneo nella prima giornata di attività.
Sono state complessivamente 804 (dato mai registrato dall’Asp in un giorno in un solo Presidio) le vaccinazioni effettuate nella struttura inaugurata dal Presidente della Regione Nello Musumeci, alla presenza, tra gli altri, del Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, del Prefetto Giuseppe Forlani, del Sindaco Leoluca Orlando, dell’Assessore alla Salute Ruggero Razza, del Direttore generale dell’Asp Daniela Faraoni e del Commissario per l’emergenza Covid, Renato Costa.

Rider, Cgil e Nidil: “L'inchiesta della Procura di Milano conferma quello che abbiamo sempre sostenuto sul riconoscimento del lavoro a tempo indeterminato dei rider”


Palermo 24 febbraio 2021 - “Quello che emerge dalle indagini portate avanti dalla Procura di Milano e dal nucleo tutela lavoro dei carabinieri, è esattamente il quadro  che noi denunciamo da tempo a Palermo,
sia da un punto di vista del mancato rispetto delle norme sulla sicurezza  da parte delle aziende di delivery,  come è avvenuto soprattutto nella fase iniziale della pandemia, che più in generale per quanto riguarda la  tutela dei lavoratori, gli infortuni, le difficoltà che i Rider incontrano spostandosi a bordo di moto e bici, affrontando quotidianamente un  lavoro a ostacoli. Sono tanti i rischi che corrono, come dimostra quella che è solo l'ultima rapina che ha subito un rider di Glovo a Palermo, due sere fa, davanti a Mc Donald's, derubato dell'incasso”. A dichiararlo sono il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo e il segretario generale Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso, a proposito dell'esito della prima fase dell'inchiesta dei pm  di Milano, che hanno messo sotto accusa alcuni colossi del delivery, comminando alle aziende multe per 733 milioni di euro, e ravvisando l'obbligo di assunzione per 60 mila persone.

Corleone, presentato il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile

Antonio Mazzon, Salvatore Saporito, Nicolò Nicolosi, Luca Gazzara

Incontro ufficiale oggi a Corleone sul Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC), redatto per raggiungere l’obiettivo della riduzione delle emissioni di CO2 almeno del 40% entro il 2030, fissato dalla Comunità 
Europea. Nella sala Carlo Alberto Dalla Chiesa del CIDMA, i professionisti incaricati della redazione del PAESC hanno riunito l’Amministrazione comunale e alcune delle associazioni che si occupano sul territorio di tutela ambientale. Ed è stata lanciata una piattaforma informatica che diverrà luogo di confronto tra tutti gli attori in gioco. Il Comune di Corleone ha confermato la propria adesione al Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima, impegnandosi a redigere il nuovo Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima, ottenendo anche il supporto tecnico-economico della Dipartimento Energia della Regione Siciliana, di cui al D.D.G. n.908 del 26/10/2018. In particolare, il Piano è finalizzato alla programmazione di Azioni per la riduzione dei consumi di combustibili fossili (gasolio, gas naturale, benzina, gpl, ecc..) e di energia elettrica da fonte non rinnovabile sul territorio comunale.

Aziende partecipate, Cgil, Cisl Uil a confronto con il Partito democratico. “Serve un progetto di lungo respiro per fare gli interessi della collettività"

Il municipio di Palermo

I Sindacati: "
Al sindaco abbiamo già chiesto di conoscere il progetto industriale, ma ancora non abbiamo ricevuto nessuna convocazione”.  
Palermo 24 febbraio 2021- Il tema delle aziende partecipate del Comune di Palermo è stato al centro dell'incontro in streaming che si è svolto tra Cgil, Cisl e Uil e il Pd. Il confronto, chiesto dal Partito democratico, è servito a conoscere la posizione delle organizzazioni sindacali sulle aziende e sull'ipotesi di costituzione di una holding che raggruppi Amat, Amg, Rap, Sispi e Reset, ovvero le  aziende pubbliche che forniscono servizi ai cittadini palermitani nell’ambito del trasporto pubblico, energetico, della gestione dei rifiuti, manutenzione del verde e dei sistemi informatici.

ASP PALERMO. CORRETTO E CONSAPEVOLE UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI. PROSEGUE LA FORMAZIONE ONLINE CON I WEBINAR DI STOP-PHONE


VENERDI’ 26 FEBBRAIO IL TERZO APPUNTAMENTO

PALERMO 24 FEBBRAIO 2021 – Proseguono gli interventi di prevenzione e promozione della salute sul corretto e consapevole utilizzo di smartphone e device, inseriti nel progetto pilota “Stop-Phone” realizzato dall’Asp di Palermo, con la collaborazione di Vivi Sano Ets e la rete inter-istituzionale. Un intervento che prevede attività di prevenzione dedicate agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado e attività di formazione dedicate alle figure adulte.

DUE SETTIMANE DI LOCKDOWN A SAN CIPIRELLO E SAN GIUSEPPE JATO


LEANDRO SALVIA

Da giovedì e fino all’11 marzo i due comuni della valle dello Jato diventeranno “zona rossa”. E’ quanto prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. 

“Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste le note dei Comuni e le relazioni del dipartimento di Prevenzione dell’Asp – serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus nel due centri. Le misure restrittive resteranno in vigore fino a giovedì 11 marzo”, spiega in una nota la Regione. Nei giorni scorsi il Comune di San Cipirello aveva richiesto l’intervento della Regione per far fronte all’ondata di contagi che sta interessando la comunità collinare. Lo stesso ha fatto il Comune jatino.

Violenza in casa di riposo. Catanzaro: “serve obbligo videosorveglianza in asili e residenze anziani, Ars e governo regionale valutino nostro disegno di legge”

L’on. Michele Catanzaro (Pd)


“L'accertamento da parte della Guardia di Finanza di numerosi episodi di vessazioni e angherie in una casa di riposo di Palermo, con gli ospiti costretti a vivere in uno stato di costante soggezione e paura, ci porta a richiamare con forza i contenuti di un disegno di legge
che avevamo proposto nell'aprile del 2019 e che prevede l'obbligo di installare impianti di videosorveglianza all'interno di asili e strutture per anziani”, dice il parlamentare regionale del PD Michele Catanzaro, primo firmatario del disegno di legge in questione.

martedì 23 febbraio 2021

Corleone, al via il progetto Futuri Cittadini Responsabili


È partito oggi a Corleone il progetto Futuri Cittadini Responsabili, organizzato dall’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile e Centro di Educazione Ambientale Messina APS.
L’obiettivo è portare nelle scuole l’educazione civica in modo sempre più capillare, con temi di interesse collettivo, come la protezione e la cura dell’ambiente. Sono coinvolti gli studenti dell’Istituto comprensivo “Giuseppe Vasi”. 

Vaccinazioni, mondo della Scuola in subbuglio per le vaccinazioni. Il segretario Flc Cgil Cirino: “Chiediamo un'informazione chiara, una ricetta unica sulle modalità di espletamento dei vaccini“

Fabio Cirino

Il sindacato denuncia: “Mentre si attendono gli elenchi da Roma, qui resta in funzione il link delle pre-adesioni”. 

Palermo 23 febbraio 2021- “Il mondo della scuola è in subbuglio. Chiediamo un'informazione chiara e univoca sulle procedure per le vaccinazione”. A dichiararlo è il segretario Flc Cgil Palermo Fabio Cirino, che in queste ore sta registrando le richieste del personale del mondo della scuola, che preme alla ricerca di informazioni certe.  

VACCINAZIONE OVER 80. DOMANI APRE I BATTENTI L’HUB VACCINALE DELLA FIERA DEL MEDITERRANEO

GLI OVER 80 PRENOTATI A VILLA DELLE GINESTRE INFORMATI CON SMS E TELEFONATE DEL CAMBIO DI SEDE. A REGIME SI VACCINERANNO 10 MILA PERSONE AL GIORNO

PALERMO 23 FEBBRAIO 2021 – Aprirà i battenti domani (mercoledì 24 febbraioalle ore 8 alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, il primo dei nove hub vaccinali previsti dalla Regione Siciliana (uno in ogni provincia). Cento operatori – tra medici, infermieri e personale tecnico ed amministrativo – lavoreranno su due turni in 60 postazioni modulari.

lunedì 22 febbraio 2021

Porto di Termini Imerese. Cgil, Cisl, UiL incontrano l'amministrazione comunale: “In fretta i lavori per rendere il porto pienamente funzionale”


Palermo 22 febbraio 2021 – Sui lavori in corso al porto di Termini Imerese si è fatto un punto nel corso di un incontro al Comune di Termini Imerese che si è svolto tra Cgil, Cisl, Uil e l’amministrazione comunale della città termitana.
Il sindaco, Maria Terranova, e l’assessore Giuseppe Preti, hanno illustrato il progetto dell’amministrazione comunale che prevede, contestualmente alla conclusione dei lavori del porto commerciale, prevista entro il 2021, anche l’avvio della progettazione per la realizzazione di un porto turistico, di concerto con la Regione siciliana e con l’Autorità di sistema portuale della Sicilia occidentale. 

Da Palermo un appello contro fake news e precariato giornalistico


Dagli studenti detenuti la richiesta di una maggiore informazione sulle condizioni create dal Covid nelle carceri

“Il mondo politico può influire sul giornalismo, ad esempio non portando a termine una buona legge sull'editoria, permettendo che tanti giornalisti siano sottopagati e che si chiudano tanti giornali. Quando la politica permette tutto questo, lasciando senza contratto e senza un lavoro chi fa le inchieste sul territorio, mette a rischio la democrazia”. È il monito lanciato da Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi, nel corso dell'incontro “Articolo 21 – Costituzione, informazione e democrazia: tra fake news, nuove forme di solidarietà e rivoluzione tecnologica”, organizzato dal Centro studi Pio La Torre nell'ambito del progetto educativo antimafia e antiviolenza. A partecipare, oltre Giulietti, sono stati il presidente del centro, Vito Lo Monaco, insieme ai giornalisti Paolo Borrometi, presidente dell'associazione 'Art. 21', Rino Cascio, caporedattore Rai Sicilia, e Marina Turco, caporedattrice Tgs, che ha moderato il dibattito.

domenica 21 febbraio 2021

Reddito cittadinanza. Quel sussidio ai mafiosi


DI SERGIO RIZZO

Se 145 persone condannate per mafia hanno avuto il reddito di cittadinanza è perché chi gliel'ha concesso non era a conoscenza della loro fedina penale, immaginiamo per la semplice ragione che non poteva accedere al server con l'informazione decisiva

Adesso ci mancavano solo i mafiosi. Che il reddito di cittadinanza, misura in linea di principio condivisibile in un Paese dove disoccupazione giovanile e povertà dilagano, fosse stato introdotto in maniera dilettantesca, era ormai lampante. Dimostrazione più clamorosa, la notizia che alcuni parlamentari nonché molti politici locali avevano approfittato delle falle presenti nel meccanismo di concessione del beneficio. Una follia alla quale si è posto rimedio pochi mesi fa, a due anni dall'entrata in vigore della legge, per decisione del ministero del Lavoro: alla buon'ora.

ASP DI PALERMO: APERTURA DOMENICALE DEI CENTRI SCREENING. EFFETTUATE 100 MAMMOGRAFIE


PALERMO 21 FEBBRAIO 2021 – Prima apertura domenicale dell’anno dei centri screening dell’Asp di Palermo. La pandemia non ha limitato l’attività che, nel rispetto di tutte le misure di prevenzione, prosegue ininterrotta.

Per offrire un’opportunità in più alle donne il Direttore generale dell’Azienda sanitaria del capoluogo, Daniela Faraoni, insieme al Direttore sanitario, Maurizio Montalbano, al Direttore del Dipartimento Diagnostica per Immagini, Elio Bennici, ed alla Responsabile dello screening mammografico, Liliana Costa, hanno predisposto un calendario di aperture delle strutture nei giorni festivi.

Emergenza coronavirus a Corleone: ieri nessun nuovo caso e quattro guariti. Purtroppo una persona è deceduta e stamani si è registrato in città il primo caso di variante inglese di Covid


🔴 #CoronavirusCorleone (20 febbraio 2021) 

Come comunicato dall’USCA, nella giornata di ieri 20 febbraio non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 4 i guariti.

Si è registrata un’altra vittima di Covid nella nostra comunità. È il sesto decesso provocato dalla malattia dall’inizio dell’emergenza. 

Stamattina le autorità sanitarie hanno accertato e comunicato il primo caso di variante inglese di Covid in un paziente di Corleone positivo già da qualche giorno. La persona è in isolamento domiciliare e da domani verranno eseguiti i tamponi sui familiari.

Ricordando lo zio Emanuele (Macaluso)

Emanuele Macaluso 

Pubblichiamo una bella e commovente testimonianza di Nicola Boccadutri, molto legato ad Emanuele Macaluso, con cui ha condiviso passione politica e fraterni sentimenti di amicizia.

 di NICOLA BOCCADUTRI

Non c’era volta che lo zio Emanuele venisse a Caltanissetta che, passeggiando per il centro storico,  non si andasse in via Giammaria. Arrivati lì si fermava, volgeva lo sguardo verso la casa che da piccolo abitava con i suoi, diventava pensieroso, forse pensava ai genitori o ai fratelli Massimiliano e Antonio; o forse pensava a Minicu, amico d’infanzia, e a suo padre, il picconiere Bellavia, il quale per dimenticare le durissime condizioni di vita e di lavoro in miniera, prima di tornare a casa passava dalla putìa di vino, cominciava a bere e poi a casa picchiava moglie e figli.

sabato 20 febbraio 2021

I l libro. I "pazzi" di Corleone per non morire: storie di testimoni impauriti dai boss

Alla sbarra Luciano Liggio Giuseppe Pullarà e Domenico Coppola
al processo alla nuova mafia, nel 1976

AMELIA CRISANTINO
Nel 1963 si era in piena corsa spaziale. Per tre giorni la navicella Vostok-6 lanciata il 16 giugno dai russi era rimasta in orbita attorno alla terra: l’impresa, certo esaltante, aveva colpito anche l’insospettabile comandante dei carabinieri di stanza a Corleone, che nello stesso mese di giugno firmava un Riservatissimo rapporto sulla mafia di quel paese così poco tranquillo.
Il comandante Agostino Vignali esordiva scrivendo che, mentre il mondo affrontava la conquista degli spazi, « sarebbe ridicolo, o quanto meno paradossale, parlare ancora di argomenti che sanno di oscurantismo » come la mafia. Poi s’inoltrava in una minuziosa ricostruzione che contraddiceva le premesse e definiva la mafia come controllo sul territorio: una organizzazione criminale con un «programma polivalente in netto antagonismo con ogni ordine costituito » . Il ventaglio dei titoli, delle benemerenze e delle amicizie del dottore Navarra era più eloquente di un trattato sociologico sul classico capomafia: ma il comandante Vignali elenca ogni cosa in maniera meccanica, senza comprendere i meccanismi dell’intreccio con la politica.

I Chiaroscuri – Nell’ora dei vaccini non siamo tutti fratelli


Giuseppe Savagnone
Una distribuzione «enormemente ineguale e ingiusta»
Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha ribadito il 17 febbraio scorso, in un discorso al Consiglio di sicurezza, che la distribuzione dei vaccini nel mondo è stata «enormemente diseguale e ingiusta»: dieci Paesi si sono accaparrati il 75% di tutti i vaccini Covid-19 messi a disposizione dalle case farmaceutiche, mentre ce ne sono più di centotrenta che non hanno ricevuto neppure una dose.
Sulla stessa lunghezza d’onda la denuncia di the ONE Campaign – una ONG che si batte contro povertà e malattie prevedibili –, secondo cui le nazioni con le economie più avanzate nel mondo hanno accumulato un miliardo di dosi di vaccino anti-Covid in più del necessario, mentre molti di quelli in via di sviluppo non hanno ricevuto ancora neppure una fiala.
Da settimane Guterres invita i Paesi ricchi a non cedere alla logica del «nazionalismo dei vaccini» e, anche nel discorso del 17 febbraio, ha insistito perché si realizzi con urgenza «un piano globale delle vaccinazioni che riunisca tutti quelli che hanno il potere e le capacità scientifica, tecnologica e finanziaria richieste». «In questo momento critico», ha detto il segretario generale dell’ONU, l’equità sui vaccini è la più grande prova morale che la comunità globale si trova di fronte».

Asp di Palermo: al via la vaccinazione per gli over 80. A Termini Imerese prima dose per una coppia da record: lui 100 anni, la moglie 95

Nunzio Guzzo con gli operatori del centro vaccinazioni
dell'Ospedale di Termini Imerese

TERMINI IMERESE 20 FEBBRAIO 2021 – E’ la coppia più anziana che si è oggi vaccinata all’Asp di Palermo: lui – Nunzio Guzzo - 100 anni (il prossimo 23 ottobre), la moglie, Vincenza Guzzo, 95 anni (compiuti ieri).
Si sono presentati all’ospedale “Cimino” di Termini Imerese in perfetto orario insieme a Giacinta Guzzo, 90 anni e sorella di Vincenza. Ad accompagnarli il nipote (figlio di Giacinta), Filippo Pinello, vigile del fuoco in pensione che ha prenotato le vaccinazioni sul portale dedicato il primo giorno utile. “Non ho perso tempo e non ho avuto un attimo di esitazione – ha raccontato Filippo – i miei zii, così come mia madre, godono di ottima salute e mi hanno subito chiesto di fare la vaccinazione. Tra l’altro, hanno sempre fatto, anche quella antinfluenzale. A causa della pandemia sono rimasti sempre a casa. Adesso speriamo che, vaccinandosi, possano -  i miei zii Nunzio e Vincenza - festeggiare i 75 anni di matrimonio”.

È in corso la raccolta firme per la proposta di Legge di iniziativa popolare, “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”


Raccolta firme per la proposta di Legge di iniziativa popolare, “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n° 260 del 20 ottobre 2020.

✍🏼 Vi aspettiamo al banchetto di raccolta firme sabato 20 febbraio dalle 16:30 alle 18:30 all'Arci Porco Rosso a Ballarò. Sarà presente il consigliere comunale Fausto Melluso che vidimerà le firme. 

venerdì 19 febbraio 2021

#torniamoafarespettacolo: martedì 23 febbraio ore 10 in piazza Verdi sit-in di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom a sostegno dei lavoratori penalizzati dal lockdown


Cardella e Lupo: “Lavoratori allo stremo. Si lavori a riaperture progressive dei luoghi della cultura e a forme di ristoro certe”.

Palermo 19 febbraio 2021 – La data del 23 per la protesta in piazza del mondo dello spettacolo è simbolica: ricorre un anno dal blocco totale del comparto. Un anno dall'inizio  pandemia, in cui la maggior parte dei lavoratori del settore è rimasto senza occupazione e con pochi ristori e i luoghi della cultura sono rimasti chiusi.  

VACCINAZIONE ANTICOVID PER GLI OVER 80 DA DOMANI IN 6 CENTRI DELL’ASP DI PALERMO


PALERMO 19 FEBBRAIO 2021 – Sono 6 i Centri dell’Asp di Palermo che da domani, sabato 20 febbraio, effettueranno la vaccinazione anticovid agli over 80. Nel rispetto delle prenotazioni registrate sul portale dedicato, dalle ore 8, si darà il via alla somministrazione delle prime dosi.

Saranno complessivamente 380 le persone con più di 80 anni di età che domani riceveranno il vaccino, così distribuite tra città e provincia: 80 a Villa delle Ginestre e 60 ciascuno all’Ospedale Ingrassia, all’Ospedale “Civico” di Partinico, al “Cimino” di Termini Imerese, al “Dei Bianchi” di Corleone ed al “Madonna dell’Alto” di Petralia Sottana.

giovedì 18 febbraio 2021

Corleone, “Fratelli d’Italia” contro tutti: “Sulle foibe consiglio comunale indegno”. La replica: “Accuse irrispettose e intollerabili”

La seduta del consiglio comunale di ieri 

Infuria la polemica tra i consiglieri comunali di Corleone sul voto che ha detto “no” ad una mozione del consigliere Gaetano Costa che proponeva di intitolare a Norma Cossetto uno spazio pubblico a Corleone.
 
“E’ con profonda tristezza, grande rammarico ed inatteso stupore che comunichiamo la decisione del Consiglio comunale di Corleone di NON approvare l’intitolazione di un luogo pubblico alla memoria di Norma Cossetto”, scrivono in un comunicato il responsabile cittadino di Fratelli d’Italia Domenico Mancuso, il consigliere Gaetano Costa e l’assessore Walter Rà.

Giustizia, cosa svela il caso Prestipino

Michele Prestipino

L’annullamento del Tar della nomina del Procuratore di Roma

DI CARLO BONINI

La decisione di martedì del Tar del Lazio che ha annullato la nomina con cui, un anno fa, il Csm aveva indicato in Michele Prestipino il nuovo Procuratore di Roma e la formidabile manipolazione con cui la notizia è stata offerta all'opinione pubblica raccontano quale soglia di non ritorno rischi di assumere la questione che, per comodità, viene genericamente riassunta sotto il titolo "giustizia". Ma che, più correttamente, ha a che fare con il veleno che, da trent'anni, intossica l'infinita transizione italiana: il rapporto tra magistratura e politica.

Sequestro della “Gamac groups” di Lucchese. Cgil e Filcams chiedono tutele per i 400 lavoratori e un piano di garanzia occupazionale e di qualità del lavoro


Palermo 18 febbraio 2021 - “La Filcams Cgil Palermo e la Cgil Palermo chiedono all'amministrazione giudiziaria garanzie a tutela dei 400 lavoratori dei 13 punti vendita del gruppo e si rendono disponibili fin da subito a un incontro finalizzato a salvaguardare i livelli occupazionali, in considerazione del fatto che era in atto una  procedura di  trasferimento del ramo d'azienda verso altri soggetti imprenditoriali, per la quale stavamo cercando garanzie sul reddito dei lavoratori e per il miglioramento della qualità del lavoro”.
Lo dichiarano i segretari generali di Filcams Cgil Palermo Giuseppe Aiello e della Cgil Palermo Mario Ridulfo a proposito del sequestro dei 13 supermercati dei due marchi Conad e Todis appartenenti alla “Gamac groups” di Carmelo Lucchese.  “Si conferma un quadro di fragilità dell'economia palermitana, esposta alle infiltrazioni mafiose, tema sul quale bisogna tenere alta e l'attenzione – aggiungono Giuseppe Aiello e Mario Ridulfo – Adesso bisogna proseguire l'azione di legalità per rendere produttive le imprese, garantendo occupazione e sviluppo e far sì che le aziende e i lavoratori possano avere un futuro”.    

Mafia, sequestro da 150 milioni al re dei supermercati: 13 punti vendita Conad e Todis a Palermo

Carmelo Lucchese 



Il Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, ha emesso un provvedimento di sequestro patrimoniale nei confronti di Carmelo Lucchese, cl. ‘66, noto imprenditore operante nel settore della grande distribuzione alimentare, per un valore complessivo di circa 150 milioni di euro, eseguito dai finanzieri del Comando Provinciale di Palermo.
Oggetto del sequestro è in particolare la società Gamac Group s.r.l., con sede legale a Milano, che gestisce 13 supermercati tra Palermo e provincia (Bagheria, Carini, Bolognetta, San Cipirello e Termini Imerese) a marchio Conad e Todis che, come disposto nel citato provvedimento, viene contestualmente affidata ad un amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Palermo, con il compito di garantire la continuità aziendale e mantenere i livelli occupazionali per preservare i diritti dei lavoratori, dei fornitori e della stessa utenza.

Ci ha lasciato "Ciccio" Aiello, indimenticabile goleador del Corleone

(Foto tratta da "Il Giiornale del Corleonese", giugno '76)

DINO PATERNOSTRO
Se n’è andato qualche giorno fa, in punta di piedi, nella sua Bagheria, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore dei suoi cari e di tutti coloro che l’hanno conosciuto e gli hanno voluto bene. Francesco Aiello (ma tutti lo chiamavano “Ciccio”) era molto noto nel mondo del calcio dilettantistico della Sicilia occidentale, in particolare di Palermo e provincia. Noi corleonesi gli siamo molto legati (e lui lo era a noi…) perché abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo ed averlo con noi per alcune stagioni (a partire dall’annata sportiva 1975/76) da calciatore e poi (nel 1987/88) da allenatore. E gli abbiamo voluto bene. Era impossibile non volergliene. Quando arrivò, da giovane centravanti di belle speranze, nel Corleone, la nostra squadra di calcio (militava in II categoria) veniva da una stagione tribolata, nella quale si era salvata dalla retrocessione nell’ultima giornata di campionato. S’impose subito per simpatia e per bravura tecnica. In quella stagione sportiva il Corleone vinse il campionato di seconda categoria con 45 punti (allora le vittorie valevano 2 punti), 71 gol fatti (30 Aiello e 20 Bassano) e solo 21 subiti. E “Ciccio” ovviamente vinse la classifica di capo cannoniere.

La replica di Mario Draghi sul tema mafie in parlamento

Il presidente Mario Draghi al Senato della Repubblica

(Dal resoconto stenografico del Senato):

"... Ho fatto un breve accenno alla necessità di legalità e sicurezza su cui costruire il benessere, la ripresa e la crescita nel Mezzogiorno. Anzi, ho detto che senza legalità e sicurezza non ci può essere crescita; è chiaro che ci sono strumenti specifici - ho parlato del credito di imposta - da concordarsi in sede europea, ma, senza riportare legalità e sicurezza, è molto difficile crescere.

Corleone e Ficuzza, lavori in corso per la nuova illuminazione pubblica a risparmio energetico

Continuano a Corleone gli interventi per il miglioramento e l’efficientamento energetico della città. Qualche giorno fa, si è svolta nei locali dell’Ufficio tecnico la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori del cosiddetto “Smart City”, un progetto che porterà alla sostituzione progressiva dell’impianto di illuminazione ormai vecchio e obsoleto e che punta dritto all’ammodernamento e al risparmio energetico. Inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022, “Smart City” sarà finanziato con 460.000 euro e sarà completato entro settembre. La ditta che si è aggiudicata l’appalto è la New Energy Group di Agrigento. 
Anche Ficuzza è stata oggetto di una prima operazione di restyling che ha interessato l’80 per cento del territorio. La restante parte, la cui progettualità è stata già definita e approvata, verrà fatta con un successivo intervento. Nella borgata restano solo da definire alcuni dettagli dopo i lavori eseguiti sulle lanterne. “Sono state tutte cambiate – dice l’ingegnere Massimo Grizzaffi, responsabile del settore Lavori pubblici dell’Area 7 -, riprendendo il design storico, ridando a Ficuzza la sua identità storica. Sono state sostituite da corpi illuminanti a Led che permetteranno un risparmio energetico del 50 per cento”.

mercoledì 17 febbraio 2021

Allevamenti a Corleone, nasce il catasto comunale dei luoghi di interramento delle carcasse animali


Nasce il catasto comunale dei siti di interramento degli animali morti, una misura necessaria a garantire l’integrità ambientale del territorio e a snellire l’attuale procedura.
Da oggi i proprietari di allevamenti zootecnici presenti nel comune di Corleone hanno la possibilità di interrare le carcasse dei loro animali deceduti direttamente presso la loro azienda in maniera più tempestiva evitando alcuni passaggi burocratici. Lo prevede una ordinanza firmata dal sindaco Nicolò Nicolosi, la numero 6 del 17 febbraio 2021. Conditio sine qua non è che il terreno rispetti alcune caratteristiche idrogeologiche. 

I sindacati e le associazioni antimafia di Palermo scrivono al prefetto: “rendere trasparenti i dati dei beni e delle aziende confiscate”

Il prefetto di Palermo Giuseppe Forlani

Rendere più trasparenti e accessibili i dati sui beni e le aziende confiscate per impedire ogni possibile infiltrazione mafiosa ed evitare che l'economia del territorio, particolarmente vulnerabile in questa fase drammatica, possa essere ancora più fragile nei confronti della criminalità organizzata.
È il senso della lettera indirizzata al prefetto di PalermoGiuseppe Forlani, dalle associazioni storiche antimafia e dai sindacati, in uno spirito di cooperazione tra istituzioni e società civile. Le iniziative proposte dal cartello di associazioni e sindacati riguardano:

martedì 16 febbraio 2021

Scuole a rischio, lettera di sindacati degli edili e Rete degli studenti. “Che fine hanno fatto i 17 milioni del 'decreto agosto' per la messa in sicurezza anti-Covid di 129 scuole?


Il tavolo di monitoraggio, mai costituito”
. 

Palermo 16 febbraio 2021 – “Ci sono 17 milioni di euro messi a disposizione dalla scorsa estate col “Decreto agosto” per l'ammodernamento di 129 edifici scolastici di Palermo e provincia. A che punto è la programmazione dei lavori, prevista per rendere le scuole sicure, in base alle disposizioni anti Covid?”, chiede a il segretario  generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo.  

Palermo. Ex Onpi, 70 famiglie in attesa della regolarizzazione


“Sollecitiamo una convocazione per stabilire i prossimi passi del percorso avviato con l'amministrazione comunale”. 

Palermo 16 febbraio 2021 – Il Sunia sollecita al Comune un incontro per dare seguito al processo di recupero avviato tra l'amministrazione comunale e le famiglie del complesso Ex-Onpi. “Avevamo chiesto a dicembre di essere convocati per concordare insieme i passaggi da seguire. Sollecitiamo l'incontro perchè le famiglie in disagio economico che si sono insediate nell'area attendono una risposta per mettere in regola la loro posizione”, dichiara il segretario del Sunia Zaher Darwish. 

ERRIQUEZ E LA BANDABARDO': 30 ANNI DI MUSICA, IMPEGNO E DIVERTIMENTO


PIETRO SCAGLIONE

Erriquez, nome d'arte di Enrico Greppi (musicista toscano scomparso, nei giorni scorsi, all'età di 60 anni), era il vocalist e l'anima della Bandabardò, il celebre gruppo protagonista di 30 anni di Folk, nonchè un "guerriero generoso e un grande Poeta" secondo la definizione dei suoi compagni. 

Figlio di musicisti e amico d'infanzia del cantautore Piero Pelù , Enrico Greppi, negli anni Ottanta, all'epoca del vecchio gruppo rock dei Vidia,  fu notato da Gianni Maroccolo, bassista storico dei Litfiba, che divenne produttore dei Vidia. Grazie a Maroccolo, poi, Enrico Greppi conobbe Alessandro Finazzo con cui fondò la Bandabardò nel 1993. 

lunedì 15 febbraio 2021

Una perversione chiamata mafia nella solitudine del Mezzogiorno


di ISAIA SALES
Oggi in tanti richiamano l’attenzione sul pericolo che le mafie possano diventare protagoniste della complicata fase economica che si è aperta con la pandemia. A volte anche con qualche esagerazione. Ma c’è stato un lungo periodo storico in cui non pochi studiosi, diversi esponenti politici e addirittura una parte consistente della magistratura, ritenevano che le mafie non esistessero come organizzazioni strutturate e che tutt’al più fossero solo espressione di un carattere bollente degli abitanti di alcune regioni meridionali, di una loro arcaica e personale concezione della giustizia. E quando a partire dalla seconda metà degli anni ottanta del Novecento è entrata sulla scena politico-giudiziaria l’antimafia, cioè una risposta finalmente adeguata sul piano legislativo/ repressivo, essa è stata sempre guardata con sospetto e diffidenza da ampi settori della politica, della stessa magistratura e anche della pubblica opinione. Non è stato facile (e non lo è ancora oggi) far capire che le mafie non sono forme criminali fisiologiche come ce ne sono state nel passato e ce ne saranno nel futuro.