CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

lunedì 14 dicembre 2020

Dopo la pizzeria tedesca “Falcone e Borsellino” si scopre un marchio abbigliamento americano “LaBellamafia” distribuito anche in Italia


Ferrante (Pd): ”Fatto ancora più grave, occorre un osservatorio contro il brand mafia”
«Dopo il caso della pizzeria tedesca “Falcone e Borsellino”, apprendiamo dell'esistenza di un brand americano di abbigliamento denominato “la bella mafia", che possiede anche un profilo instagram con ottocentomila follower ed è distribuito anche in Italia da un'azienda della provincia di Parma. Non è più accettabile scoprire ogni giorno che da qualche parte nel mondo una parola che evoca dolore, morte e violenza venga banalizzata o addirittura usata come attrattiva per vendere.» Così Antonio Ferrante, Presidente della Direzione regionale PD, commenta l'ennesimo caso di un brand “mafia”, questa volta per un'azienda di abbigliamento per fitness.

«Addirittura l’azienda italiana, nel suo sito, parla di “labellamafia” come marchio più famoso e conosciuto del fitness, un fatto la cui gravità fa impallidire il caso della pizzeria tedesca e che richiede un intervento immediato perché la linea venga ritirata quantomeno nel nostro Paese che ha pagato un prezzo altissimo nella lotta alla mafia che non sarà mai bella ma piuttosto orrenda e disumana.»

«Mi attiverò con i nostri parlamentari affinché venga istituito un osservatorio che possa monitorare e intervenire ogni volta che un imprenditore troppo ignorante o privo di scrupoli tenterà di lucrare su una piaga che ogni siciliano ed ogni italiano porta dentro, in qualsiasi parte del mondo si trovi.»

Nessun commento: