mercoledì 2 dicembre 2020

Da domani 3 dicembre sul Blog MAFIE di Attilio Bolzoni piccole/grandi storie di sindacalisti siciliani assassinati da cosa nostra tratte dal libro "La strage più lunga" di Dino Paternostro


Da domani mattina sul Blog MAFIE di Attilio Bolzoni saranno pubblicate alcune piccole/grandi storie di sindacalisti assassinati dalla mafia in Sicilia, tratte dal mio nuovo libro "La strage più lunga". Un sentito grazie ad Attilio per l'attenzione che sta prestando a questo pezzo di storia siciliana eroica e spesso dimenticata. (dp) 
IL BLOG MAFIE


Per le Edizioni La Zisa è in questi giorni in libreria l’ultima opera di Dino Paternostro, “La Strage più lunga. Calendario della memoria dei dirigenti sindacali e degli attivisti del movimento contadino e bracciantile, caduti nella lotta contro la mafia”. Con contributi di Francesco Sinopoli, Enzo Campo ed Alfio Mannino. WE con prefazione di Umberto Santino.

In Sicilia, dall’Unità d’Italia alla metà degli anni Sessanta del ‘900, si è consumata “la strage più lunga” della nostra storia. Una strage “al rallentatore”, potremmo definirla, snodatasi nel corso di un secolo, il cui “filo rosso” è dato dalla pervicace volontà con cui mafia, agrari e “pezzi” di politica han no colpito il movimento contadino e bracciantile, guidato dal sindacato, che coraggiosamente rivendicava lavoro, diritti, libertà. Sono tanti i caduti di questa lunga strage, la maggior parte dimenticati. Questo libro recupera le loro storie e i loro volti, rendendo a tutti almeno la giustizia della memoria. Raccolti in questo “calendario”, voluto fortemente dalla Camera del lavoro di Palermo e dalla Cgil siciliana, ci sono i nomi dei dirigenti sindacali e degli attivisti del movimento contadino e bracciantile, caduti nella lotta contro la mafia. Di questi personaggi Dino Paternostro racconta le storie, così come emergono dagli archivi dello Stato e dagli archivi privati, dai documenti pubblici e privati, dai giornali e dalle interviste dei familiari. Le verità che emergono consentono una lettura aggiornata della nostra storia e del ruolo importante del sindacato e dei suoi dirigenti che, a pugni nudi, hanno lottato contro la mafia e per la costruzione di una Sicilia del lavoro, libera, giusta, civile e democratica.

DINO PATERNOSTRO, laureato in Filosofia, per anni segretario della Camera del lavoro “Placido Rizzotto” di Corleone, è oggi responsabile del dipartimento legalità della Cgil di Palermo. Giornalista pubblicista, dirige dal 1989 il giornale (adesso online) “Città Nuove Corleone” (cittanuove-corleone.net). Ha scritto diversi saggi storici, tra cui Placido Rizzotto e le lotte popolari a Corleone (Palermo, 1992), Corleone, l’antimafia sconosciuta 1893-1993 (Palermo, 1994), Antologia di un’epopea contadina (Palermo, 2011), Placido Rizzotto. I funerali di Stato (Palermo, 2016), Pio La Torre e la Cgil. L’impegno sindacale a Palermo e in Sicilia (Roma, 2018).

 Parte del ricavato della vendita del presente volume sarà destinato ai progetti dell’Associazione INSHUTI Italia-Rwanda onlus 

https://edizionilazisa.blogspot.com/2020/11/novita-in-libreria-dino-paternostro-la.html

1 commento:

pippo Oddo ha detto...

Caro Dino,
sono davvero felice che finalmente è uscito il libro a cui lavori da tempo. Avrò così il privilegio di poterlo citare nella mia ultima opera "Il miraggio della terra in Sicilia (1943-1969)", quarto e ultimo volume di un lavoro che racconta la fame di terra e le lotte dei contadini siciliani dal 1767 al 1969, intercettando gli stessi temi della tua "La strage più lunga". Ad maiora, Dino.