CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

giovedì 31 dicembre 2020

Un augurio per il 2021: che la nostra città ritrovi la strada che l’ha resa nei secoli l’Animosa Civitas!

DINO PATERNOSTRO

Le visite al sito web cittanuove-corleone
dell’ultima settimana di dicembre 2020

In quest’ultimo giorno dell’anno vogliamo ringraziare i nostri lettori, sempre più numerosi, che ci seguono ogni giorno, dando un senso al nostro impegno per informare e “seminare” qualche riflessione tra i cittadini di Corleone e del “mondo”. 

Tra il 2001 e il 2003 abbiamo traghettato Città Nuove Corleone dal cartaceo al web. Non è stata un’operazione facile. È stata fatta in maniera artigianale, da autodidatta, senza mezzi finanziari. Abbiamo imparato per prove ed errori ed ancora impariamo. Giorno per giorno. 

CORLEONE, ARRIVATE LE PRIME DOSI DI VACCINO ANTI-COVID PER IL PERSONALE SANITARIO


Scortate dalle forze dell’ordine, sono arrivate oggi all’Ospedale dei Bianchi di Corleone le prime dosi del vaccino contro il coronavirus.
Così come sta avvenendo a livello nazionale, sono destinate al personale che opera in ambito sanitario.

Coronavirus a CORLEONE: ancora SEI nuovi contagi. CINQUE le persone guarite


🔴 #CoronavirusCorleone (31 dicembre 2020) 
Si comunica che in data odierna sono stati registrati 6 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 5 i guariti.

REGIONE SICILIA. UNA COSA È CERTA: PER “LORD” FIGUCCIA TUTTE LE DONNE SONO MENO INTELLIGENTI DEGLI UOMINI!


Nella giunta di destra della Regione Siciliana presieduta dall’on. Musumeci, non c’è nessuna donna.
L’on. (?) Vincenzo Figuccia (ex autonomista, ex forza Italia, ex Udc, oggi Lega) sull’assenza di una rappresentanza femminile si è così espresso: “Ciò che conta non è ciò che gli assessori hanno tra le gambe ma ciò che hanno in mezzo alle orecchie”.

Una frase elegante e delicata, da vero lord, caro Figuccia.

E, comunque, depurata dagli eccessi di “eleganza”, la frase di questo leghista in salsa sicula, fatta l’analisi testuale, ha il  solo significato di giudicare TUTTE LE DONNE MENO INTELLIGENTI DEGLI UOMINI. Un elemento di riflessione interessante per tutte le donne (anche quelle leghiste) e per quegli uomini che credono nella parità e nel rispetto tra i sessi. (Dp)

mercoledì 30 dicembre 2020

“In Sicilia il sesso con cui si nasce conta. E conta molto." Elette de “I Cento passi” contro Figuccia


Assessore e consigliere comunali della rete dei “Cento passi” rispondono al deputato Figuccia. 

"Il deputato regionale Figuccia difende la scelta della composizione monosessuata della nuova giunta Musumeci con queste parole ‘Non conta ciò che è in mezzo alle gambe ma ciò che è in mezzo alle orecchie’. Ora il linguaggio sarà censurato, ci auguriamo, dal presidente dell’Ars e dall’intera Assemblea regionale. Ma la parte peggiore di questa, eufemisticamente infelice, dichiarazione sta nel fatto che in Sicilia, purtroppo, il sesso con cui si nasce conta. E conta molto. 

Coronavirus a Corleone. Primo decesso per Covid-19, é una persona di 80 anni


Si comunica alla cittadinanza che è appena giunta la notizia del primo decesso per Covid a Corleone. Per rispetto della privacy non è possibile fornire altri dettagli. Pubblichiamo il bollettino aggiornato. L’Amministrazione comunale si stringe al dolore della famiglia e a quello di tutta la città, sicuramente colpita da questo lutto. Con l’occasione si raccomanda ancora una volta di seguire scrupolosamente le regole di prevenzione: uso della mascherina, igiene delle mani, distanziamento interpersonale.

Opera Arias Recital | 30 Dicembre | Corleone - concerto di Leonora Gennusa

FESTIVAL DELLE TERRE SICANE: 30 DICEMBRE 2020 - ORE 19.00 - IL CONCERTO DI LEONORA GENNUSA
Ultimo concerto corleonese per il Festival Terre Sicane. Stasera alle 19 dalla Chiesa del Carmine si esibirà Leonora Gennusa, accompagnata dal maestro Brunello Federico. Con l’Opera Arias Recital, proporranno musiche di Puccini e Mascagni.
Leonora Gennusa in concerto

 GUARDA IL VIDEO

In ricordo di Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea

ROBERTO GRECO
Amico di Danilo Dolci, si dedica per tutta la vita all’insegnamento, crea inoltre l’associazione “Portella e non solo”, che raccoglie i familiari delle vittime delle stragi cui non è ancora stata data verità e giustizia
Ossessionato? No, semplicemente desideroso di verità. Giuseppe ha appena quindici mesi quando suo padre viene ucciso. “A mio padre, e a Vincenzo Lo Jacono, caduti nella strage di Partinico del 22 giugno 1947” – così cominciava la dedica del suo libro su Portella della Ginestra del 1997. Il padre, di cui portava il nome, Giuseppe, era morto durante la “strage di Partinico” operata dal bandito Giuliano. Le ultime parole erano per la madre: “Non credeva nella giustizia degli uomini e aveva ragione: nessun tribunale le avrebbe reso giustizia. Nella sua semplicità capì tutto e al potere dei palazzi, per quasi cinquant’anni, oppose la sua coraggiosa speranza”. Giuseppe Casarrubea è stato lo storico più significativo, puntale non solo del bandito Salvatore Giuliano, ma dei suoi legami con la mafia, la politica e quelle “forze alleate” che sbarcarono in Sicilia nel 1943.

Danilo Dolci: ciò che è stato e ciò che resta a 23 anni della sua morte

Danilo Dolci

SALVO VITALE
Qualsiasi accenno a Danilo Dolci meriterebbe libri e convegni di approfondimento, al di là di quanto sino ad oggi è stato fatto. Ci troviamo davanti a uno degli intellettuali più prestigiosi del ‘900, con uno spazio di interessi così vasto che, al di là del suo costante soggiorno in Sicilia, lo proiettano su scala mondiale. Lo vediamo spaziare con estrema disinvoltura dalla sociologia, alla musica, alla pedagogia, al romanzo, alla poesia, all’arte, all’architettura, alla politica, all’impegno sociale, all’uso di nuove tecniche e strumenti di comunicazione. Non si isola in quella sorta di prigione dorata in cui solitamente si chiudono o sono costretti a stare gli intellettuali, ma lo troviamo sempre in mezzo alla strada, circondato da contadini, pescatori, disoccupati, bambini, intellettuali di grandezza nazionale ed europea che gli fanno da strumento di amplificazione. Non si circoscrive in un’etichetta classificatoria cristiana o comunista, ma riesce a costruire sintesi di sistemi di pensiero diversi.

Il papà agrigentino di Sophia Loren. Cittadinanza onoraria di Agrigento alla grande star internazionale?

Sofia Loren col padre Riccardo Scicolone di Agrigento (da El Pais)

Secondo il giornale spagnolo "El Pais" in questa foto figurano la piccola Sofia Scicolone in braccio al papà, l'imprenditore edile Riccardo Scicolone di origini agrigentine.
Come scrive la stessa Loren nella sua autobiografia, l'uomo, che a Roma godeva di una buona posizione economica, non si curò del mantenimento della bambina e della madre anche se ne riconobbe la paternità. Che dire? Tanti cari Auguri alla Bambina che da poco ha compiuto 86 anni.
PS. Non per risarcimento, ma soltanto per spirito di affettuosa solidarietà, credo che il Sindaco di Agrigento, previo verifica dei presupposti comprovanti l'origine agrigentina del citato signor Scicolone, potrebbe valutare l'ipotesi di conferire alla grandissima Sophia Loren la cittadinanza onoraria della Città dei Templi e di Luigi Pirandello. (agostino spataro)

 

Via libera al Dpcm per assunzioni straordinarie nei corpi polizia: oltre 3.400 in 2020


Roma, 29 dic. (Adnkronos) - Via libera da parte di Funzione pubblica, con il concerto del Mef, allo schema di Dpcm che autorizza Polizia di Stato, Corpo nazionale dei vigili del fuoco, Polizia Penitenziaria, Arma dei carabinieri e Guardia di Finanza a indire le procedure di reclutamento per personale a tempo indeterminato,
in aggiunta alle facoltà assunzionali previste a legislazione vigente e con decorrenza non anteriore al 23 ottobre 2020, a valere sulle risorse derivanti dai risparmi da cessazioni dell'anno 2019. Lo rende noto il ministero della Pubblica amministrazione in un comunicato. In relazione all'anno in corso, si tratta di 2.112 unità di personale autorizzate dalla Legge di Bilancio 2018 e ulteriori 1.320 unità che fanno invece capo alla Manovra 2019.

Aziende confiscate, attese lunghe per i pagamenti dei lavoratori. La Fillea chiede un incontro al nuovo responsabile Anbsc per la Sicilia Quattrocchi

 

Piero Caraulo, segretario generale Fillea-Cgil Palermo

“Oggi pagata terza tranche a 62 lavoratori Ati Group. Per tanti altri, pazienza al limite. Creare una holding per mettere in rete gestioni virtuose e aziende in difficoltà e garantire tutti i lavoratori”.  
Palermo 30 dicembre 2020 – Capodanno con i pagamenti per i lavoratori di alcune aziende confiscate in liquidazione. Ma non per tutti. In alcuni casi si tratta di attese che durano anni. Proprio oggi alla metà dei 122 lavoratori delle tre società del gruppo Aiello, Ati Group, Emar e Edil Tecnica, in amministrazione giudiziaria dal 2016, è arrivato il terzo acconto delle spettanze relative a retribuzione e tfr. E' stato così raggiunto il 45 per cento di quello che i lavoratori hanno maturato nella gestione commissariale.

Sicilia. Fava: “L’Isola rischia il default e Musumeci pensa al rimpastino: "una giunta tutta al maschile è un’offesa giuridica e culturale"

L'Assemblea Regionale Siciliana

(DIRE) Palermo, 30 dic. - "Con l'esercizio provvisorio in alto mare e la Sicilia a rischio di default finanziario, l'unico pensiero del presidente Musumeci in queste settimane e' stato il rimpastino della giunta, condizione necessaria per portare a casa l'approvazione della manovra di fine anno".
Lo dice il deputato all'Ars Claudio Fava, esponente dei Centopassi. "In un grottesco travisamento delle forme politiche e della sostanza democratica Musumeci inaugura la prima giunta integralmente al maschile, virile rimembranza del ventennio
 fascista in cui alle donne non era neppure concesso di votare - aggiunge Fava -. Sara' il caso che di questa offesa giuridica e culturale si occupi anche il presidente Mattarella, a meno che l''utonomia siciliana debba essere intesa anche come extraterritorialita' rispetto all civilta' del diritto e della storia".
(Com/Sac/Dire) 30-12-20

martedì 29 dicembre 2020

Coronavirus a Corleone. Oggi per fortuna nessun nuovo caso


🔴 #CoronavirusCorleone (29 dicembre 2020) 
Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone.

lunedì 28 dicembre 2020

Coronavirus a Corleone: oggi tre nuovi casi! Uno stillicio che sembra non voglia più finire!


🔴 #CoronavirusCorleone (28 dicembre 2020) 

Si comunica che in data odierna sono stati registrati 3 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Una persona è guarita.

LA CAMPAGNA VACCINALE. Vaccino Covid, le linee guida Aifa: dosi, efficacia, effetti collaterali


L’Agenzia italiana del farmaco ha pubblicato sul suo sito le linee guida sul Corminaty, il vaccino contro il Covid preparato da Pfizer e BioNTech. Ecco il «bugiardino»
L’Agenzia italiana del farmaco ha pubblicato sul proprio sito le «istruzioni per l’uso» del vaccino contro il Covid-19 preparato da Pfizer e BioNTech, il Corminaty. Nel sito dell’Aifa sono presenti le risposte alle domande più comuni su questo preparato, basato sulla tecnologia a rna messaggero (mRna). Il vaccino, si legge, è destinato a «soggetti di età pari o superiore a 16 anni», «non contiene il virus» e «non può provocare la malattia». (Qui il «bugiardino» sul sito di Pfizer).
Come viene somministrato il vaccino?
Il vaccino — già somministrato, tra gli altri Paesi, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, e la somministrazione del quale inizia oggi nell’Unione europea, compresa l’Italia — viene somministrato in due iniezioni, solitamente nel muscolo della parte superiore del braccio, a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra.

Emergenza coronavirus. Asp di Palermo: vaccinati a Villa delle Ginestre 50 operatori sanitari

La vaccinazione di Maurizio Montalbano, direttore sanitario Asp Palermo

Tra loro anche il commissario, Renato Costa
PALERMO 28 DICEMBRE 2020 - Dopo le vaccinazioni di ieri alla Rsa Buon Pastore, l'Asp di Palermo ha proseguito l’attività questa mattina nel Presidio Villa delle Ginestre, Centro di Alta specializzazione per la diagnosi e cura della medullolesione. Così come previsto dal Piano messo a punto dalla Regione Siciliana, sono 50 gli operatori sanitari ad effettuare la vaccinazione all'Azienda del capoluogo. Il primo è stato Tommaso Azzarello, dirigente medico del Reparto Covid dell'Ospedale "Cimino" di Termini Imerese, poi è stata la volta del commissario straordinario per l'emergenza Covid a Palermo, Renato Costa, del Direttore Sanitario dell'Asp di Palermo, Maurizio Montalbano e del Direttore dell'Uoc Igiene ed Epidemiologia dell'Azienda del capoluogo, Nicola Casuccio.

Ritorno a scuola. Lettera unitaria al Prefetto da parte di Cgil, Cisl e Uil e delle categorie di settore, per chiedere un incontro


“Servono scelte condivise sulla ripartenza del 7 gennaio. Sindacati finora esclusi dai confronti”.
Palermo 28 dicembre 2020 – Arrivare preparati al ritorno a scuola del 7 gennaio. Cgil, Cisl e Uil, con i sindacati provinciali della scuola di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola,  in vista della ripartenza delle lezioni in presenza per tutti gli istituti di ogni ordine e grado di Palermo e provincia, hanno chiesto al prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani,  un incontro per conoscere in modo diretto quanto è stato discusso e deciso presso i tavoli provinciali convocati ad hoc in Prefettura.

domenica 27 dicembre 2020

Coronavirus a Corleone. Oggi sei nuovi casi! Due invece i guariti


🔴 #CoronavirusCorleone (27 dicembre 2020) 
Si comunica che in data odierna sono stati registrati 6 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 2 i guariti.

Un appello dei magistrati Gratteri e Nicaso per evitare che le mafie mettano le mani sulla ricostruzione del Paese

 

Corriere della sera, 27 dicembre 2020
Un appello civile e morale di lotta alla illegalità ed alle mafie  ad sottoscrivere pienamente. Un appello non astratto ma legato al futuro prossimo al "fiume di denaro che scorrerà" nel nostro paese. L'articolo è apparso sul Corriere della Sera di oggi ed è firmato dai Magistrati Gratteri e Nicaso.

sabato 26 dicembre 2020

OSPEDALE DI PARTINICO: INTERVENTO CHIRURGICO D’URGENZA PER UN PAZIENTE NO-COVID COINVOLTO IN UN INCIDENTE STRADALE

Il pronto soccorso dell’ospedale di Partinico

L’OPERAZIONE E’ PERFETTAMENTE RIUSCITA. 
“LA STRUTTURA GARANTISCE URGENZE ED EMERGENZE A TUTTI I PAZIENTI”

PALERMO 26 DICEMBRE 2020 – Aveva 2,5 litri di sangue nello stomaco a causa di lacerazioni epatica e, in più punti, intestinale. Dopo gli esami clinici e radiologici, è stato subito operato all’Ospedale di Partinico, struttura dedicata alla cura ed assistenza dei pazienti covid-positivi, ma che garantisce, attraverso il Pronto Soccorso,  l’emergenza-urgenza anche per tutti gli altri casi.

venerdì 25 dicembre 2020

Il Natale di tutti fra storia fede e teologia


by Augusto Cavadi

Gesù di Nazareth è nato certamente circa duemila anni fa, ma non sappiamo né il luogo né la data né tanto meno l’ora.

Questo velo di ignoranza non costituiva problema per le prime generazioni cristiane alle quali i simboli interessavano molto più dei fatti di cronaca: da qui la decisione di scegliere il 25 dicembre, Natalis Solis Invicti (giorno natale del Sole invitto) come data convenzionale di nascita del loro Maestro.

Buon Natale ai lettori!

 


giovedì 24 dicembre 2020

Gli auguri alla città del sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi

 

Il sindaco Nicoló Nicolosi

GUARDA IL VIDEO

Coronavirus a Corleone. Oggi ancora un nuovo caso!


🔴 #CoronavirusCorleone (24 dicembre 2020)
 
Si comunica che in data odierna è stato registrato un nuovo caso di Coronavirus a Corleone.

Corleone, gli auguri del presidente Siragusa: “La pandemia ci ha rallentati, ma non è riuscita a fermarci”

Il presidente del consiglio comunale Pio Siragusa

Il presidente del consiglio comunale di Corleone, in una lettera in data odierna, ha espresso i suoi auguri di buon Natale e di felice Anno nuovo a tutti i cittadini.
“Abbiamo vissuto momenti di grandi problematicità, sia a livello personale che come comunità - scrive Siragusa - Anche il lavoro del Consiglio Comunale non è stato avulso dalle conseguenze arrecate dall’emergenza sanitaria. Proprio per questo, non posso esimermi dall’esprimere grande soddisfazione per il lavoro portato avanti.

Corleone, lavoratore precario escluso dalla stabilizzazione. Il Tar gli da ragione e dichiara illegittima la delibera del comune

 

Giornale di Sicilia, 24 dicembre 2020

Corleone. Il consigliere Gelardi: “Gazzara non ci rappresenta più”. L’assessore: “Ne prendo atto”

Il consigliere comunale Vincenzo Gelardi

DINO PATERNOSTRO

Sono auguri al veleno quelli che fa il consigliere Vincenzo Gelardi all’assessore Luca Gazzara. Li scrive in una lettera di cui ha dato lettura nella scorsa seduta del consiglio comunale. Sono auguri ironici, finalizzati ad una netta presa di distanza dall’assessore all’ambiente del Comune di Corleone, accusato di avere fatto scelte politiche diverse che lo vedono allontanarsi dal gruppo “Popolari e Autonomisti - idea Sicilia”. Gelardi, infatti, ha informato l’intero consiglio comunale che Gazzara “non rappresenta più il gruppo che lo aveva espresso come suo rappresentante nella giunta comunale della città di Corleone”. Gelardi tiene a precisare che continuerà a far parte della maggioranza che sostiene il sindaco Nicolosi. 

mercoledì 23 dicembre 2020

Corleone, aperta da stamani la seconda Casetta dell’acqua In via Salvatore Aldisio

La nuova casetta dell’acqua in via S. Aldisio

Attiva da stamani a Corleone la seconda Casetta dell’acqua.
Dopo quella in piazza San Nicolò, che ha riscosso grande successo tra i corleonesi, quella nuova è stata montata in via Salvatore Aldisio, nell’ex area di sosta dei pullman, oggi parcheggio libero per le auto. 

Coronavirus a Corleone. Oggi purtroppo OTTO nuovi casi!


🔴 #CoronavirusCorleone (23 dicembre 2020) 

Non è una buona giornata quella di oggi. Il comune di Corleone comunica, infatti, “che in data odierna sono stati registrati otto nuovi casi di Coronavirus a Corleone”. Otto nuovi casi non sono pochi. Troppa gente non capisce che bisogna mantenere il distanziamento fisico e le mascherine (non sotto il mento o sotto il naso, ma sulla bocca e sul naso). E magari sono gli stessi che non vogliono fare il vaccino appena sarà disponibile. Così non va! (Dp)


Casa di Riposo SS. Salvatore. Ci scrive ancora il segretario dott. Liggio: “Il comune di Corleone è in conflitto d’interesse”

La lettera che ci ha inviato il dott. Calogero Liggio

Pubblichiamo senz’altro la lettera che ci ha inviato per conoscenza il dott. Calogero Liggio, segretario della Casa di riposo SS. Salvatore. Qualche puntualizzazione, però, è d’obbligo.
Obiettivamente non comprendiamo tanto accanimento nel negare al comune il diritto/dovere di stare nel consiglio di amministrazione del SS. Salvatore a tutela dei cittadini e dell’interesse pubblico. Sul presunto conflitto d’interesse sarà il comune a replicare. A noi sembra una boutade da accogliere con un sorriso. Città Nuove e il suo direttore vengono coinvolti da un post scriptum del dott. Liggio. Veniamo invitati a restare “calmi, sereni e tranquilli”. Lo eravamo di già per la serena coscienza con cui svolgiamo la nostra attività di informazione.

Covid, mettiamo limiti a chi decide di non vaccinarsi


Andrea Catizone

avvocato e giurista 

C’è un dubbio che aleggia nell’aria e che rischia di inquinare lo straordinario risultato raggiunto da una scienza sempre più sofisticata, un risultato che ha permesso, in tempi inaspettati, di realizzare il vaccino che tutto il mondo attendeva per archiviare una volta per tutte la drammatica pandemia da Covid-19 con le sue varianti. Questa tragedia  ha colpito e travolto ogni essere umano della Terra:  per esserne stato direttamente aggredito, o per aver perduto affetti cari, o per aver perso il lavoro o per aver rinunciato a libertà soggettive e a piaceri sublimi benché rinviabili.

Beatificazione di Rosario Livatino, la testimonianza dell’ex magistrato Sferlazza

Rosario Livatino

di Ottavio Sferlazza*

Ho appreso con commozione e gioia l’annuncio della beatificazione di Rosario Livatino e per me è un onore ricordarne la nobile figura quando sono trascorsi tre mesi dal 30° anniversario del suo sacrificio in quella scarpata in cui aveva cercato un disperato tentativo di fuga. In quella scarpata, quel giorno, quale sostituto in servizio presso la procura di Caltanissetta, dovetti scendere e sollevare il lenzuolo che pietosamente copriva il volto di Rosario.

martedì 22 dicembre 2020

Rosario Livatino sugli altari, sarà beato il martire di mafia

Rosario Angelo Livatino

di Annachiara Valle
Papa Francesco autorizza la pubblicazione del decreto di beatificazione del giudice siciliano ucciso in odium fidei
Il primo magistrato italiano a salire agli onori degli altari. Il giudice Rosario Angelo Livatino, di cui papa Francesco ha riconosciuto il martirio, sarà ufficialmente beato. Nell’ anno in cui ricorrono i 30 anni dall’ assassinio (avvenuto sulla strada che conduce da Canicattì ad Agrigento il 21 settembre 1990) Bergoglio spiana la strada verso la canonizzazione approvando il decreto che ne riconosce il martirio. Lo fa ripercorrendo la stessa strada tracciata per padre Pino Puglisi. Come per il sacerdote palermitano, infatti, la Congregazione per la Causa dei Santi ha indagato le motivazioni dell’ uccisione concludendo che essa è avvenuto in odium fidei, cioè in odio della fede.

Scuola, la Flc Cgil solidale con le preoccupazioni degli studenti sulla “ripartenza” a gennaio, espresse nella lettera della rappresentante Marta Sabatino


Fabio Cirino, segretario generale Flc-Cgil: “Anche noi scettici sui doppi turni. Disappunto per l'esclusione del sindacato dai tavoli”.  
Palermo 22 dicembre 2020 – La Flc Cgil risponde alla lettera-appello “Per una scuola sicura e a misura di studente” che Marta Sabatino, rappresentante degli studenti del Liceo Regina Margherita, ha inviato a rappresentanti istituzionali e ai sindacati della scuola, in preparazione  del ritorno a scuola del 7 gennaio, per fare sentire la voce del mondo studentesco, assente dai dibattiti.  

Grazie Bonelli, Tex Willer è un "vizio" a cui non so rinunciare


IL BLOG 
di DARWIN PASTORIN
Continuo a leggere da quando ero ragazzino del ranger contro tutte le ingiustizie
Per me Tex Willer è un “vizio”, come era Omar Sivori per Gianni Agnelli. Non riesco a fare a meno del mio fumetto preferito, che continuo a leggere, in tutte le sue varie edizioni, da quando ero ragazzino. Non solo un giornalino: ma una miniera di avventure, di simboli, di galoppate continue tra il sogno e il West, un recupero costante della giovinezza, così come avviene per la tua squadra del cuore. Da giovane avevo tre miti: il centravanti dalla rovesciata proletaria Pietro Anastasi della Juventus, il ranger Tex che combatteva contro tutte le ingiustizie, proprio come il rivoluzionario Che Guevara, che agognava l’Uomo Nuovo.

CORLEONE. E' morto u reuzzu, viva u reuzzu!

Leoluca Virgadamo, "u reuzzu" 

di
NONUCCIO ANSELMO

Se n’è andato in silenzio, lontano dalla chiazza, come accadeva ormai da cinquant’anni. Tanto in silenzio che l’ho appreso soltanto adesso, anche se è andato via la vigilia dell’Immacolata. Che nel mondo ante-covid e a Corleone in particolare, è una specie di bestemmia: ma come, si apre il periodo natalizio, si fa lo sfincione e si arrostisce la salsiccia, si tirano fuori dal cassetto le carte per un sette e mezzo in famiglia, e tu te ne vai così? Sì, se n’è andato via in silenzio ed è stato un peccato, anche se di Natali ne aveva vissuto ottantanove. Fosse stato cinquant’anni fa, la chiazza avrebbe gridato a tutti la dipartita. Ma lui aveva deciso così, di ritirarsi, mezzo secolo fa.

lunedì 21 dicembre 2020

Convenzione Onu sulla lotta alle mafie: un momento straordinario che deve continuare a vivere di impegni nuovi e di verifica dei risultati

La conferenza Onu sul crimine transnazionale del 2000: 
tutti in piedi per onorare Giovanni Falcone

di
GIUSEPPE LUMIA
Una data da ricordare bene: 20 dicembre 2000. Anche il luogo: Palermo. Perché? In quei giorni l’ONU ha promosso un momento di svolta della propria attività internazionale. Per la prima volta, la lotta alle mafie è uscita dai confini soprattutto italiani e americani per diventare un impegno comune a tutti i Paesi. Un risultato per niente scontato: per anni il negazionismo o il minimalismo hanno caratterizzato l’approccio degli Stati nel riconoscere le mafie come una reale minaccia distruttiva di valori, di diritti, di economie e di dignità sociale ed esistenziale. 
Finalmente l’ONU usciva dal suo tran-tran spesso sterile e contraddittorio per assumere un compito di guida sulle grandi sfide che dilaniano l’umanità. 
Allora fu scelta Palermo, non per sottolineare ancora una volta la devastante presenza della mafia in Sicilia, ma perché da Palermo si era messo in moto un cammino antimafia inedito ed esemplare.

PALERMO/VOLO PROVENIENTE IERI SERA DA LONDRA: RISCONTRATI 3 POSITIVI E 2 DUBBI AL TAMPONE MOLECOLARE

Il volo Ryanair proveniente da Londra con a bordo 134 passeggeri

PALERMO 21 DICEMBRE 2020 – I controlli con tampone molecolare effettuati ieri sera su passeggeri ed equipaggio del volo Ryanair proveniente da Londra ed atterrato a Palermo, hanno consentito di individuare 3 positivi.
Altri due tamponi hanno dato esito “dubbio” e saranno, pertanto, ripetuti. I controlli sono avvenuti in due fasi: i 134 passeggeri ed i 6 membri dell’equipaggio si sono prima sottoposti al tampone antigenico rapido (con esito negativo) e poi al “molecolare”. Tutti si trovano, comunque, in isolamento domiciliare.

Corleone, consegnati dalla Fondazione Badami sussidi di beneficienza a 11 studenti

La foto di gruppo dei premiati, della fondazione e degli amministratori

Consegnati stamani nel piazzale dell’Istituto comprensivo “Giuseppe Vasi” di Corleone 11 sussidi di beneficienza della Fondazione Angelo Badami destinati ad altrettanti studenti in difficoltà economica.
L’appuntamento, in collaborazione con Unicredit, è giunto alla 14esima edizione. Ma non è stato l’unico gesto solidale di oggi. La scuola ha ricevuto in dono 3 sanificatori, 2 sempre dalla Fondazione, uno dalla vice sindaco Maria Clara Crapisi. 

Sicilia. Somme non spese: una beffa per la democrazia partecipata


di ROBERTA FUSCHI
Si scrive “perdita di risorse economiche” e si legge schiaffo ai “processi di democrazia partecipata”. E’ quanto accadrà ai comuni siciliani che entro il 2019 non hanno speso almeno il 2% del trasferimento di parte corrente ricevuto dalla Regione per realizzare progetti ideati dalla comunità di riferimento. Spulciando i dati, elaborati dall’ufficio studi CentoPassi per la Sicilia, relativi alle somme erogate nel 2018, da spendere entro l’anno seguente, i comuni (soprattutto quelli più popolosi) non sembrano brillare. Anzi. 
La legge e le varie modifiche 

PILLOLE DI STORIA. Quando il leader socialista Filippo Turati (2 dicembre 1915) intervenne alla Camera del ricordare B. Verro

 

Uno stralcio del verbale del 2.12.1915 

PRESIDENTE . L'onorevole Turati ha facoltà di parlare.
TURATI. Onorevoli colleghi, poiché in quest'ora di attesa della maggior discussione le commemorazioni ed i rimpianti si sono rivolti anche alla memoria di uomini che non appartengono prammaticamente alle nostre file, ma che onorarono il paese, mi sia lecito di evitare un silenzio che avrebbe una strana significazione di oblio e di indifferenza, che non può essere nella Camera italiana/ Poche settimane fa veniva fucilato da mano assassina un uomo che non sedette qua dentro, ma che era degno di sedervi, che militò, visse e rifulse nella vita pubblica italiana: Bernardino Verro. Bernardino Verro,

Emergenza abitativa. Barbagallo: “Occorre nuovo Piano di edilizia sociale in Sicilia”

L'Istituto Autonomo Case Popolari di Palermo

Palermo, 21 dicembre 2020 - “Ritengo ormai indifferibile un nuovo Piano di edilizia sociale in Sicilia. Stiamo attraversando un momento difficile, aggravato dalla pandemia, per questo credo che sia indispensabile inserire ai primi punti dell’agenda politica regionale, il tema del disagio abitativo che in Sicilia, in particolare, non ha mai visto un confronto e delle misure degne della grandezza e della gravità di questo problema”.
Lo ha detto il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo intervenendo in diretta Facebook al dibattito “Il diritto alla casa al tempo del coronavirus”, organizzato dal SUNIA (Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari).

sabato 19 dicembre 2020

OSPEDALE INGRASSIA: 8 NUOVI CASI POSITIVI AL COVID. SOSPESI I NUOVI RICOVERI IN GERIATRIA, CARDIOLOGIA, CHIRURGIA ED ORTOPEDIA

L’ospedale Ingrassia di Palermo

GARANTITE LE EMERGENZE. DOPO LA SANIFICAZIONE DEI LOCALI, LUNEDI’ RIPRENDERA’ LA REGOLARE ATTIVITA’

PALERMO 19 DICEMBRE 2020 - Si comunica che dopo la sospensione di nuovi ricoveri nel reparto di Geriatria dell'Ospedale Ingrassia di Palermo, analoga decisione è stata adottata temporaneamente per Cardiologia, Chirurgia ed Ortopedia dello stesso nosocomio. I reparti continuano a funzionare regolarmente per i degenti ricoverati garantendo, anche, le emergenze.

Corleone, da oggi al 30 dicembre il Festival delle Terre Sicane con 6 concerti in streaming


Entra nel vivo a Corleone il Festival delle Terre Sicane, il progetto promosso dall’assessorato comunale alla Cultura e finanziato dalla Regione Siciliana. Sono 6 i concerti che si svolgeranno da stasera al 30 dicembre in collaborazione con l’Associazione Palermo Classica.

A causa dell’emergenza Covid, ad eccezione di quello del 21 dicembre che sarà aperto al pubblico, tutti i concerti verranno proposti in streaming, direttamente dai luoghi che ospiteranno gli eventi, sul sito www.festivalterresicane.it (qui si può anche consultare il programma completo) e sulla pagina facebook del Festival, facebook.com/festivalterresicane.

Corleone, Festival delle Terre Sicane, concerto del soprano Leonora Gennusa


Nell’ambito del “FESTIVAL TERRE SICANE”, il prossimo 30 dicembre, alle ore 19,00, si terrà a
Corleone un Concerto in streaming del soprano Leonora Gennusa (maestro accompagnatore Federico Brunello) con musiche di G. Donizetti, G. Puccini, F. Lehàr. 

L’evento sarà trasmesso sul Canale YouTube @palermoclassica @festivalterresicane @opera

ed é organizzato dal comune di Corleone in collaborazione con Palermo classica. Rientra in un progetto denominato ''terre Sicane'' finanziato dalla Regione siciliana. 

venerdì 18 dicembre 2020

Rinnovate le cariche al centro studi Pio La Torre: confermato Vito Lo Monaco presidente; Rita Barbera e Franco Garufi vicepresidenti

Vito Lo Monaco confermato presidente 

Sono state rinnovate ieri, nel corso dell'ultima assemblea dei soci, le cariche del centro studi Pio La Torre di Palermo.
 Vito Lo Monaco è stato riconfermato presidente, mentre i due nuovi vicepresidenti sono Rita Barbera (che ha alle spalle una carriera nell'amministrazione penitenziaria come direttrice del carcere Ucciardone di Palermo) e Franco Garufi, responsabile per le politiche di sviluppo del centro e già segretario nazionale della Cgil.

Unione dei Comuni del Corleonese, siglato l'accordo per il Contratto di Fiume


Firmato stamani dai 4 sindaci dell’Unione dei Comuni del Corleonese l’accordo per il Contratto di Fiume Alto Belice Sinistro.
L’intesa siglata tra Corleone, Campofiorito, Contessa Entellina e Roccamena consentirà di riqualificare i bacini idrici del territorio e, cosa ancora più importante per tutta l’area corleonese, prevenire e intervenire sul dissesto idrogeologico, accedendo in maniera più snella agli investimenti disponibili. 

Proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti iscritti alla Filcams Cgil Palermo del Tribunale ecclesiastico Interdiocesano siculo della sede di Palermo


Palermo 18 dicembre 2020 – La Filcams Cgil Palermo ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori iscritti al sindacato in servizio presso il Tribunale ecclesiastico interdiocesano siculo. 

    Ai cinque dipendenti, tra cui quattro notai e un giudice laico, inquadrati con il contratto nazionale dei dipendenti degli Istituti per il sostentamento del Clero, è stato trasformato il rapporto di lavoro da full time a tempo parziale con modalità ritenute “viziate” dal sindacato. Una procedura messa in atto a partire dai mesi scorsi, contestata dalla Filcams sia per i tempi che per le modalità con cui è stata fatta firmare una sottoscrizione non regolare ai lavoratori.