venerdì 2 ottobre 2020

“Quasi tutti contagiati”, scoppia un focolaio Covid-19 in una casa di riposo di Marineo


Villa Luisa, la casa di riposo per anziani di Marineo

Le parole del sindaco Franco Ribaudo annunciano il focolaio
“Purtroppo sì è verificato ciò che temevamo”. Sono le parole del sindaco di Marineo Franco Ribaudo che lascia presagire un nuovo grosso focolaio in una casa di riposo per anziani a Marineo. Si tratta di Villa Luisa. 

Ieri erano stati confermati 4 positivi tra ospiti della casa di riposo e dipendenti. Ora, dopo l’esecuzione dei tamponi a tappeto, emerge una situazione più che preoccupante. “Il virus una volta entrato nella villa Luisa ha contagiato quasi tutti. Adesso dobbiamo sperare che la situazione non precipiti”, continua il promo cittadino che però non fornisce i numeri delle persone attualmente positive. E aggiunge: “Attualmente non ci sono sintomi allarmanti. Ma trattandosi di anziani già affetti da patologie proprie, il rischio è alto”.

La quasi totalità delle persone che si trovano a Villa Luisa, quindi sarebbero positive al Covid-19. “In questa vicenda ci sono stati ritardi non perdonabili da parte della struttura territoriale – continua Ribaudo -. Forse si sarebbero potuti limitare i contagi se si fosse intervenuti prima. o forse no. Comunque ora la nostra attenzione è concentrata a tenere circoscritto il focolaio ed impedire il propagarsi”.
Il sindaco ha rivolto un appello alla cittadinanza. “Chiedo a tutti coloro che hanno avuto contatti con la villa dal 16 al 21 settembre di verificare le proprie condizioni e magari di farsi un siero o un tampone per maggiore sicurezza
”.
Diretta Sicilia, 1° Ott 2020

LA DICHIARAZIONE INTEGRALE DEL SINDACO DI MARINEO

"Purtroppo sì è verificato ciò che temevamo: il virus una volta entrato nella Casa di Riposo Villa Luisa ha contagiato quasi tutti. Adesso dobbiamo sperare che la situazione non precipiti. Attualmente non ci sono sintomi allarmanti ma trattandosi di anziani già affetti da patologie proprie, il rischio è alto.

In questa vicenda ci sono stati ritardi non perdonabili da parte dell' ASP territoriale. Forse si sarebbero potuti limitare i contagi se si fosse intervenuti prima o forse no. Comunque ora la nostra attenzione è concentrata a tenere circoscritto il focolaio ed impedire il propagarsi. 

Perciò chiedo a tutti coloro che hanno avuto contatti con la villa dal 16 al 21 settembre di verificare le proprie condizioni e magari di farsi un esame sierologico o un tampone per maggiore sicurezza"". Il Sindaco On. Ribaudo

 

Nessun commento: