CFC - CENTRO FISIOTERAPICO DEL CORLEONESE

sabato 31 ottobre 2020

Perché la grande vittoria democratica del popolo cileno è stata ignorata in Occidente?

 


PIETRO SCAGLIONE

L'abrogazione a furor di popolo della Costituzione cilena (introdotta nel 1980 dal generale Pinochet) è un evento storico non solo per il SudAmerica, ma anche per il resto del mondo. Da 4 giorni il successo del SI al referendum per l'introduzione di una nuova Costituzione è festeggiato a Santiago e in altre città con clacson, trombe, bandiere, fumogeni, come per una vittoria nei Mondiali di calcio. 

venerdì 30 ottobre 2020

Corleone, il comune ha attivato un numero di telefono per i cittadini in isolamento domiciliare per COVID-19


Scrive l’amministrazione comunale in un comunicato pubblicato sui social:

“Si informa la cittadinanza che è stato attivato un numero di telefono per offrire servizio di supporto/risposta alle esigenze della popolazione sottoposta ad isolamento domiciliare a causa del Covid-19. Il numero 335-7595302 è attivo dal lunedì al giovedì dalle 8.00 alle 13.00. In tal modo, l’Amministrazione comunale intende manifestare vicinanza ai cittadini che stanno vivendo tale criticità e alle loro famiglie”.

Corleone, il piano di accesso al cimitero in tempo di Covid 19

L’area del cimitero a Corleone

Predisposto dal Servizio di Protezione Civile comunale il piano operativo di assistenza alla popolazione in occasione delle festività di Tutti i Santi e Commemorazione dei Defunti
. Il Piano è stato redatto in raccordo con la Polizia Municipale e coinvolgendo le associazioni di volontariato di Protezione Civile operanti sul territorio. Ecco cosa prevede: 

Coronavirus a Corleone: oggi cinque nuovi casi e quattro guariti


🔴 #CoronavirusCorleone (30 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna a Corleone sono stati registrati 5 nuovi casi di Coronavirus e 4 persone sono guarite. 

Il manifesto di Carlo Ruta sulla storia apre un dibattito globale


di FLORA BONACCORSO
Sul documento dello studioso italiano per l’innovazione della conoscenza storica prendono posizione i massimi protagonisti della storia e della cultura mondiale, dal britannico Peter Burke, fondatore della «New cultural history», alla statunitense Pamela Kyle Crossley, capofila e teorica della «Globlal History»   
Quella di Carlo Ruta, storico che non ha mai smesso di documentare il ruolo strategico della conoscenza storica nella vita delle società civili contemporanee, è stata un'impresa davvero difficile, tanto più nel pieno delle attuali contingenze pandemiche. Ma con la forza dei suoi argomenti, paradigmatici, lo studioso è riuscito ad aprire varchi importanti di discussione, che hanno superato di gran lunga i confini italiani. Diramato nella prima metà dello scorso settembre, il suo Manifesto, intitolato in maniera esortativa La storia cambi passo, ha richiamato e coinvolto studiosi tra i più eminenti a livello globale, in campo storico, antropologico, archeologico sociologico, filosofico e di altre discipline.

A Giorgio & Antonio, a Gino & Massimo, e ai tanti come loro

Gino e Massimo

MARIA DI CARLO

Quando arrivai da Corleone a Palermo, nel ’79, diciotto anni freschi, dopo una fragorosa rottura con la mia famiglia ed un processo che all’epoca fece scalpore, fra le prime persone che conobbi ci furono i pochi che frequentavano il Partito Radicale, nella sede di vicolo Castelnuovo. Specificamente, frequentavo le riunioni del Fuori! (Fronte unitario omosessuale rivoluzionario italiano), un gruppetto sparuto e variegato di persone che non necessariamente erano omosessuali ma che sentivano di aderire alle istanze di quanti lottavano per l’affermazione di certi diritti. Non si lotta solo per difendere i propri, ma quelli in generale di una società più libertaria, più umana, più solidale, più giusta. C’erano Giuseppe, Piero, Salvatore, Pippo, Franco, Calimero, e un serissimo e mutissimo portalettere, chiamato col suo cognome: Formica. E anche Anna Maria e Rosangela (che per età avrebbero potuto essere mia madre e mia nonna!).

Corleone e l'operazione "furbetti" dei buoni spesa. Compiacimento del sindaco, ma attenzione a non criminalizzare


Sui buoni spesa percepiti da soggetti che non ne avevano diritto, il sindaco Nicolò Nicolosi “esprime il compiacimento dell’Amministrazione comunale per l’attività della Guardia di Finanza
che ha individuato un cospicuo gruppo di “furbetti” che si è appropriato di buoni spesa non spettanti, togliendoli a chi invece ne aveva diritto. Si sta già provvedendo a richiedere ai soggetti interessati la restituzione delle somme, gravandoli di una multa. Le sanzioni sono importanti anche perché l’Amministrazione auspica che possano avere una funzione educativa sui cittadini, in modo che atti simili non si ripetano e che i beni e le opportunità messi a disposizione siano gestiti con rispetto e intelligenza”.

C’è da dire che sui requisiti per poter chiedere ed ottenere il buono spesa in tempo di pandemia forse non c’è stata la necessaria chiarezza. Mi è capitato di parlare con un cittadino dispiaciuto dell’intervento a suo carico della Guardia di finanza, che sosteneva di non sapere quali erano i requisiti previsti dall’avviso pubblico. “Il modulo della domanda me l’ha compilata un consigliere comunale”, mi ha detto. Certo, la legge non ammette ignoranza, ma i cittadini a volte sbagliano proprio per ignoranza e per il pressapochismo di chi (in mala fede) li "assiste". (dp)

Covid-19, 31 denunce a Corleone: buoni spesa senza averne diritto


Dovranno restituire quanto speso senza averne diritto. La Guardia di Finanza di Corleone ha scoperto 31 persone che hanno percepito buoni spesa senza averne il diritto. 
I Finanzieri della Tenenza di Corleone, nell’ambito dell’istituzionale attività di polizia economica e finanziaria tesa alla vigilanza ed alla tutela del bilancio dello Stato, della Regione e degli altri Enti pubblici, hanno rilevato una serie di irregolarità nelle istanze presentate da parte di 31 richiedenti il “Buono Spesa”, tutti residenti nel comune di Corleone.

l’inchiesta. Gino, Massimo e l’esempio arcobaleno


 di Sara Scarafia
Dai pionieri che nel 1980 hanno fondato a Palermo il primo circolo Arcigay d’Italia, alle unioni civili di adesso: come è cambiato il mondo gay e lgbti+. “Il matrimonio è stato uno spartiacque, ma il cammino è ancora lungo”
Massimo in un frac bianco con una lunga coda e Gino in un completo rosso, un bouquet di fiori freschi a testa. Quel 28 giugno in piazza c’erano gli edili che protestavano contro il Comune e camminando in quel cimitero che erano le strade di Palermo pareva ancora di sentire l’eco delle bombe che pochi mesi prima avevano ucciso i giudici Falcone e Borsellino. Massimo Milani e Gino Campanella — i pionieri che nel 1980 hanno fondato a Palermo il primo circolo Arcigay d’Italia — salirono la scalinata della chiesa di Santa Caterina e si sposarono simbolicamente affacciandosi su piazza Pretoria.

Asp Palermo. Certificati esenzione ticket per reddito prorogati al 31 marzo 2021


PALERMO 30 OTTOBRE 2020 - L'Asp di Palermo informa gli utenti di città e provincia che tutti i certificati di esenzione ticket per reddito (codici esenzione E01, E02, E03, E04) in scadenza domani, 31 ottobre, sono ulteriormente prorogati d'ufficio al 31 marzo 2021.
Il provvedimento,  preso dall'Assessorato regionale alla Salute, rientra tra le misure adottate dalla Regione Siciliana nell'ambito dell'emergenza Coronavirus.

giovedì 29 ottobre 2020

Coronavirus a Corleone. Oggi nessun nuovo caso. Altre sette persone hanno terminato l’isolamento domiciliare


🔴 #CoronavirusCorleone (29 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone.

Oggi 7 persone hanno terminato l’isolamento domiciliare ai sensi della circolare del Ministero della Salute n. 32850 del 12 ottobre 2020

mercoledì 28 ottobre 2020

ASP DI PALERMO/VACCINAZIONI: ATTIVO DA DOMANI IL CENTRO DI VIA D’AZEGLIO


SONO 
DIECI GLI AMBULATORI IN FUNZIONE IN CITTA’. OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE

PALERMO 28 OTTOBRE 2020 – Si amplia l’offerta vaccinale nella città di Palermo. Ai nove centri attivi sin dal maggio scorso dopo la fine del lockdown, si aggiungerà da domani l’Ambulatorio di via Massimo D’Azeglio, aperto tutti i giorni della settimana, mattina e pomeriggio: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 14 e dalle 14.30 alle 18.30.

Corleone, a seguito di un caso di Covid, il sindaco ha sospeso le attività didattiche in presenza della scuola media fino al 6 novembre



A seguito di una riunione avvenuta questo pomeriggio con le autorità scolastiche e sanitarie locali, il sindaco ha firmato un’ordinanza che sospende le attività didattiche in presenza per la scuola secondaria di primo grado. Il provvedimento è valido da domani a venerdì 6 novembre incluso. Da domani sarà garantita la didattica a distanza.

Coronavirus a Corleone: oggi nessun nuovo caso e 4 persone hanno terminato l’isolamento domiciliare


 🔴 #CoronavirusCorleone (28 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna non sono stati registrati nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Si sottolinea che eventuali tamponi rapidi positivi non vengono conteggiati nel bollettino fino a quando non arriva la conferma del tampone molecolare, come da protocollo sanitario. Oggi inoltre 4 persone hanno terminato l’isolamento domiciliare

martedì 27 ottobre 2020

Schizofrenia istituzionale

In alto: Nino Di Matteo; sotto: Federico Cafiero De Raho

di SALVATORE BORSELLINO
La notizia, occultata dalla quasi totalità degli organi di informazione è che il magistrato Nino Di Matteo può ritornare a lavorare nel gruppo “Mafie ed entità esterne nelle stragi ed altri delitti”, all’interno della Procura Nazionale antimafia dal quale era stato bruscamente estromesso dal Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho all’indomani della sua intervista resa ad Andrea Purgatori nella trasmissione Atlantide nella quale, rispondendo alle domande di quest'ultimo e basandosi su elementi già processualmente noti e sentenze già emesse aveva affermato come fosse altamente probabile che alle stragi del ’92, e specificatamente alla strage di Capaci, avessero partecipato anche uomini estranei a Cosa Nostra.

Le porcate contro Nino Di Matteo reintegrato nel pool stragi

Saverio Lodato

SAVERIO LODATO
Nino Di Matteo riabilitato, che si vede restituire il maltolto e l’onore, e al quale il tempo, ancora una volta, ha dato ragione. Può tornare in qualsiasi momento a lavorare in quel gruppo denominato “Mafie ed entità esterne nelle stragi e altri delitti” della Procura nazionale antimafia, dal quale era stato sbattuto fuori. 
Quasi da non crederci. Silenzio assoluto dei giornali e delle tv sull’intera vicenda. Gli italiani non lo sanno e non lo devono sapere.

Gli ambulatori dell’ospedale di Partinico ospitati in un bene confiscato alla mafia

Il poliambulatorio di Partinico in un bene confiscato alla mafia

PALERMO 26 OTTOBRE 2020 – Un bene confiscato alla mafia diventa a Partinico un Presidio sanitario per la collettività.
L’edificio a piano terra di via Mancuso 4, messo a disposizione dal Commissario prefettizio del Comune, Guido Longo, ospita da questa mattina i primi ambulatori specialistici, che solitamente operano all’interno dell’organizzazione del locale ospedale.

La direzione regionale del PD vota ordine del giorno: “Musumeci è inadeguato al ruolo di governatore”

Un momento della direzione del Pd siciliano

PALERMO, 27 OTTOBRE 2020 – Si è svolta ieri pomeriggio la direzione regionale del Partito Democratico siciliano, alla presenza del segretario regionale, Anthony Barbagallo, del presidente Antonio Ferrante e della tesoriera Francesca Busardò Armetta mentre tutti gli altri hanno partecipato in videocollegamento.
Nella sua relazione, il segretario regionale ha prima fatto una analisi del voto alle ultime elezioni amministrative: “I risultati raggiunti nei piccoli centri è il riconoscimento dell’attività portata avanti dal PD nei territori. Lo dico da subito: alle prossime elezioni gli iscritti al PD si candidano sotto il simbolo del Partito. Di certo un buon risultato quello di Termini, dove l'alleanza con i 5 Stelle, può e deve essere un punto di partenza su cui ragionare in vista delle prossime Regionali. Partendo da un presupposto: il PD è il primo partito della coalizione di Centrosinistra, anche dove quest'ultima non ha vinto”.

Corleone, collocati due defibrillatori all’Istituto comprensivo “Giuseppe Vasi”

La foto di gruppo per ricordare l'evento

L’Istituto comprensivo “Giuseppe Vasi” di Corleone è finalmente “cardioprotetto”. Due teche con altrettanti defibrillatori sono state collocate nel plesso centrale (quello che ospita la scuola secondaria di primo grado) e al “Baccelli”, accanto alla scuola primaria e dove si trovano alcune classi di quella dell’infanzia. Inoltre, parte del personale scolastico è stato appositamente formato per utilizzare gli strumenti salvavita nel caso in cui si presenti la necessità di rianimare un bambino. 

Palermo. Ressa di utenti davanti al dipartimento Prevenzione, per chiedere i risultati dei tamponi o i certificati di fine quarantena, che ritardano


La Fp denuncia: “Ufficio al collasso per grave carenza di personale. Gli operatori sono già allo stremo. Subito le assunzioni”
Palermo 27 ottobre 2020 – Situazione critica al dipartimento Prevenzione, in difficoltà per l’incremento delle attività anti Covid 19,  che comportano ritardi negli adempimenti. L'ufficio ha una dotazione organica  insufficiente  e il personale degli uffici è  sottoposto a stress. Tutto ciò sta causando l'aumento dei disagi per l'utenza.

CGIL-CISL-UIL Emilia Romagna sulla sentenza nel processo “Grimilde”


Bologna, 27 ottobre 2020 - Le organizzazioni sindacali Cgil-Cisl-Uil regionali dell'Emilia Romagna e territoriali di Piacenza e Reggio Emilia esprimono soddisfazione per la sentenza pronunciata nella tarda serata di ieri dal Tribunale di Bologna, relativa ai riti abbreviati del processo “Grimilde”.
L'impianto accusatorio sostenuto dai pubblici ministeri è stato confermato, incluse le diverse imputazioni per associazione mafiosa e le numerose aggravanti mafiose connesse ai gravissimi reati commessi dagli imputati condannati. Anche la diretta correlazione con l'indagine Aemilia, e i successivi processi svolti, risulta confermata.

SCELTE DI CAMPO. Si è ancora di sinistra o di destra


di
Piero Ignazi
Anche se c’è chi cerca di superarle ecco perché le classiche categorie politiche nate nel 1789 sono più vive che mai
È alla fine di agosto del 1789, in quelle incandescenti assemblee dei rivoluzionari francesi, che destra e sinistra si separano e si riconoscono come parti politiche distinte e avverse. Come scrisse un protagonista dell’epoca, a destra del presidente dell’assemblea siedono ora i sostenitori del re e della religione, che vogliono mantenere al sovrano il potere di veto, e a sinistra coloro che rivendicano il diritto dell’assemblea a legiferare su tutto, senza limitazioni da parte della corona.

lunedì 26 ottobre 2020

Coronavirus a Corleone: un nuovo caso, due guariti, un fine isolamento domiciliare


🔴 #CoronavirusCorleone (26 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna è stato registrato un nuovo caso di Coronavirus a Corleone. Sono 2 i guariti.  

Parte da stasera a Palermo la mobilitazione dei Rider in vista della giornata nazionale di protesta del 30 ottobre

Andrea Gattuso, Nidil Cgil

E intanto una buona notizia: a Palermo il Tribunale in fase di conciliazione chiede a Glovo la riassunzione a tempo indeterminato di un fattorino “licenziato”
Palermo 26 ottobre 2020 – “Io sono un rider e non ho alcun diritto”. Parte da stasera a Palermo una settimana di mobilitazione dei Rider che  culmina il 30 ottobre con la giornata nazionale di protesta  proclamata dalla rete  RiderXiDiritti, che raduna movimenti di lavoratori del food delivery di tutta Italia. “A Palermo siamo in giro in tante strade per un'attività di sensibilizzazione anche nei confronti dei clienti,  per spiegare le condizioni in cui sono costretti a lavorare i rider – dichiara il segretario generale Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso – La mobilitazione massiccia che intendiamo portare avanti serve per contrastare l'accordo siglato tra Assodelivery e Ugl, che peggiora le condizioni dei ciclofattorini mantenendo il cottimo,  calcolando la retribuzione in base al tempo stimato di consegna e bloccando l'introduzione di una paga oraria”.

domenica 25 ottobre 2020

Coronavirus a Corleone: oggi un nuovo caso, che porta il totale dei positivi a 33 persone


🔴 #CoronavirusCorleone (25 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna è stato registrato un nuovo caso di Coronavirus a Corleone.

Ecco i contenuti del nuovo Dpcm del 25 ottobre firmato dal presidente Conte

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio

⚠️ È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.

🔢 È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo

Maurizio Landini (Cgil): “Pronti allo sciopero se salta il blocco dei licenziamenti”

Maurizio Landini

 di SALVATORE CANNAVO'
Il segretario della Cgil: “Con la libertà di cacciare e i bonus alle imprese per assumere vuoi far sostituire i lavoratori. Conte ci convochi. Da aprile dialogo più difficile”
“Giuseppe Conte ci deve convocare e dare una risposta su blocco dei licenziamenti, legge di Bilancio e fondi europei, altrimenti ci mobiliteremo”. Nel dirlo, il segretario della Cgil, Maurizio Landini, fa intendere di non escludere nulla, nemmeno lo sciopero.

Conte non vi ha dunque convocato sui licenziamenti?

sabato 24 ottobre 2020

Viabilità provinciale. Consegnato a Corleone il primo lotto dei lavori stradali sulla SP4 Corleone-Partinico

L’intervento del sindaco metropolitano Leoluca Orlando

È stato consegnato stamattina a Corleone il primo lotto di lavori stradali riguardante la SP4 Corleone-Partinico.
 
La Direzione Viabilità della Città Metropolitana di Palermo, Diretta dall'Ing. Salvatore Pampalone ha precisato che si tratta del primo degli interventi che si stanno avviando sull'asse Corleone-Partinico, per il quale sono previsti complessivamente 26 milioni di Euro, e che il progetto specifico, già approvato dal Ministero delle Infrastrutture, ammonta a € 4.748.000,00.

Il coraggio del Papa e la società moderna

Papa Francesco

Nei nostri incontri è nata un’amicizia e adesso credo che se la Chiesa diventerà come lui la vuole cambierà la storia

DI EUGENIO SCALFARI

Ho incontrato papa Francesco molte volte: lo conobbi poiché il mio giornale, Repubblica, mi aveva incaricato di incontrarlo ed io ci riuscii con relativa facilità: anche il Papa aveva voglia di parlare con persone interessate a conoscere il Papa e quindi fu abbastanza semplice. Sua Santità mi invitò al palazzo di Santa Marta. Io ci arrivai senza difficoltà e fui rapidamente introdotto in una sala al piano terreno di quel palazzo e lì il nostro rapporto iniziò con molta amicizia fin dal primo momento. Io ne fui molto stupito, mentre papa Francesco ne era davvero interessato; e così cominciò. Sono perfettamente in grado di fare il resoconto di quello che ci siamo detti in decine di incontri a Santa Marta.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIA NELLO MUSUMECI: ECCO LE NOVITÀ!

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza contingibile e urgente n. 51 del 24 ottobre.
Sarà valida a partire da domani, domenica 25 ottobre, fino al 13 novembre. Vediamo le novità principali: 

Cos’è l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA)? Quali sono i suoi compiti? Perché i cittadini non devono chiamare direttamente gli operatori?


L’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA) del Distretto 40 di Corleone è un servizio che si occupa di prendere in carico le persone positive al covid-19
o coloro che, dietro segnalazione del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Libera Scelta, hanno avuto contatti diretti con un positivo o mostrano una sintomatologia riconducibile al coronavirus.

venerdì 23 ottobre 2020

Corleone, saranno consegnati domattina i lavori di rifacimento della SP 4 Corleone-S. Cipirello

Un tratto della SP 4 Corleone-S. Cipirello

Domani alle 11, a Piazza Garibaldi, si terrà la cerimonia di consegna del primo lotto dei lavori della SP4, tra San Cipirello e Corleone. La gara d’appalto era stata bandita dalla Città Metropolitana di Palermo
. Ad aggiudicarsi i lavori è stata l’A.T.I. C&P ITAL SEM s.r.l. Questo primo intervento, finanziato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ammonta a 4.748.000 euro. Le opere riguarderanno il tratto dal km 14 a Corleone.

Anche a Campofiorito due casi di coronavirus. In isolamento domiciliare 19 persone

Il sindaco di Campofiorito Giuseppe Oddo

Il comunicato del sindaco Giuseppe Oddo
:

Con questo aggiornamento, vi comunico che purtroppo abbiamo i primi 2 casi di positività al Covid -19 ( soggetti che hanno effettuato un tampone rapido) in attesa della conferma o smentita,che scaturirà dall’esito del tampone molecolare fatto dall’USCA.

Coronavirus a Corleone: oggi un nuovo caso e un altro guarito


🔴 #CoronavirusCorleone (23 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna a Corleone sono stati registrati un nuovo caso di Coronavirus e una guarigione.

NOVITA' LIBRI. Gabriella Cascio racconta il suo incontro con don Pino Puglisi a Brancaccio

«Ho incontrato padre Pino Puglisi. È stato un incontro ravvicinato anche se avvenuto dopo la sua morte per mafia. L’ho incontrato nel marzo del 2016 e da allora il suo effetto su di me continua. Non è stato un incontro reale ma ravvicinato sì, intenso e coinvolgente. L’ho incontrato per caso come avvengono tanti incontri e tante conoscenze, ma non l’ho conosciuto di persona. Ho compreso che era un piccolo grande uomo. Questo incontro l’ho fatto nel territorio della sua ultima parrocchia dialogando con la gente che lo ha conosciuto e lo ha amato; le interviste sul campo nel quartiere di Brancaccio mi hanno fatto incontrare don Pino nella voce e nei ricordi della sua gente, la cui anima ho scoperto recare un segno della passione che “3P” metteva nella sua missione». È la sua, una figura affascinante, a motivo della sua testimonianza di vita forte e semplice.
LEGGI ANCHE LA PREFAZIONE DI DON LUIGI CIOTTI

Opera Pia SS. Salvatore di Corleone, Attiva Sicilia: “Ripristinare la rappresentanza del comune nel Cda”

L'Opera Pia SS. Salvatore di Corleone

Nominare un commissario ad acta all’Opera Pia Ss. Salvatore di Corleone per ripristinare la rappresentanza del Comune di Corleone in seno al Consiglio di amministrazione. È ciò che chiede Attiva Sicilia in un’interrogazione rivolta al presidente della Regione e all’assessore regionale ella famiglia, delle politiche sociali e del lavoro in seguito alla segnalazione del consigliere comunale corleonese Maurizio Pascucci. L’organo dell’istituto, infatti, ha subito un taglio del numero dei componenti che però ha riguardato esclusivamente i rappresentanti dell’Ente locale.

L’Istituto SS. Salvatore, attualmente, svolge attività assistenziale come casa di riposo. Di recente lo Statuto è stato modificato, incidendo sia sul numero che sulla composizione della rappresentanza dei vari portatori di interesse territoriali nel Cda: la conseguenza è stata la riduzione da 7 a 5 dei componenti, “tagliando” dall’organo di indirizzo entrambi i componenti designati dal Consiglio Comunale di Corleone. “Una decisione che appare del tutto sbagliata – spiegano i deputati regionali di Attiva Sicilia, Angela Foti, Sergio Tancredi, Matteo Mangiacavallo, Elena Pagana e Valentina Palmeri – anche in considerazione della stretta connessione tra le competenze in materia di servizio socio-assistenziali degli enti locali e le prestazioni erogate dall’Opera Pia. Ecco perché chiediamo al governo regionale di nominare un commissario ad acta che ripristini la rappresentanza comunale nel Cda”.

Cgil Palermo, si è dimesso il segretario generale Enzo Campo, da sei anni alla guida del sindacato. Al via le consultazioni online del comitato dei saggi per la nomina del successore

Il segretario generale uscente della Cgil di Palermo

Palermo 23 ottobre 2023 – Alla guida della Cgil Palermo dal 23 luglio del 2014, Enzo Campo ha portato a termine oggi il suo mandato, rassegnando le dimissioni da  segretario generale della Cgil Palermo davanti all'assemblea generale.
Enzo Campo, 66 anni, lascia la segreteria della Camera del Lavoro  con qualche mese d'anticipo rispetto alla scadenza del marzo prossimo, per consentire l'avvio delle consultazioni online per la scelta del suo successore. “La Cgil di Maurizio Landini deve avviare la sua conferenza di organizzazione e sui territori si dovranno  svolgere le conferenze di servizio – ha detto Campo, nel portare il saluto - E' un momento di cambiamento, nel quale il sindacato deve ragionare sulle  proposte da  sviluppare nei prossimi anni. Faccio  un passo di lato, per consentire al nuovo gruppo dirigente di proseguire l'impegno vertenziale sul territorio”.  

Unioni omosessuali. Il Papa: giusto dare copertura legale

Il Papa in areo al ritorno del viaggio in Brasile, il 28 aprile 2013 - Archivio Ansa

LUCIANO MOIA
 
"Gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo"; lo dice il Pontefice in un docufilm presentato alla Festa di Roma
"Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge di convivenza civile. In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo". Lo afferma papa Francesco nel docufilm “Francesco“ di Evgeny Afineevsky, presentato oggi in anteprima mondiale alla Festa del cinema di Roma, nella sezione Eventi Speciali. Inutile ribadire che l’invito del Papa ha come sempre carattere universale e non si riferisce necessariamente all’Italia, dove peraltro una legge simile è già stata approvata.

Giorgio Chinnici, lo studioso della mafia che interpretò la strategia della violenza

Giorgio Chinnici
 
di Umberto Santino
Addio al criminologo autore di importanti saggi su Cosa nostra
Giorgio Chinnici è stato ricordato come presidente del Consiglio comunale, in una fase storica che va sotto il nome di “primavera di Palermo”, ma desidero ricordarlo come studioso che ci lascia un patrimonio prezioso e destinato a durare. Suoi sono gli studi pubblicati nei volumi “La violenza programmata” e “Gabbie vuote”, frutto di ricerche condotte all’interno del Centro Impastato.

“Le mie lotte da figlio di emigrante”. Enzo Campo lascia la guida della Cgil di Palermo


di CLAUDIO REALE
Il segretario della Camera del lavoro si dimette: “ Ho 66 anni, coltiverò la mia vigna e ho cento libri da leggere” L’infanzia da capofamiglia, gli incontri con Danilo Dolci, le battaglie al fianco degli edili. Anche contro i mafiosi
La storia che oggi giunge all’epilogo inizia con un buffetto del senatore Giuseppe Avellone: « Mio zio era un galoppino dc e mi portò da lui. “ Mischino — gli disse — suo padre è emigrato in Germania”. Non mi piacque essere compatito e non mi piacque ricevere la promessa di Avellone: “ Di te mi occupo io”. Allora capii cosa volevo fare: quello era il potere, e io volevo combatterlo, fare politica » . Quella traiettoria, la traiettoria di Enzo Campo, arriva al suo apice oggi: il segretario della Cgil di Palermo, 66 anni, rassegna le dimissioni, per l’avvio delle consultazioni online che porteranno alla scelta del suo successore. «A lui — dice Campo — lascio una Cgil che si apre alle nuove identità di lavoro, ai rider, al presente e al futuro».

giovedì 22 ottobre 2020

Coronavirus a CORLEONE: oggi altri due casi, che portano il totale a 32 positivi

 


🔴 #CoronavirusCorleone (22 ottobre 2020) 

Si comunica che in data odierna sono stati registrati 2 nuovi casi di Coronavirus a Corleone.

Coronavirus nella zona del Corleonese: 14 casi a Bisacquino, 16 a Chiusa Sclafani e 2 a Roccamena


Pubblichiamo i dati del Coronavirus aggiornati nei comune di Bisacquino, Chiusa Scalfani e Roccamena:

AGGIORNAMENTO COVID-19 COMUNE DI BISACQUINO AL 22/10/2020
POSITIVI: 14
RICOVERATI: 1

Il ministro Azzolina alla prima video-conferenza del Centro Pio La Torre: “La mafia perde tutta la sua forza davanti a chi, come la scuola, ti insegna ad alzare la testa”

La ministra Lucia Azzolina

Alla prima videoconferenza del centro Pio La Torre i saluti della 
ministra Lucia Azzolina: “La mafia perde tutta la sua forza davanti a chi, come la scuola, ti insegna ad alzare la testa”. Oltre 100 le scuole in videoconferenza, 12 le case circondariali da Nord a Sud Italia
Affrontare le sfide imposte dalla pandemia utilizzando internet come risorsa per continuare a contrastare le mafie divenute sempre più globali: è l'appello corale lanciato dai relatori della prima conferenza del 15mo progetto educativo antimafia promosso dal centro studi Pio La Torre e seguito in diretta streaming sul sito dell'associazione e sul portale “Ansa Legalità& Scuola” da oltre 100 scuole, tra cui 12 case circondariali da Nord a Sud Italia. L'occasione è stata offerta dal ventennale della Convenzione Onu Palermo 2000 che ha visto come relatori, moderati dal presidente del centro, Vito Lo Monaco, la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, il consigliere giuridico Antonio Balsamo, rappresentante per l'Italia all'Onu di Vienna, il generale Giuseppe Governale, ex direttore della Dia, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e Massimo Leonardo, dirigente scolastico del liceo classico Vittorio Emanuele II di Palermo, scuola capofila del progetto patrocinato dal Miur.

I pensionati siciliani contro l'assessore Razza: ''Sambuca di Sicilia vicenda emblematica del fallimento della Regione Siciliana''

Alfio Giulio (Fnp Cisl), Maurizio Calà (Spi Cgil),
 e Antonino Toscano (Uilp Uil)

''Quattro ospiti della RSA di Sambuca di Sicilia sono purtroppo deceduti, rivelando tutte la le falle del sistema sanitario regionale'', dicono i segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia.
"Attendiamo da mesi la convocazione da parte dell'assessorato regionale alla Salute, al quale abbiamo più volte trasmesso richieste urgenti di confronto in considerazione delle nuove emergenze sanitarie legate al Coronavirus ma, ad oggi, non abbiamo registrato alcun esito in termini di interlocuzione e individuazione di misure concrete a sostegno dei soggetti più fragili, completamente abbandonati in questo momento così complesso e denso di incognite": con queste parole, i segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia Maurizio CalàAlfio Giulio e Antonino Toscano si rivolgono a Ruggero Razza, titolare della Salute del governo Musumeci, con particolare riferimento ai focolai rappresentati nell'isola dal territorio di Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, divenuto "zona rossa" a seguito dei casi di contagio, ad oggi oltre sessanta, avvenuti presso la RSA.

Il Prefetto di Napoli visita la 'Masseria Esposito Ferraioli", bene confiscato alla camorra

Il Prefetto visita la 'Masseria Esposito Ferraioli", 
bene confiscato alla criminalità organizzata

La Cgil di Napoli comunica che ieri pomeriggio c'è stata la visita del Prefetto di Napoli Marco Valentini alla Masseria Ferraioli, bene confiscato alla camorra. Importanti gli impegni assunti: è stato garantito il monitoraggio costante sull'attuazione dei lavori di ristrutturazione da parte del comune e lo sblocco immediato dei cantieri con l'avvio dei lavori in tempi certi. PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DELLA PREFETTURA:
Nel pomeriggio di ieri il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha visitato la "Masseria Antonio Esposito Ferraioli", immobile confiscato alla criminalità organizzata, sito nel territorio del Comune di Afragola, accolto dal direttore, Giovanni Russo.

mercoledì 21 ottobre 2020

Coronavirus a Corleone: oggi tre nuovi casi e tre guariti!


🔴 #CoronavirusCorleone (21 ottobre 2020)
Si comunica che in data odierna sono stati registrati 3 nuovi casi di Coronavirus a Corleone. Sono 3 le persone guarite.

Addio a Giorgio Chinnici, il criminologo divenuto presidente del consiglio comunale negli anni della "primavera di Palermo"

Giorgio Chinnici

PIETRO SCAGLIONE
Il criminologo Giorgio Chinnici, scomparso ieri, divenne Presidente del Consiglio Comunale di Palermo negli anni della rivolta dei siciliani dopo le stragi del 1992. Cugino del consigliere istruttore Rocco Chinnici, assassinato nel 1983, il professore Chinnici fu il successore – ai vertici di “Sala delle Lapidi” – del giudice Antonino Caponnetto, il padre del Pool Antimafia di Palermo candidatosi con la Rete dopo le uccisioni dei suoi colleghi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. 
Esponente del Partito Comunista Italiano prima e del Partito Democratico della Sinistra poi, Giorgio Chinnici fu uno dei protagonisti della Primavera di Palermo, ma fu anche un noto criminologo e docente di Statistica nell’Ateneo palermitano. 

Multiservizi, manifestazione a Palermo di Filcams, Fisascat e Uiltrasporti per chiedere il rinnovo del Ccnl, scaduto da 7 anni


Hanno partecipato lavoratori di tutte le sigle sindacali. Sindacati ricevuti in Prefettura  

Palermo 21 ottobre 2020 -  Hanno manifestato oggi a Palermo i lavoratori del contratto Multiservizi, in collegamento con oltre 40 piazze italiane. Il sit-in, indetto da  Filcams Cgil,  Fisascat Cisl e Uiltrasporti, si è svolto dalle ore 14  davanti alla Prefettura, in via Cavour.  Hanno partecipato lavoratori aderenti a tutte le sigle del settore imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi, turismo, per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto da 7 anni.