venerdì 18 settembre 2020

Corleone, salgono a 7 i positivi e 3 casi sospetti: “Non siamo zona rossa”

Il sindaco Nicolò Nicolosi 

Momenti di grande fermento si sono registrati oggi a Corleone tra riunioni con le autorità sanitarie e con le forze dell'ordine

GAETANO FERRARO

Aumentano a 7 i casi di Coronavirus a Corleone dopo la scoperta di una famiglia contagiata che ha anche partecipato ad un matrimonio con oltre 250 invitati. Altri tre tamponi, risultati positivi, sono in attesa di essere confermati.

Quella dei contagi è una notizia che ha messo in allarme i cittadini e l’amministrazione di Corleone tanto che il sindaco ha deciso provvedimenti drastici, chiudendo le scuole, i luoghi pubblici e imponendo limitazioni alle attività commerciali come bar e ristoranti. “Nessuno pensa di comprimere l’economia corleonese con chiusure senza criterio, pur sapendo che la salute viene prima di ogni cosa”, lo ha detto il sindaco di Corleone intervenendo in diretta su Facebook alla 14.15 di oggi.

Momenti di grande fermento si sono registrati oggi a Corleone tra riunioni con le autorità sanitarie e con le forze dell’ordine. Come ha confermato il sindaco Nicolosi, sono 7 i casi positivi dall’Asp e tre tamponi, anch’essi positivi, da confermare. Le circa 250 persone presenti al matrimonio sono state quasi tutte rintracciate e quasi tutte sono in isolamento, nel giro di poche ore saranno sottoposti al tampone. Queste le ultime notizie riportate dal sindaco di Corleone.

Nessun commento: