giovedì 23 luglio 2020

Nelle pagine di "Maruzza" le tre madri le cui figlie morirono nell’incendio della “Triangle Shirtwaist Factory” di New York

"Maruzza" di Vincenzo Muscarella
Le vicende dì tre madri di Cerda le cui figlie morirono nell’incendio della “Triangle Shirtwaist Factory” di New York vivono nella pagine  di “Maruzza” di Vincenzo Muscarella. La presentazione venerdì 24 luglio in piazzetta Bagnasco.
Il contesto sociale, economico e politico della Sicilia sul finire del 19° secolo che costrinse, e talvolta spinse, prima gli uomini e poi le loro donne coraggiose e orgogliose a emigrare, sole e con i figli al seguito, verso l’America. È  lo scenario nel quale si muovono le immaginarie vicissitudini delle tre madri di “Maruzza” di Vincenzo Muscarella (Arianna edizioni), primo romanzo della trilogia “Tri Matri”, dedicata a Maruzza, Antunina e Marietta, le madri delle tre ragazze di Cerda, arse vive nell’incendio della Triangle Shirtwaist Factory, avvenuto a New York il 25 marzo del 1911,  in cui persero la vita 146 persone, 126 delle quali erano donne.
Pieno di cuore e, proprio per questo, di tanta sofferenza, “Maruzza” verrà presentato alle 18 di venerdì 24 luglio in piazzetta Bagnasco.

In questo ritrovato contesto cittadino, nel quale le storie si susseguono e si incontrano attraverso tanti protagonisti, si potrà conoscere la genesi del racconto ambientato a Cerda negli anni a cavallo del 1900, che narra di Ciccio, il figlio del farmacista, che si innamora di Maruzza, figlia del contadino più povero, e la sposa con la classica fuitìna. Il padre, Don Vincenzino, fa di tutto per metterli in difficoltà, per poi, con la complicità del trafficante di uomini del paese, costringerli a migrare verso la Merica. Come detto all’inizio, si tratta del primo della trilogia e, poiché i destini di Maruzza, Marietta e Antunina s’intrecciano tra di loro, le storie troveranno i rispettivi epiloghi nell’ultimo libro.

Introdurrà il pomeriggio l’editrice Arianna Attinasi. A dialogare con l’autore saranno Concetta Balistreri, segretaria SPI- PA- CGIL, e Giacinto Pipitone, giornalista del “Giornale di Sicilia”.
Leggerà alcuni brani del libro l’attrice Eletta Del Castillo, mentre i musicisti Francesco Giunta e Giuseppe Greco eseguiranno alcune musiche tratte dall’album “Per terre assai lontane”.
L’evento, promosso da Mondadori Point di via Villareale e dall’associazione “Piazzetta Bagnasco, è a ingresso, come sempre, libero.
Palermo, 23 Luglio 2020

Nessun commento: