domenica 5 luglio 2020

Corleone, dopo la ristrutturazione, la Casa del Popolo di B. Verro diventerà Museo-Laboratorio delle lotte contadine

Davanti alla casa del Popolo di Corleone, costruita pietra su pietra
dai contadini nei primi anni del 1900. Dopo la ristrutturazione, sarà
destinata a Museo-Laboratorio delle lotte contadine in Sicilia
DINO PATERNOSTRO
Ieri mattina, insieme all’assessore ai lavori pubblici Totó Schillaci, all’assessore alla cultura Walter Rà, al consigliere Leo Colletto, all’arch. Massimo Grizzaffi e a Salvatore Di Carlo (Dialogos), siamo andati alla Casa del Popolo, costruita da Bernardino Verro e dal movimento contadino nei primi del ‘900. Divenne la sede della cooperativa di consumo, che per alcuni anni garantì l’acquisto a prezzi calmierati dei generi di prima necessità allie famiglie povere di Corleone. Divenne la sede della “Fratellanza Zuccarrone”, che consentì a circa 500 famiglie contadine di avere un pezzo di terra. Fu la sede della coop Unione Agricola, che con le affittanze collettive consentì di assegnare oltre 2500 ettari di buona terra ai contadini. 

Adesso il comune, dopo averlo acquisito, ha appaltato la ristrutturazione dell’immobile, destinato a Museo-Laboratorio del movimento contadino corleonese e siciliano. 
All’interno vi sono documenti di notevole importanza storica, testimonianza dell’attività politico-sindacale di Verro e dei suoi collaboratori. Questi documenti verranno subito messi in sicurezza, in attesa che l’Archivio di Stato di Palermo possa dichiararne l’interesse culturale nazionale, disponendone il riordino/restauro. 
Contemporaneamente il comune si è impegnato a promuovere un’associazione pubblica/privata con i soggetti interessati alla costruzione e alla valorizzazione del museo/laboratorio delle storiche lotte contadine 
"Già dai prossimi giorni - dice l’assessore alla cultura Walter Rà - provvederemo a mettere in sicurezza lo storico e prezioso archivio della Casa del Popolo di Via Bernardino Verro. Il nostro obiettivo: renderlo consultabile nel più breve tempo possibile. Lo dobbiamo ai lavoratori corleonesi, al loro sacrificio, alla lotta per i loro ed i nostri diritti. Lo dobbiamo alle generazioni future affinché conoscano questa pagina della storia di Corleone fatta di riscatto e libertà".
Alcuni documenti della Casa del Popolo da restaurare ed ordinare 

Nessun commento: