giovedì 25 giugno 2020

Centri di accoglienza per minori. Cgil e Sunia: “Importante la verifica per accertare l'esistenza di sprechi e irregolarità"


Bisogna recuperare risorse per il crescente disagio abitativo.  

Palermo 25 giugno 2020 – La Cgil Palermo valuta positivamente la verifica che l'amministrazione comunale, su segnalazione dell'Asp, ha avviato sugli enti che gestiscono i centri comunali  per minori,  accompagnati e non. “Si vada avanti affinché si accertino le eventuali irregolarità – dichiara Calogero Guzzetta, segretario la Cgil Palermo  - In questo settore così delicato non ci possono essere né sprechi né utilizzo irregolare dei fondi e ogni risorsa recuperata  può essere investita  correttamente  a favore della categorie disagiate, considerando che in questo periodo, a causa della pandemia, l'emergenza sociale ed economica si è notevolmente acuita”.  


  Sulla vicenda interviene anche il Sunia.  “Sarebbe opportuno, come più volte sostenuto durante i tavoli al Comune – dichiara il segretario Sunia Palermo Zaher Darwish - incrementare le risorse destinate alle esigenze abitative destinando, nei casi in cui sia possibile, dei fondi direttamente alle famiglie dei minori ospitati nei centri alloggio, per aiutarli a recuperare una dimensione abitativa autonoma e l'unità familiare. Più volte abbiamo espresso perplessità sulla spesa sostenuta. E parallelamente prospettato, durante i confronti, l’esigenza di liberare maggiori risorse in direzione del disagio abitativo, che in questo periodo di emergenza sanitaria  sta mettendo a dura prova tantissime famiglie con l'aumento della soglia di povertà”.

Nessun commento: