lunedì 25 maggio 2020

Dedicata a tutti coloro che lottano per la giustizia...



TANIA CETRANO
Scrivendola ho pensato a tutti coloro che combattono contro questo cancro. Non solo a parole, ma con la vita. E, per fortuna, ce ne sono tanti... Molti dei quali lavorano in silenzio e dietro le quinte. Senza troppi "teatrini" di facciata. Dedicato ai giudici Falcone, Borsellino, Chinnici, Livatino, alle forze dell'ordine, al generale Dalla Chiesa, a Felicia e Peppino Impastato, a padre Puglisi, a tutti coloro che, anche oggi, lottano per la giustizia...
***
Quannu t'abbruscia u cori
nun pò stari a taliari.
Quannu t'abbruscia u cori
Nun pò stari mutu.
Quannu t'abbruscia u cori
iecchi vuci
e gridi cu la vita, cu tuttu u sciatu chi t'arresta,
pi fari sentiri a tutti,
puru a chiddi ca nun vonnu attintari,
puru a chiddi ca, a matula, s'ammiscanu cu chiddi onesti.
A virità e a giustizia nun si ponnu ammucciari.
A costu d'appizzarici a vita,
a costu d'aspittari un'eternità,
nun ti duni paci, pi aggiustari stu munnu.
Talii nta l'occhi i disonesti,
senza mancu parrari,
senza scantu.
U silenziu, certi voti, fa cchiu scrusciu.
Tu a sai a virità, (e macari iddi)...
Prima o poi l'hann a calari l'occhi!
(Tania Cetrano)

Nessun commento: